Gruppo Volkswagen Nuova scossa alle strategie di elettrificazione

Gruppo Volkswagen
Nuova scossa alle strategie di elettrificazione
Chiudi
 

Il gruppo Volkswagen ha deciso di imprimere un colpo di acceleratore alle sue strategie di elettrificazione della gamma. Nei prossimi 10 anni non saranno più 50 i veicoli alla spina che i tedeschi intendono lanciare in tutto il mondo, bensì quasi 70, mentre è previsto un aumento da 15 milioni a 22 milioni del numero di quattro ruote da produrre sulla base delle piattaforme dedicate alle auto agli elettroni.

Il traguardo della "decarbonizzazione totale". L'accelerazione impressa alle strategie per l'elettrificazione rientra in un più ampio programma che prevede la totale decarbonizzazione entro il 2050 di tutte le attività operative, dalla produzione fino all'amministrazione, dalla gamma agli impianti produttivi fino alla gestione degli approvvigionamenti. L'obiettivo ultimo è contribuire ai target definiti dall'accordo sul clima di Parigi del 2015. “Volkswagen cambierà radicalmente. Ci stiamo assumendo la responsabilità dei trend chiave del futuro, in particolare quelli legati al cambiamento climatico. Gli obiettivi dell'accordo di Parigi sono il nostro metro di paragone. Adegueremo sistematicamente la produzione e le altre fasi della catena del valore alla neutralità della Co2 nei prossimi anni. Questo è il modo in cui daremo il nostro contributo per limitare il riscaldamento globale", ha affermato l'amministratore delegato Herbert Diess in occasione della tradizionale conferenza stampa di bilancio.

Una tabella di marcia densa di traguardi. Per tale motivo il management ha iniziato a delineare una tabella di marcia con una serie di traguardi da raggiungere. Per il 2025, per esempio, si punta a ridurre le emissioni di anidride carbonica lungo l'intero ciclo di vita di tutta la gamma del 30% rispetto al 2015. In tal senso rientra il programma di elettrificazione con investimenti per oltre 30 miliardi fino al 2023 e l'obiettivo di aumentare del 40% entro il 2030 il numero dei veicoli elettrici presenti nell'offerta commerciale. Inoltre, le emissioni di Co2 di tutti gli impianti saranno ridotte entro il 2025 del 50% rispetto al 2010.

Si parte con Audi e-tron e Porsche Taycan. Il programma di lancio dei veicoli alla spina dell'intero gruppo prevede l'avvio già quest'anno della produzione dell'Audi e-tron, seguita dalla Porsche Taycan. I due modelli, che hanno già raccolto 20 mila ordini ciascuno, saranno seguiti da una raffica di ulteriori prodotti: Volkswagen ID. Crozz, Seat el-born, Skoda Vision E, VW ID.Buzz e VW ID Vizzion. Per sostenere un'offensiva di prodotto del genere il gruppo farà affidamento, per le batterie, ai fornitori LG Chem, SKI, CATL e Samsung, ma sta anche valutando la possibilità di partecipare a progetti di costruzione di fabbriche per la produzione di accumulatori in Europa e di sviluppo della tecnologia dello stato solido insieme a QuantumScape.

Piattaforma aperta e stazioni di ricarica. Il fulcro dell'offensiva è comunque rappresentato dalla piattaforma Meb esclusivamente dedicata allo sviluppo di auto alla spina. Il gruppo punta ad "aprire" ad altre realtà produttive la sua architettura per ridurre i costi, aumentare le economie di scala e quindi accelerare la più ampia diffusione possibile dei veicoli elettrici. In tal senso rientra l'accordo di partnership siglato pochi giorni fa con la startup tedesca e.GO Mobile. Un'ulteriore area di collaborazione riguarda la diffusione delle colonnine di ricarica. La Ionity, la joint venture creata con altri grandi aziende del settore automobilistico (BMW, Daimler e Ford), punta a installare entro due anni 400 stazioni di ricarica rapida lungo le principali arterie stradali e autostradali d'Europa, di cui 100 solo in Germania, con l'obiettivo di arrivare ad avere colonnine ogni 120 chilometri. Altri 3.500 punti di ricarica saranno realizzati nei parcheggi di tutti gli stabilimenti e altri ancora presso le strutture dei concessionari. Infine il gruppo, tramite la controllata Elli, ha già iniziato a offrire in Germania wallbox per la ricarica da installare nelle abitazioni dei clienti.

