BMW X1 La prova della xDrive20d xLine

BMW X1
La prova della xDrive20d xLine
Chiudi
 

Se razionalità dev'essere, che razionalità sia. Piena, totale, assoluta. Ecco quindi servita la seconda generazione della X1, che smette di sembrare una Serie 1 in abiti allroad e si allinea al resto del mondo. Ed è cosi che la più piccola delle sport utility BMW diventa una vera e propria concorrente di un'Audi Q3 o di una Mercedes- Benz GLA. Come dire una Nissan Qashqai di alto bordo, perché la X1 del 2015 ha finalmente pareggiato i conti con tutti quegli aspetti razionali che su una Suv sono imprescindibili: spazio per i passeggeri, capacità di carico, versatilità. Il tutto senza perdere originalità stilistica.

Occhio alle cifre. Per quanto si tratti della piccola di famiglia, meglio non farsi illusioni sotto il profilo economico. Ci riferiamo non tanto al prezzo d'attacco, perché per un'auto del genere 30 mila euro sono la cifra corrente, quanto all'esemplare della nostra prova. Tra allestimento XLine e accessori si arriva a sfondare la soglia dei 60 mila euro. Quando si sale a bordo, però, almeno in parte si lenisce il dolore di aver firmato un assegno di quella consistenza: appena si apre la porta, infatti, si ha immediatamente la sensazione che sia arduo fare paragoni con l'X1 delle origini senza essere impietosi. Nonostante il corpo vettura sia più corto di quattro centimetri, la profonda rivisitazione dell'impostazione meccanica ha regalato all'X1 una gran quantità di spazio, oltre a una versatilità quasi stupefacente. C'è posto per fare stare comodi quattro passeggeri e, grazie ai sedili posteriori scorrevoli, anche la zona bagagli è diventata estremamente interessante. A richiesta (195 euro), si può avere lo schienale del sedile anteriore abbattibile. I materiali sono scelti con cura e creano un ambiente moderno ed elegante, nel quale il lusso non si abbandona alla benché minima pacchianeria.

Rigida quando serve. Nonostante la presenza delle sospensioni a controllo elettronico (optional da 510 euro), la X1 ha un assetto piuttosto solido in tutte le situazioni e diventa rigida solo quando si trova ad affrontare ostacoli brevi come buche o gradini. Ciò non toglie, però, che si tratti di un'auto confortevole e tutto sommato rilassante, capace di rivelarsi un'ottima viaggiatrice. Il merito è pure della ricca dotazione di dispositivi elettronici di ausilio alla guida: sono molti, ben calibrati e vale la pena di citare soprattutto l'avviso di collisione (per la puntualità nelle segnalazioni e per la sostanziale assenza di falsi) e l'assistenza alle code in autostrada che, fino a 60 orari, gestisce da solo sterzo, acceleratore e freni. E non è tutto, perché l'elettronica ci mette del suo anche quando si torna a guidare in modo tradizionale: la gestione delle cambiate, per esempio, tiene conto della strada che si sta percorrendo. Secondo la pendenza e la presenza di curve o di rotonde, il cambio sceglie la marcia in maniera ancora più appropriata, a tutto vantaggio dei consumi e della capacità d'interpretare al meglio ciò che serve al pilota.

Meno sportiva, però… In pratica, si tratta di un piccolo e ulteriore contributo a quel piacere di guida che, storicamente, è uno dei punti di forza della BMW. Certo, il radicale cambio d'impostazione meccanica in questo senso non aiuta, perché la X1 oggi è una tutt'avanti che, come nel nostro caso, può avere anche la trazione integrale. Significa che la distribuzione delle masse non arriva a rispettare quella perfetta parità tra avantreno e retrotreno che è tipica delle auto made in Monaco, ma poco male. Rispetto al passato, l'anima è un po' meno schiettamente sportiva, ma in fondo la perdita sotto questo profilo non è così determinante, visto che si tratta di un'auto formato famiglia. E, in ogni caso, ce n'è abbastanza per divertirsi: per quanto il baricentro sia un pochino più alto di prima, basta una strada ricca di curve per mettersi tranquilli e scoprire che il marchio bianco e blu sul cofano non è lì per caso. Per il resto, le buone notizie sono quelle di sempre, a cominciare dalla notevole alchimia che riesce a mettere insieme prestazioni di gran livello e consumi che non spaventano neppure chi ha parenti dalle parti di Edimburgo. I 190 cavalli impiegano un amen per presentarsi a rapporto e, a quel punto, diventa difficile ricordarsi dei 1.800 chilogrammi in ordine di marcia fatti segnare sulle bilance del nostro Centro prove.

