Curiosità

Lusso e supercar/8
McLaren MSO, quando le operazioni sono davvero speciali

Lusso e supercar/8
McLaren MSO, quando le operazioni sono davvero speciali
Chiudi

Quella delle automobili stradali della McLaren è una storia relativamente giovane, iniziata alla fine del 1985: la prima a fregiarsi del marchio britannico è stata l’indimenticabile F1, nata sotto la supervisione di Gordon Murray nel 1992 e prodotta sino al 1998. Poi, bisogna aspettare il 2011 per rivedere su strada una supercar by McLaren, la MP4-12C. Da allora, la gamma del costruttore si è allargata, arricchendosi pure di serie speciali ultra esclusive. E, nonostante i guai finanziari che sta attraversando ultimamente – gli stessi che hanno costretto l’azienda a mettere in vendita il suo storico quartier generale di Woking – la McLaren continua a essere un punto di riferimento per gli appassionati di auto ad altissime prestazioni.

Personalizzate by MSO. Guidato dalla McLaren Special Operations (MSO), il servizio di personalizzazione del brand viene fornito sia attraverso la rete globale di rivenditori autorizzati sia mettendo in contatto direttamente il cliente con il reparto. Gran parte dei contenuti custom viene installata sulla linea di produzione. Tuttavia, le personalizzazioni più complesse e delicate sono realizzate dagli artigiani della MSO a Woking. “La maggior parte delle livree personalizzate sono completate a mano, con tecniche di applicazioni della verniciatura uniche”, spiega la Casa madre: “Talvolta, i clienti vengono a visionare l’avanzamento dei lavori, così vedono i loro desideri prendere forma”. Circa il 15% della produzione annuale presenta contenuti di personalizzazione su misura. Ciò escludendo il programma delle vetture Ultimate (costituito da gioielli come Elva, Senna e relativa versione GTR, nonché la Speedtail), tutti tailor made, le edizioni limitate by MSO e i modelli su misura, come la recente McLaren Sabre, realizzata in appena 15 unità.

Dalle cuciture a contrasto alle one-off. Il portafoglio di personalizzazioni MSO comincia con le impunture a contrasto per gli interni, passa ai contenuti pensati per il miglioramento delle performance aerodinamiche e del gruppo propulsore e arriva al gran finale con la progettazione e la costruzione di auto su misura. Negli ultimi anni MSO ha registrato un aumento considerevole sia del valore medio della spesa dei clienti che vogliono personalizzare l’auto, sia un aumento della penetrazione delle vendite bespoke. Inoltre, MSO ha anche beneficiato di un incremento significativo delle richieste di programmi su misura, poiché i suoi clienti cercano di distinguersi sempre di più da quello che il costruttore indica come “lusso di massa”.

Le richieste degli insaziabili. I più esigenti fra gli utenti McLaren scelgono le vetture della linea Ultimate ed esigono "un alto grado di personalizzazione": livree uniche, verniciate a mano e molto complesse, carrozzerie di carbonio completamente a vista o grafiche realizzate con fibra di carbonio intrecciata, interni completamente personalizzati o, magari, arricchiti da metalli preziosi. Negli ultimi anni non sono mancati gli esemplari unici o quasi, come la X1 del 2011, la MSO HS 688 del 2016, le MSO-R del 2017, le MSO-X del 2018, le Senna GTR LM del 2019 e la citata Sabre del 2020.

Una clientela “educata”. Non di rado, i costruttori di auto esclusive devono fronteggiare desideri di customizzazione fra lo strampalato e l’assurdo, che il più delle volte vengono respinte. Sembra, però, che questo non succeda in casa McLaren: “I nostri clienti sono molto attenti a prestazioni, purezza, piacere di guida, tecnologia e artigianato. Pertanto, quando avanzano le loro richieste di personalizzazione, il più delle volte si ‘autodisciplinano’, senza bisogno del nostro intervento. Raramente la clientela desidera componenti o personalizzazioni che non aggiungano un autentico valore in termini di prestazioni e qualità del prodotto. Inoltre, MSO incoraggia i clienti che accedono al programma bespoke a partecipare alla realizzazione dell’auto, sia che si tratti d’incontrare i designer nello studio di modellazione dell'argilla, sia di guidare i prototipi di convalida (VP car), ben prima della produzione finale del veicolo”. 

America davanti ad Asia e Medio Oriente. Non sorprende che il mix di clienti di MSO ricalchi quello delle vendite globali della McLaren: infatti, è il Nordamerica ad amare maggiormente le personalizzazioni, seguita da Asia, Cina, Europa e Medio Oriente. “I nostri clienti nordamericani, in particolare, hanno una notevole affinità con MSO. Ciò è stato ulteriormente confermato dalla Sabre, un progetto nato pure per soddisfare gli standard federali sulla sicurezza dei veicoli a motore (FMVSS) degli Stati Uniti”.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Lusso e supercar/8 - McLaren MSO, quando le operazioni sono davvero speciali

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it