Un 2018 di crescita, salgono bonus e dividendi. La strategia per l'elettrificazione e la relativa accelerazione annunciata oggi trovano le loro fondamenta su un bilancio 2018 che mostra una generale crescita dei principali indicatori economici nonostante l'anno scorso siano stati molti i "venti contrari", a partire dall'implementazione delle nuove procedure di omologazione Wltp. Ciononostante, anche grazie a vendite in aumento dell'1,1% fino a 10,9 milioni di unità, i ricavi sono cresciuti del 2,7% raggiungendo i 235,85 miliardi. L'utile operativo, depurato dalle componenti straordinarie o non ricorrenti come i 3,2 miliardi di oneri legati al dieselgate (la stessa cifra contabilizzata l’anno scorso), è passato da 17,04 a 17,1 miliardi, per un margine sui ricavi del 7,4% (7,3% nel 2017). Infine, l'utile netto è migliorato del 5,8% fino a 11,83 miliardi e, di conseguenza, i vertici aziendali hanno deciso di aumentare sia i dividendi per gli azionisti (da 3,9 a 4,8 euro per ogni azione ordinaria) che i bonus per i dipendenti tedeschi (da 4.100 a 4.750 euro). Si tratta di un evento decisamente positivo per la forza lavoro alla luce della decurtazione dei premi successiva allo scandalo delle emissioni. Tuttavia, Diess ha lanciato un avvertimento legato proprio alla nuova offensiva elettrica. La produzione di un veicolo alla spina, ha spiegato il manager, richiede il 30% circa in meno di manodopera rispetto a un'automobile tradizionale. Pertanto è prevista una riduzione della forza lavoro con ulteriori misure rispetto ai prepensionamenti o al part-time per i lavoratori più anziani, ma senza procedere con licenziamenti forzati.

Lo spaccato marca per marca. I vari brand hanno contribuito in maniera differente alle performance dell'intero gruppo. Il marchio Volkswagen, per esempio, ha sì visto i ricavi salire del 6,8% (84,6 miliardi), ma ha anche subito un leggero calo dell'utile operativo (da 3,3 a 3,2 miliardi), con un margine in flessione dal 4,2% al 3,8%, un dato inferiore al target tra il 4% e il 5% indicato dai vertici aziendali. Del resto, il brand di Wolfsburg è stato tra i più penalizzati dal cosiddetto effetto Wltp con ritardi nell'implementazione delle nuove procedure e quindi nelle consegne. Anche l'Audi ne ha pagato le conseguenze con un fatturato in calo da 59,8 a 59,2 miliardi e un utile operativo in contrazione da 5,1 a 4,2 miliardi. I due marchi principali del gruppo Volkswagen hanno inoltre continuato a pagare le conseguenze del dieselgate, seppur in modo completamente divergente: per il marchio VW gli oneri sono scesi da 2,8 a 1,9 miliardi e per il brand dei quattro anelli sono saliti da 400 milioni a 1,2 miliardi. La Skoda ha invece visto i ricavi salire (+4,4%) e l'utile operativo calare (-14,6%), la Seat ha continuato ad aggiornare i suoi record, la Bentley è tornata in perdita per ben 288 milioni a causa anche dei ritardi nell'avvio della produzione della nuova Continental GT e infine la Porsche ha chiuso in crescita (+9,2% per i ricavi, +2,7% per l'utile operativo), anche se la marginalità è scesa dal 18,5% al 17,4%. 

Nel 2019 il lancio di 90 modelli. Per l'anno corrente il gruppo si aspetta di registrare una "leggera crescita" delle consegne alla clientela, un miglioramento dei ricavi di almeno il 5% e di arrivare a una redditività del 6,5%-7,5%, nonostante tutta una serie di ostacoli da affrontare. A preoccupare sono la situazione di rallentamento dell’economia globale, l'intensificazione della concorrenza, la volatilità dei cambi e la severità delle nuove procedure Wltp. Tuttavia a Wolfsburg, per superare "condizioni di mercati ancora sfidanti", contano su un'ampia offensiva commerciale: entro fine anno è previsto il lancio 90 prodotti, tra nuovi modelli e restyling. 