Alessio Viola
(Prova su strada ripresa da Quattroruote di gennaio 2016)

Pregi e difetti

BMW X1 X1 xDrive20d xLine

Pregi

Versatilità. Tra abitacolo e bagagliaio, ha tutto quel che serve per soddisfare anche chi bada alla praticità, oltre che al prestigio.

Prestazioni. Il termine va inteso a tutto tondo: qui stupisce soprattutto il rapporto tra la notevole vivacità e i consumi, sempre molto contenuti.

Difetti

Prezzo. Le Suv compatte premium sono costose, non è una novità. Detto queto, gli oltre 60 mila euro di questa X1 restano una cifra a dir poco ragguardevole.

Assetto rigido. Assorbe con una certa difficoltà gli ostacoli brevi. Ed è un peccato, perchè nel complesso si tratta di un'auto piuttosto confortevole.



leggi tutto

Dati & prestazioni

Velocità
Massima
217.195 km/h (IN VII)
Accelerazione
0-100 KM/H
8.6 s
400M DA FERMO
16.1 s
1KM DA FERMO
29.7 s
RIPRESA A MIN/MAX CARICO
70-120 KM/H
8.1/9.1 (IN D)
1 KM DA 70 KM/H
26.6 (IN D)
FRENATA
100 KM/H A MINIMO CARICO
40.9 m
CONSUMI MEDI
STATALE
16.1 km/l
AUTOSTRADA
14.6 km/l
CITTÀ
13.2 km/l

Pagelle

Abitabilità
Accelerazione
Accessori
Audio e navigazione
Bagagliaio
Cambio
Climatizzazione
Confort
Consumo
Dotazioni sicurezza
Finitura
Freni
Garanzia
Motore
Plancia e comandi
Posto guida
Prezzo
Ripresa
Sterzo
Strumentazione
Su strada
Visibilità

Listino & costi

Gianni Polimeni

Con 60.000€ mi compro una Stelvio con TUTTI gli optional. Ma gli italiani devono essere proprio dei fessi per comprare certe auto....

