Sicurezza

Crash Test Euro NCAP
Una sola stella alla Dacia Jogger: la bocciatura diventa un caso

Crash Test Euro NCAP
Una sola stella alla Dacia Jogger: la bocciatura diventa un caso
Chiudi

L'Euro NCAP ha assegnato una sola stella alla Dacia Jogger, senza però effettuare i consueti crash test. L'ente europeo, infatti, ha assimilato la sette posti alla sorella minore Sandero Stepway, una pratica comunemente riservata a vetture consanguinee che condividono per intero la meccanica. Tra le due auto del marchio ci sono effettivamente molte similitudini a livello tecnico, ma anche grandi differenze, a partire dalle dimensioni. Tra Sandero e Jogger, infatti, "ballano" 45 centimetri di lunghezza e 30 di passo, oltre a un centinaio di chili di peso.

Questione di Adas. Classificata dall'Euro NCAP nella categoria "supermini" (quella delle utilitarie), la Jogger è stata inoltre valutata nella versione base, senza pacchetti aggiuntivi per la sicurezza. L'esemplare preso in considerazione dall'ente era dotato solo delle frenata automatica d'emergenza (senza rilevamento pedoni) e del regolatore di velocità. Assenti, invece, dotazioni come la frenata d'emergenza con rilevamento degli utenti vulnerabili della strada (ciclisti e pedoni) e l'assistente al mantenimento della corsia, due Adas attualmente non disponibili per la Jogger. Queste mancanze (anche sulla Sandero) hanno portato la valutazione nella sezione Safety Assist al 39%: c'è però da segnalare che la frenata automatica ha fatto registrare dei buoni risultati, arrivando a 4,5 punti su un massimo di 6. Particolarmente bassa (41%) anche la valutazione della protezione degli utenti vulnerabili della strada: oltre all'assenza dell'Aeb, la Jogger è stata penalizzata da alcune aree di impatto poco curate a livello della testa (montanti e base del parabrezza) e del bacino (profilo anteriore del cofano). Le valutazioni sulla protezione degli occupanti, invece, sono ben più alte: 70% per gli adulti e 69% per i bambini.  

Il commento dell'Euro NCAP. Per motivare la valutazione della Jogger, l'ente europeo ha sottolineato anche l'assenza di un cicalino per le cinture di sicurezza della terza fila di sedili, mancanza che ha ridotto di una stella la valutazione della wagon rispetto alla segmento B: "La Dacia Jogger, che condivide la stessa piattaforma della Sandero Stepway testata da Euro NCAP lo scorso anno e valutata con due stelle, scende a una stella. L'auto è offerta in versioni a due file con cinque posti o a tre file con sette posti e un promemoria per le cinture di sicurezza non è disponibile nei sedili più arretrati di quest'ultimo. Inevitabilmente, l'auto perde una frazione di punto rispetto al suo modello partner e consuma il minuscolo margine che la Sandero doveva rimanere a due stelle".

Le altre auto. Oltre alla Jogger, l'Euro NCAP ha recentemente analizzato anche le nuove DS 4 e Honda HR-V, promuovendo entrambe con quattro stelle. Nel caso della francese, la valutazione sale a cinque stelle in presenza dei pacchetti di Adas aggiuntivi: così la valutazione dei Safety Assist passa dal 65% all'85%, mentre le altre valutazioni rimangono invariate, 85% per la protezione dei passeggeri adulti, 86% per i bambini e 74% per gli utenti vulnerabili della strada. L'ibrida giapponese, invece, si è fermata all'82% nei test sulla protezione dei passeggeri adulti, al 75% per quella dei bambini, al 72% per gli utenti vulnerabili della strada e al 78% per quanto riguarda i sistemi di sicurezza e di assistenza alla guida.