COMMENTI

  • Impressionante. Germania, il comparto auto d' europa
  • ennesimo piano industriale, stavolta si passa da 15 a 22 milioni di elettriche in 10 anni, per paragone la tuttora non grandissima tesla prevede 3 milioni di elettriche nel 2023, la fornitura delle batterie non è certissima, poi ci sono i cinesi, poi si sogna per quest'anno consegne in aumento. Auguri
     Leggi risposte
  • La Volkswagen Up, probabilmente già dalla prossima generazione, sarà solo elettrica, come già annunciato per le nuove Smart e Kia Soul. Tuttavia, non utilizzerà la piattaforma MEB perché non può essere adattata a un'auto così piccola. Dovrebbe avere circa 300 km di autonomia WLTP (con una batteria intorno ai 35 kWh), contro i 160 di quella attuale che sono ancora NEDC, e costare 7-8k in meno (intorno ai 20.000 euro). Anche le "sorelle" Seat Mii e Skoda Citigo molto probabilmente seguiranno la stessa sorte. Probabilmente la Smart avrà dei miglioramenti simili... Evidentemente, i volumi/margini di profitto per le citycar termiche stanno diventando troppo bassi per tenerle in piedi.
  • 70 modelli? Se aggiungono un motorino elettrico ad un motore, e questo è usato da 10 modelli, già vengono contati 10 modelli. Poi sappiamo che in VW contano come modelli anche le versioni di un modello. Comunque, almeno si stanno muovendo, o così pare. Però i nomi! Hanno dato una scossa elettrica ai creativi? Chi è che in ufficio si vanterà di aver comprato una Crozz? una Buzz? una El-Born o una Vizzzion? Oltre al fatto che in tedesco la B si pronuncia come una P, quindi El-Born è già in lizza per le migliori battute in tetesko. Qui si ride dei tedeschi che provano a parlare italiano dicendo (male) "tutto bene tutto bene"...
     Leggi risposte
  • A parole in VAG sono bravi ad elettrificare le loro auto ma di numeri significativi se ne riparlerà di qui a 10 anni, e solo nel 2025, ossia fra 6 anni, l'anidride carbonica prodotta sarà ridotta del 30%. Il che equivale a dire che stiamo ancora cercando di capire come si fanno e se si faranno ... E poi parlano di avanguardia della tecnica
     Leggi risposte
  • leggi tutto

    FOTO

    VIDEO
     -
     -

     -
     -

     -
     -

     -
     -

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19456/poster_001.jpg Il record della Stelvio Quadrifoglio al Ring http://tv.quattroruote.it/news/video/il-record-della-stelvio-quadrifoglio-al-ring News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19477/poster_001.jpg Alfa Romeo Giulia: i crash test IIHS http://tv.quattroruote.it/news/video/alfa-romeo-giulia-i-crash-test-iihs News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19479/poster_001.jpg Il crash test Euro NCAP della Range Rover Velar http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-euro-ncap-della-range-rover-velar News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19600/poster_001.jpg LS+ Concept, l'autonoma secondo Lexus http://tv.quattroruote.it/news/video/lexus-ls-concept News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20579/poster_005.jpg Ferrari 488 Pista, primo test a Fiorano! http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-488-pista-primo-test-a-fiorano- News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg Al volante della Porsche Mission E Cross Turismo http://tv.quattroruote.it/news/video/al-volante-della-porsche-mission-e-cross-turismo News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21060/20181025_200301.jpg Primo incontro con la Volkswagen T-Cross http://tv.quattroruote.it/news/video/vw-t-cross-mp4 News

    RIVISTE E ABBONAMENTI

    Il nuovo numero di Quattroruote vi aspetta in edicola e in edizione digitaleUn appuntamento da non perdere, che vede il proprio punto di forza nelle prove su strada, impreziosite da analisi ancora più approfondite su prestazioni, dotazioni tecnologiche e confort delle auto e personalizzate per i diversi modelli.

    Quattroruote

    Abbonati a Quattroruote!

    Sconti fino al 41%!

    SCOPRI TUTTE LE OFFERTE

    UTILITÀ

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui >
    Targa
    Cerca