Alfa Romeo Giulia Veloce 2.0 T 280 CV vs 2.2 TD 210 CV

Andrea Stassano Andrea Stassano
×
 

La protagonista della nostra Prova su strada è l'Alfa Romeo Giulia Veloce, che si è regalata, oltre alla trazione integrale Q4, motori più potenti: il nuovissimo 2.0 turbobenzina da 280 CV e l'evoluzione del 2.2 a gasolio da 210 CV, entrambi abbinati al cambio automatico ZF a otto marce. Inoltre, le due auto in prova sono equipaggiate con il pacchetto Performance (2.200 euro), che prevede un autobloccante posteriore e le sospensioni a controllo elettronico. 

La prova completa della nuova Alfa Romeo Giulia Veloce benzina e diesel

2.0 turbobenzina. La curiosità, a questo punto, è verificare, oltre alle prestazioni, se la trazione integrale abbia influito sul modo di esprimersi della Giulia. La posizione di guida, rasoterra e a gambe semidistese, mette già a proprio agio, con il volante quasi verticale. Un tocco con il pollice sinistro sul pulsante Start, e il 2.0 turbobenzina si avvia, sommesso, senza vibrazioni. Anche in Drive, a bassa andatura, è un piacere girare nel traffico. Tanto basta poco per divincolarsi, con 400 Nm disponibili subito e il cambio automatico sempre pronto ad assecondare i voleri di chi guida. Anche lasciando fare al cambio in Drive si va spediti, senza che la lancetta del contagiri arrivi neppure a quota 3.000. Osando di più, diventa protagonista la progressione, tanto robusta quanto vellutata. Le raffinate sospensioni a controllo elettronico sono molto efficaci e quasi prive di rollio; ciononostante non rendono mai la vita dura a chi sta a bordo. Risultano un po' più rigide, in particolare sulla diesel, soltanto su tombini e rotaie: nell'uso normale rispondono bene (in Dynamic si possono anche ammorbidire, con il pulsante sul manettino, lasciando motore e cambio “cattivi"). Il tutto con pneumatici opzionali da 19˝, barra 40 davanti e barra 35 dietro. Nei tratti in montagna, poi, la spinta ai bassi regimi del 2.0 turbobenzina e la felice abbinata con il cambio automatico regalano una guida coinvolgente. Le mani agiscono, rapide, sui grandi paddle da supercar solidali al piantone che, grazie alla loro forma, possono essere richiamati in curva con la punta delle dita. Terza, quarta, quinta ravvicinate, in sequenza: una meraviglia. Ma la Giulia Veloce si esalta pure nel misto stretto, con il retrotreno che "gira" molto, restando però sempre saldo. La ripartizione delle masse si conferma inchiodata sull'ottimo rapporto “51/49" tra i due assi: la berlina Alfa rende facili i passaggi ostici e offre la sensazione di un controllo elevato, con i limiti che sembrano sempre lontani. In genere, al semplice accenno di pattinamento del retrotreno, la coppia sembra già bell'e trasferita (fino al 50%) all'avantreno, senza quasi che se ne abbia la percezione: in condizioni normali, la Q4 è una posteriore pura, che diventa integrale solo quando serve.

2017-Alfa-Romeo-Giulia-Veloce-94

La 2.2 diesel.  In pista le Veloce sono andate forte, con la 2.0 benzina in vantaggio. Pure la diesel si è ben comportata, staccando un tempo di oltre un secondo e mezzo inferiore a quello della 2.2 da 180 CV. Merito del grip dei 19˝ e delle quattro ruote motrici. Soprattutto tra i cordoli, però, non ci sarebbe stata male un'ulteriore opzione del manettino, con l'inclusione di una soglia d'intervento più permissiva dei controlli. I collaudatori hanno segnalato un feeling un po' filtrato del pedale dei freni, comunque potenti e resistenti. Il 2.2 a gasolio vanta una coppia poderosa: 470 Nm e si sposa assai bene all'automatico a otto marce con convertitore, così le cambiate in manuale si susseguono rapidissime e, sulla schiena, si avverte pure una piccola “spinta", quando si è in modalità Dynamic. Pressoché nulle le vibrazioni del motore. La spinta comincia presto, sotto i 1.500 giri, e rallenta poco dopo i 4.200 (si sfiorano comunque i 5.000). Rispetto alla versione provata, i 30 CV in più non si avvertono su strada quanto avviene sulla nostra pista: in ogni caso, la Veloce a gasolio sa come farsi apprezzare, sfoderando prestazioni tra le più vivaci della categoria. Le due Giulia non se la cavano benone solo in curva, ma vantano pure valide doti da stradiste: e questo anche grazie alla rapportatura del cambio, con l'ottava marcia di grande crociera. Ecco i numeri: la versione benzina viaggia a 130 in Drive a soli 2.100 giri, mentre alla diesel ne bastano 1.750.