COMMENTI

  • Ormai tutto ciò che è europeo è affetto da politicaly correct. Quindi inaffidabile e da non prendere in considerazione. Quando i risultati erano quelli veri da chrash test, e non ga aggeggi elettronici erano cose serie, oggi non più per cui non li guardo nemmeno quando devo comprare un'auto.
  • Questa è l'ennesima forma di talebanesimo politically correct: una volta le prove Euro NCAP erano una cosa seria, ma da qualche anno non danno più il giusto peso alla protezione attiva e passiva dei passeggeri. Le stelle di valutazione ormai dicono poco: è meglio andare a leggere solo la percentuale di protezione dei passeggeri
  • Signori, non è che ci voglia un genio a capire che ogni cosa che inizi con "Euro.." sia ormai una Corazzata Potëmkin... Una civiltà che si è scavata la fossa con le proprie mani.
  • Credo che le valutazioni dovrebbero essere diverse. Una per la struttura, una per gli ausili elettronici, ed una complessiva. Mi chiedo poi se non sia il caso di iniziare a valutare alcuni elementi fondamentali per la sicurezza a prescindere dagli ausili elettronici, come ad esempio i fari ( nella capacità di illuminare e di non accecare fatalmente gli altri utenti della strada ) e i tergicristalli, oltre alla usabilità dei vari schermi per comandare funzioni che dovrebbero essere accessibili al tatto. Che senso ha vietare di usare un cellulare quando per cambiare il flusso del condizionatore devi andare a cercare l’’icona su uno schermo, che senso ha fare un discorso con un assistente virtuale quando con un dito faccio tutto e subito. Il primo sistema di sicurezza di qualsiasi mezzo è chi lo guida, se poi vogliamo seguire le amene interpretazioni di qualcuno che ha visto troppe volte guerre stellari perché è cool, è un altro discorso.
     Leggi le risposte
  • maicomprato un auto guardando le stelle ncap, quello che intessano sono costi acquisto e gestione, Poi se per valutare un'auto ci mettiamo anche gli accessori "sicurezza" allora siamo alle buffonate all'europea. Concordo con Marco Cera sul resto
  • Proprietà transitiva tra 2 modelli, stelle che vanno e che vengono a seconda degli aggeggi elettronici montati, si considera sicurezza passiva e attiva assieme. Test, che ormai dal mio punto di vista stanno perdendo credibilità. Test nati per valutare la resistenza di un'auto in caso di impatto, adesso danno più importanza ai cicalini. Tuttavia l'ergonomia dei comandi non viene valutata, che oggi, con tutti questi schermi touch che inglobano sempre più funzioni (vedi comandi climatizzatore) e che sembrano delle PlayStation, peggiora di modello in modello. Senza parlare della illuminazione degli abitacoli in stile discoteca. Comunque, test Euro NCAP, mai considerato nella scelta di un'auto.
     Leggi le risposte
  • Purtroppo i test Euro NCAP, partiti con nobili intenzioni, sono diventati sempre più cervellotici ed avulsi dalla realtà. Affermo questo perchè ormai mi sembra che su varie caratteristiche, dalla sicurezza alle emissioni, gli enti regolatori europei impongano livelli sempre più alti, raggiungibili solo rendendo le auto sempre più pesanti e costose. Probabilmente si spera così, alzando sempre più l'asticella, di risolvere il problema del traffico e della congestione, rendendo le auto, come una volta, accessibili solo a fasce ristrette di popolazione: gli altri possono sempre riscoprire il treno o la bicicletta
  • oramai si valutano più o sistemi di aiuto alla guida (che come dimostrato nelle prove qr) nella vita reale spesso funzionano poco (specie di notte) e nn viene valutata la pericolosità dei comandi a sfioramento o dei touch con menù per accedere al clima che fan figo ma distraggono e/o funzionano male. pulsanti tradizionali e 3 rotelle non necessitano nemmeno di spostare gli occhi ma di un po' di memoria
  • Resta il fatto che le Dacia sono auto funzionali, economiche, ma non sono auto sicure (mai raggiunte le 5 stelle nella loro storia). Per Stellantis ennesimo risultato inferiore alle 5 stelle: la sicurezza è un optional (5 stelle solo con pack).
     Leggi le risposte
  • Mi sembra il minimo, queste vetture, anche la Duster, non dovrebbero proprio essere vendute in Europa. Io mi chiedo come mai una persona normale, per risparmiare qualche migliaia di Euro, metta in pericolo se' stesso e la propria famiglia. Assurdo.
     Leggi le risposte
  • io oramai guardo solo la percentuale della protezione occupanti
     Leggi le risposte
  • Non so se sbaglio, ma credo Jogger e Sandero usino la piattaforma della Renault Clio, quindi immagino che, salvo alcune differenze nella scocca, il risultato al crash in termini strutturali sia simile o identico a quello della compatta francese (che credo sia buono). Se così fosse, mi pare che il peso dell'elettronica finisca col distorcere eccessivamente il risultato finale.
  • è iniziato l'attacco contro la Dacia che sta rompendo troppe uova nel paniere... La gente si sveglia, e al clima comandato dalle "gesture" (ma dai...) inizia a preferire la rotella. A una macchina che ti distrae in continuazione dalla guida con avvisi continui preferisce una che ti lascia guidare tranquilllo. Come fare per mettergli i bastoni tra le ruote? Scateniamogli contro un centinaio di blogger pagati e un bel rating negativo dell'euro NCAP
  • Mi sembra che adesso stiano esagerando: sto guidando da decenni senza adas e non ho mai sbattuto... se uno mi viene addosso, allora sì, che voglio un'auto resistente e che mi protegga. Io chiedo di sapere come vanno la resistenza e la dissipazione della forza degli urti, ma togliere una stella per il cicalino della terza fila... sarò vecchio, ma non credo che sia corretto valutare le auto solo sulla base degli 'aiutini' elettronici.
     Leggi le risposte
  • Direi che l'applicazione della proprietà transitiva a 2 modelli, si parenti stretti tra loro ma comunque diversi, è abbastanza demenziale e getta discredito sulle valutazioni di questo ente, che invece tanto ha fatto negli ultimi anni per spingere le case a migliorare la sicurezza delle auto. Provare fisicamente pure la Jogger costava così tanto da indurre questa classificazione puramente teorica???
     Leggi le risposte
  • Ne venderanno tante comunque