COMMENTI

  • Con 60.000€ mi compro una Stelvio con TUTTI gli optional. Ma gli italiani devono essere proprio dei fessi per comprare certe auto....
  • Gentili Alex M. e Andrea M., ho letto il vostro scambio condividendo l'oggetto della discussione (nello specifico, il sospetto abbandono da parte di BMW della TP e dell'attenzione alla dinamica di guida a vantaggio di un prodotto commerciale funzionale ai volumi di vendita). Apprezzo, d'altronde, il tono di entrambi sempre pacato e costruttivo. E' una banalità la mia considerazione e non aggiunge nulla alla discussione ma trovo necessario darne evidenza alla luce di forum che troppo spesso si riducono a contenitori di insulti da parte di ignoranti. Per questo motivo ringrazio entrambi per gli interventi
  • Sig. Molino la ringrazio per la risposta, e sono daccordo con Lei in linea di principio, ma questa corsa al ribasso e' fliglia del risparmio sui costi e sull' acquisto di componenti che ogni casa automobilistica chiede al proprio ufficio acquisti prima e agli ingegneri di mettere in pratica in seguito. E' sempre stato cosi' e non cambiera'. Alla BMW sanno benissimo che nessuno alza l' auto e controlla nei dettagli lo schema delle sospensioni prima di acquistarla, gli basta guardarla da fuori e sedersi dentro. Anche la prova in pista fatta dall' Ing Massai non trova riscontri nella realta', non e' che l' acquirente medio BMW fa una prova di sottosterzo su strada o in pista per testarne la resistenza al limite con l' auto del concessionario. Queste cose lasciano il tempo che trovano e vanno bene per gli appassionati e le riviste, ma nella realta' il padre di famiglia o la Signora che vuole la X1 guardano come va il navigatore e il colore dei sedili. E' da sempre cosi'.
     Leggi risposte
  • wow...60.000€ e come dice l'articolo " c'è spazio per fare stare comodi quattro passeggeri", grazie quattroruote, corro a comprarla!
  • Gentile Sig. Alex M. la mia esortazione al confronto tra SEAT ATECA e BMW X1 è stata ovviamente una provocazione finalizzata a far riflettere i lettori di QR e i frequentatori del forum di come l'impoverimento tecnico del comparto telaistico dell' X1 abbia portato come conseguenza un decadimento delle doti dinamiche. A malincuore le devo dare ragione quando afferma che gran parte degli automobilisti di questioni tecniche ne capisce poco ma il mio era uno sfogo da fan deluso rivolto agli amici virtuali del forum che invece immagino appassionati e competenti altrimenti non perderebbero tempo su questo sito. Penso che chi in questo momento si accinge a leggerci sappia cosa comporta l'innalzamento del baricentro, la corretta distribuzione dei pesi o quali vantaggi dinamici possa dare una sospensione ben progettata e correttamente realizzata. Che poi ci sia una buona parte di utenti che si fa attrarre più dall'involucro che dal contenuto non è un problema di noi appassionati. Immagino che tra qualche mese qualche proprietario di X1 ( pienamente appagato dalla bellezza degli interni del suo nuovo acquisto ) si troverà su una strada tortuosa dietro una ATECA, peraltro motorizzata in modo più modesto, e tribolerà a tenerne il passo. A quel punto magari una dubbio gli sorgerà: con i 20K euro che poteva risparmiare magari ci stava l'utilitaria accessoriata di tutto punto per il figlio. Da appassionato del marchio dell'elica mi auguro che questa involuzione finisca qui. Buon residuo di vacanze a tutti gli appassionati delle auto!
  • Sig. Cera si informi sui dati forniti dalle case, BMW inclusa sulla segmentazione dei suoi clienti e cosa li spinge all' acquisto e sia in disaccordo con loro non con me. Ma il suo disaccordo non cambia la realta'. La scelta delle case su quale trazione usare ha ben altre motivazionie di sicuro non convince quasi nessuno all' acquisto di un auto, altrimenti tutte le case a TA avrebbero chiuso da tempo e AUDI non farebbe record su record da anni con le sue povere auto a TA. All' Audi sanno benissimo che alla gente importa di piu' del navigatore che della trazione. La prego di abbandonare il suo romanticismo. Anche a me mancano gli anni '80 ma non me ne vado in giro vestito da paninaro e critico che non lo fa.
     Leggi risposte