Andrea Stassano

(Prova su strada ripresa da Quattroruote di febbraio 2017)

Pregi e difetti

ALFA ROMEO Giulia Giulia 2.0 Turbo 280CV AT8 AWD Q4 Veloce

Pregi

Prestazioni. Un autentico fuoriclasse, il 2.0 benzina, con performance eccezionali. A ciò si aggiungono una guidabilità sempre coinvolgente e l'elevata sicurezza offerta dalla trazione Q4.

Difetti

Diamentro si sterzata. Complice la presenza della trazione integrale, fare manovra negli spazi stretti diventa un pò macchinoso rispetto alla versione posteriore.

Dotazioni. Rispetto all'esordio, l'elenco si è un pò allungato. Resta ancora vero, però, che manca qualcosa per competere a pieno titolo con le sterminate liste delle rivali.



ALFA ROMEO Giulia Giulia 2.2 TD 210 CV AT8 AWD Q4 Veloce

Pregi

Motore e cambio. Non che l'abbinata deluda, sulla 2.0 T, anzi. Però, forse, sulla turbodiesel raggiunge il massimo di efficienza, grazie pure ai 470 Nm disponibili sin dai regimi più bassi.

Difetti

Diamentro si sterzata. Complice la presenza della trazione integrale, fare manovra negli spazi stretti diventa un pò macchinoso rispetto alla versione posteriore.

Dotazioni. Rispetto all'esordio, l'elenco si è un pò allungato. Resta ancora vero, però, che manca qualcosa per competere a pieno titolo con le sterminate liste delle rivali.



Dati & prestazioni

 
ALFA ROMEO Giulia 2.0 Turbo 280CV AT8 AWD Q4 Veloce
ALFA ROMEO Giulia 2.2 TD 210 CV AT8 AWD Q4 Veloce
Velocità
Massima
241.167 km/h (IN VII)
229.005 km/h (IN VII)
Accelerazione
0-100 KM/H
5.3 s
6.7 s
400M DA FERMO
13.5 s
14.8 s
1KM DA FERMO
24.8 s
27.2 s
RIPRESA A MIN/MAX CARICO
70-120 KM/H
5.3 (IN D)
6.9 (IN D)
FRENATA
100 KM/H A MINIMO CARICO
39.6 m
38.7 m
CONSUMI MEDI
STATALE
12.7 km/l
15.8 km/l
AUTOSTRADA
12.4 km/l
15.2 km/l
CITTÀ
9.8 km/l
12.9 km/l
-
 
ALFA ROMEO Giulia 2.0 Turbo 280CV AT8 AWD Q4 Veloce
  • ALFA ROMEO Giulia 2.0 Turbo 280CV AT8 AWD Q4 Veloce
  • ALFA ROMEO Giulia 2.2 TD 210 CV AT8 AWD Q4 Veloce
ALFA ROMEO Giulia 2.2 TD 210 CV AT8 AWD Q4 Veloce
  • ALFA ROMEO Giulia 2.0 Turbo 280CV AT8 AWD Q4 Veloce
  • ALFA ROMEO Giulia 2.2 TD 210 CV AT8 AWD Q4 Veloce
Abitabilità
3.5
3.5
Accelerazione
5.0
5.0
Accessori
3.5
3.5
Audio e navigazione
4.0
4.0
Bagagliaio
3.0
3.0
Cambio
5.0
5.0
Climatizzazione
4.5
4.5
Confort
4.5
4.0
Consumo
3.5
3.5
Dotazioni sicurezza
3.5
3.5
Finitura
4.0
4.0
Freni
5.0
5.0
Garanzia
2.0
2.0
Motore
5.0
5.0
Plancia e comandi
4.5
4.5
Posto guida
5.0
5.0
Ripresa
5.0
5.0
Sterzo
5.0
5.0
Strumentazione
4.5
4.5
Su strada
5.0
5.0
Visibilità
3.5
3.5

Confronta queste auto

Massimo Carli

Ho avuto tre 159jtdm sw con cui ho percorso in media 160mila km per ogni auto. Zero problemi. Ora la Giulia 150cv atm8, auto fantastica. Prima di criticare guardatevi allo specchio.

