Curiosità

Fiat
Barchetta, Punto Cabrio e le altre: quei modelli "estivi" anni 90 - FOTO

Fiat
Barchetta, Punto Cabrio e le altre: quei modelli "estivi" anni 90 - FOTO
Chiudi

Si parla molto di temperature in questi giorni, con le massime che hanno raggiunto i 40 gradi in varie città italiane. Chi è costretto a viaggiare in auto troverà refrigerio nel climatizzatore, un accessorio oggi presente su quasi tutte le vetture in vendita, ma che fino al termine dello scorso secolo rappresentava una dotazione piuttosto rara, soprattutto tra i modelli economici. Ecco perché chi desiderava viaggiare a temperature umane aveva spesso una sola scelta: “Automobili, giù tutti i finestrini”, cantava Jovanotti nel brano “Estate 1992”.

Poche le climatizzate. Proprio per questo le vetture scoperte, oggi quasi sparite dalle fasce più economiche del mercato (rimane solo la 500C), avevano ancora grande appeal tra il pubblico, tanto che la Fiat propose non uno, ma ben due open top sfiziose tra i propri listini. Chi, invece, non amava la scarsa praticità di queste auto poteva accontentarsi del tetto apribile: un accessorio al quale il brand di Torino dedicò diverse edizioni speciali delle proprie best seller. E pure al climatizzatore furono dedicati allestimenti con nomi che ne sottolineavano la presenza.   

2022-Fiat-estive-90_3

La cabrio per tutti. Nel 1994 arriva sul mercato la Fiat Punto Cabrio (leggi qui la sua storia), una deliziosa creazione di Bertone basata sull’utilitaria Punto, all’epoca l'auto più venduta in Italia. La vettura esordisce nel mese di maggio, giusto in tempo per raggiungere le strade in estate, con una capote di tessuto che, a seconda delle versioni, può essere di tipo manuale o a comando elettrico. La stessa, adagiandosi dietro i sedili posteriori, viene nascosta da un’elegante copertura morbida. I listini non eccessivi e i motori dai costi d’esercizio ridotti ne fanno in breve tempo una delle scoperte più vendute nella Penisola: tuttavia, al termine della sua produzione (nel 2000), il modello non avrà eredi.

2022-Fiat-estive-90

Roadster all’italiana. Il 1995 è l'anno della Fiat Barchetta (leggi qui la storia completa), una delle più apprezzate roadster degli anni 90. Prodotta dalla Maggiora, adotta un motore di 1.8 litri da 130 CV e, nel design, richiama fortemente il passato. Il pianale è lo stesso della Punto, seppur accorciato - e quindi della variante Cabrio di Bertone - ma qui siamo di fronte a tutt’altra vettura, che pone grande risalto al piacere di guida, a cominciare dalla collocazione del guidatore, seduto a soli 20 cm dal pavimento. La capote di tessuto, in questo caso, si ripiega solo manualmente, ma invoglierebbe chiunque a viaggiare en plein air in tutte le stagioni. Anche la Barchetta, nel 2005, lascerà le scene senza una discendenta. O meglio, non subito: nel 2016 arriverà la 124 Spider.

2022-Fiat-estive-90_2

Tetto di tela. Più a buon mercato, ovviamente, sono le piccole di Torino dotate di tetto apribile. La più “scenografica” è la Cinquecento Soleil del 1996, caratterizzata da una soluzione di tessuto a doppio strato di colore blu e motivi geometrici, azionabile con un comando elettrico. Realizzato dalla tedesca Webasto, grande specialista in questi sistemi, la Cinquecento Soleil è una "semi-cabriolet", poiché la sua soluzione scopre quasi del tutto il padiglione.

2022-Fiat-estive-90_4

Tetto di vetro. Diversa è la scelta per la Uno nell’apprezzato allestimento speciale Rap, lanciato sul mercato nel giugno del 1991 con colori e tessuti vivaci, apprezzati dai giovani, così come l’autoradio con mangianastri, ma soprattutto con una porzione apribile (di vetro) del padiglione. Sarà un successo, tanto che nel 1992 verrà replicata l’operazione con il nuovo allestimento Rap Up, dotata di catalizzatore e lanciata in Tv con uno spot dalla colonna sonora cantata da un giovanissimo J.Ax. Sempre nel 1992, la Casa di Torino lancia la Tipo in allestimento Clip, anch’essa caratterizzata dalla presenza del tetto apribile.

2022-Fiat-estive-90_5

Il climatizzatore. E se all’epoca i “tettucci” rappresentano una dotazione molto ambita, ancor più rara sulle utilitarie è la presenza del climatizzatore, quello "vero", con funzione di raffreddamento. Ecco perché la Fiat vuole sottolinearne la presenza con un allestimento ad hoc, denominato Suite, incentrato su tale dotazione, un po’ come in seguito avverrà con l’Autobianchi Y10 Igloo. Le vetture interessate, a partire dal 1992, sono la Uno e la Tipo, mentre la Cinquecento sarà offerta in tale versione dal 1993, abbinata al motore di 0.9 litri e 39 CV: fiacco per i viaggi a climatizzatore acceso, ma l’importante è non sudare…

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Fiat - Barchetta, Punto Cabrio e le altre: quei modelli "estivi" anni 90 - FOTO

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it