  • Sig. Molino Purtroppo Lei ha risposto da solo alla sua critica dandosi torto. Le auto si scelgono in base a due parametri come qualsiasi concessionario potra' confermare. Gli esterni e gli interni. Sono questi due fattori che spingono all'acquisto. Della trazione, sospensioni e prestazioni rispetto alle altre non importa niente a nessuno considerando anche che l' 80% dei clienti BMW non sanno di acquistare una TP. Dunque il paragonone che ha fatto con la Seat non regge e non ha senso. La BMW e' superiore in tutto. Diversa e' la questione dell' accenno fatto dall' Ing. Massai alla RR Evouque la Regina indiscussa della categoria di un altro livello rispetto a questa. Nessuno con un po' di buon gusto preferirebbe questa alla RR - EVQ. Credo che su uesto samo tutti daccordo.
     Leggi risposte
  • Premetto che sono un grande fan delle auto made in Monaco e le auto sportive ma eleganti e capaci di conservare una certa classe mi hanno sempre intrigato. Io per natura sono severo con chi ammiro perché ritengo che debba essere sempre al top: da questa premessa si possono capire le mie critiche a questo modello. Tralasciamo per il momento il prezzo focalizziamo l'attenzione sulla semplificazione ( e banalizzazione ) meccanica divenuta una comunissima tutt'avanti a motore trasversale e la sospensione posteriore "castrata" rispetto al modello precedente. Di conseguenza anche i numeri sono impietosi: prendete il numero di QR di agosto e leggete la prova della SEAT ATECA 4D TDI 150 CV che con 40 CV in meno e semplice cambio manuale riesce a starle davanti nel giro in pista e sostanzialmente pareggia in tutte le prove dinamiche. Sono due vetture comparabili come tipologia e dimensioni la vera differenza la fa il prestigio del marchio. E' vero che la BMW è più bella sia dentro che fuori ma la vera differenza dovrebbe emergere su strada tra le curve: invece ci troviamo davanti ad un sostanziale pareggio anzi in alcune prove prevale addirittura la SEAT. Considerando la differenza di prezzo di 20M euro mi pare che in questo caso qualcuno stia cercando di venderci una bottiglia di TAVERNELLO al prezzo del BRUNELLO DI MONTALCINO..... Delle due l'una: o ci restituiscono l'eccellenza ed esclusività meccanica come da tradizione oppure adeguano i prezzi a quelli degli altri veicoli che non hanno nulla di esclusivo ed elitario ma sono "semplicemente" ben fatti.
     Leggi risposte
  • Come sempre un grazie e un plauso all'ing. Paolo Massai per l'ottimo servizio. Peccato per l'evidente peggioramento rispetto alla precedente X1 del comparto telaistico. Penso che per una vettura che costi 40kEuro, o 60, non sia in alcun modo giustificabile né accettabile una simile semplificazione, che compromette in parte la guidabilità, a fronte di un risparmio industriale che secondo me non è superiore a 200 euri, ma anche fosse di 1000 euro, va a squalificare un'auto che vuole porsi ai vertici della propria categoria....ma tanto conta molto di più il blasone che non la meccanica...finché dura.......
  • Concordo con F.B. La BMW l'apice l'ha raggiunto con le serie precedenti (3er e90, 5er 960, etc.). Secodo me Adrian van Hooydonk sta distruggendo tutto quello che aveva fatto il buon Chris Bangle. Io avevo la 330i e91... era fantastica: leggera, rigida, sportiva, e molto sobira. Poi ho cambiato con la 335i f30... questa rispetto alla precedente era meno sportiva, assetto più molle, e dava l'impressione di un paciosa berlinotta (infatte ha le stesse dimensioni della vecchia 5 e39). Ora ho preso l'M2 e devo dire che è forse l'unica BMW che tiene alto il nome.
     Leggi risposte
  • Ma non è una vera BMW, è una mini rialzata, con un'impostazione tecnica degna delle migliori Fiat che però la furba BMW è capace di far pagare a peso d'oro. E'una BMW, per gente che non ha la minima conoscenza tecnica della meccanica, ma che guarda solo al marchio (che si sta sputtanando).
  • L'ho appena comprata , è vero che ha il pianale della Mini countryman ed è a traz. anteriore. Debbo dire che è spaziosa molto ben rifinita è silenziosissima e va molto bene inoltre dal listino si riescono ad avere dei discreti sconti, la mia con opt. da 42 a 35 M€. Voglio anche dirvi che non la cambierei con una giap qualunque e che immagino e spero che abbia una grande tenuta come usato.
  • Mi è capitato di vederla di tre quarti posteriore (il resto era nascosto da un'auto parcheggiata accanto) e pensavo fosse la serie 2 Sport Tourer!! Non dico altro. Per me la vecchia X, era mille volte meglio di questa sia meccanicamente che anche stilisticamente.
  • L' allestimento Xline già piuttosto completo a listino sono 44.300, sicuramente si può ragionare su sconti minimi del 5% (e sono prudente). Che senso ha commentare e ragionare sulla base dei 60.000 del modello in prova? Direi che ogni auto con 18.000 di accessori diventa esageratamente cara.
  • Sembra un X3, ma sotto sotto è un Mini.
     Leggi risposte
  • E' più banale del modello vecchio. Hanno fatto una X3 più piccola. Ma è la scelta giusta. Sul prezzo concordo che è alto. Ci sono alternative giapponesi (vedi Mazda CX) che costano meno e danno di più. O comunque non hanno niente da invidiare rispetto a questa. La Q3 manco la considero.
  • Anche se appassionato BMW, questa X1 non mi piace e penso che quella vecchia sia tecnicamente più raffinata. Cmq tutta la gamma attuale - ad eccezion fatta per la serie 2 (non l'activeTourer che è una bestemmia) - non entusiasma, tanto che negli USA le vendite sono calate parecchio (anche qui ad eccezione della serie 2).
  • Non commentando la macchina dal prezzo oltre ogni pudore, forrei sottolineare per l'ennesima volta la bravura del Masai, prove di livello assoluto, non solo nel mondo dei media Italiani, sviscera aspetti tecnici che altri non ne conoscono nemmeno l'esistenza.
  • 60.000 euro per una x1..... bisogna essere dei totali ingenui
  • 60.000 euro per una x1..... bisogna essere dei totali ingenui
     Leggi risposte
  • 510 dieci euro per le sospensioni elettroniche e 195 per uno schienale abbattibile???????? ma come li fanno i prezzi??
  • Devo dire che questa X1 non è affatto male sul piano del design e per la prima volta parliamo di una tedesca bella anche nella versione base. Ma: come si può parlare di auto familiare quando si ha a che fare con una cifra di 60k €? Non è una qiestione di chi può e chi non può...ma una questione di logica dei termini, perchè se una famiglia aggiata può arrivare a spendere 60000 euro in una vettura, a mio avviso, non si ferma alla X1 perchè si aprono ben altre possibilità di scelta...più premium. Quando la vera concorrente familiare del suo segmento (la Qashqai) si pone appena sopra i 30000 nel top di gamma secondo me si deve cominciare a parlare prezzo fuori mercato per la X1...non importa salire a borbo e dire "uhm ok...spesi bene" nooo...affatto spesi bene!...stiamo parlando di 30000 eiro in più rispetto alla concorrenza! Se fossimo ai tempi della lira, spendereste 120.000.000 in una compatta? Per una X1 il prezzo corretto dovrebbe essere intorno ai 40.000....non 60.000! Va bene essere ricchi ma, non stupidi...anche perchè le BMW si rompono come tutte le altre auto al mondo...con i 30000 in più non si compra mica l'immunità dal meccanico!! Mah...voi cosa ne pensate?
  • Senza addentrarmi nella questione se sia un "sacrilegio" per BMW essere passati al motore trasversale, direi che a livello estetico siamo su un altro pianeta rispetto alla goffa X1 prima serie...... Quanto al "sistema di assistenza alle code in autostrada che gestisce da solo sterzo, acceleratore e freni", .... io terrei sempre d'occhio di non seguire un camion bianco che "l'aggeggio" potrebbe scambiare per il cielo ..... (-_-)
  • Sino ad ora l'ho vista (e sentita) passare e non l'ho provata, ma dall'esterno che orrore lo sferragliamento del motore, ecchediamine!
     Leggi risposte
  • La S7 sullo 0-100 fa meglio.
     Leggi risposte
  • SERVIZI QUATTRORUOTE

    Scarica la prova completa in versione PDF

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!
    Seleziona
    • Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ALPINA-BMW
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CHRYSLER
    • CITROEN
    • CORVETTE
    • DACIA
    • DAEWOO
    • DAIHATSU
    • DALLARA
    • DODGE
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • GREAT WALL
    • HONDA
    • HUMMER
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • INNOCENTI
    • IVECO
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MAHINDRA
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MERCEDES
    • MG
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROVER
    • SAAB
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TATA
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Seleziona
    • Seleziona