COMMENTI

  • Ho avuto tre 159jtdm sw con cui ho percorso in media 160mila km per ogni auto. Zero problemi. Ora la Giulia 150cv atm8, auto fantastica. Prima di criticare guardatevi allo specchio.
  • Costano troppo per il guidatore medio italiano, bisogna avere il conto in banca con 6 zeri per comprarne una
  • Mah.. niente di più di una 159. Con la differenza che per questa 159Giulia ci vogliono più di 30.000 eurini prezzo assolutamente fuori luogo per una Alfiat ! Sportività è una cosa, materiali scarsi è un,.'altra! Costasse intorno ai 23.000 sarebbe il suo prezzo giusto , al pari delle pari livello! Io vivo in veneto e qui , a parte in concessionaria, calma piatta nel vederne in giro! Mooooolto lontani dai numeri tedeschi . A Treviso ci sono più classe c che 500 😂😂😂
  • Un troll che scrive qui ha scritto più volte che 159 era amatissima dagli alfisti va beh:-) e primeggiava nella prestazioni rispetto alle avversarie col 150 CV 1900 che in effetti su auto più leggere andava circa come la migliore concorrenza. Riporto qui i dati di 159vs 320 Delle prove di Quattroruote del 2005. Velocità 206vs226 kmh 0/100 8.5vs 70/120 16.3vs20.7 consumi 16.9vs14.3 16.7vs13.2 13.0vs12.2, dati che si commentano da soli. Per fortuna tra Giulia e la:attuale Sr3 le differenze si sono annullate.
     Leggi risposte
  • Su questo tipo di auto il cambio automatico è una stupidaggine
  • Beh, nel triangolo Lecco/Bergamo/Milano io di Giulia comincio a vederne un bel po' e devo dire che nonostante l'effetto novità sia esaurito la trovo attualmente la più bella berlina sul mercato. Almeno rispetto alle concorrenti dirette... Poi è chiaro che è un discorso prettamente soggettivo. Di Stelvio ne vedo meno, ma ho un amico che ha dovuto aspettare la "first edition" 4 mesi dalla data ordine. Era piuttosto arrabbiato, ma la macchina è davvero bella, anche per un non amante dei SUV come me. E mi dice si guidi davvero molto bene. Io aspetto ancora una bella Giulia SW che per me sarebbe la quadratura del cerchio. In Alfa Romeo devono crederci fino in fondo e quindi la gamma DEVE essere completata. Certo i dati sui ricavi li hanno loro e solo loro possono valutarne la convenienza o meno. Però senza station wagon l'immagine Alfa a mio avviso viene indebolita... Le nicchie oggi sono importanti. Per non parlare poi di una versione coupè. Lì si che gli alfisti e non solo salterebbero di gioia!!
     Leggi risposte
  • Fede suisse patria dei benzina potenti da sempre, ai tempi le regine erano le subaru ora la A amg:-) Qui ovviamente ci sono giulia/stelvio ma non fa testo:-).....in zone "neutrali" l'occhiometro, per quel che conta, vede più o meno lo stesso numero di giulia e stelvio....ma stelvio è uscita 9 mesi dopo e le stelvio hanno il portatarga diverso....questa frase "chi sa" capisce....altri non ci arriveranno mai:-)
     Leggi risposte
  • in versione speciale, vista al salone di torino, è veramente sportiva e affascinante....per me in assoluto il meglio in commercio oggi, per chi ama l'auto sportiva come me. E' evidente però che nonostante un ottimo prodotto...rientrare in un mercato cosi competitivo da zero è difficile......ci vorrà del tempo...
     Leggi risposte
  • Al di la delle solite considerazioni sulla Giulia ormai trite e ritrite, dunque inutile ripeterle, mi sorprende molto la differenza di consumo di soli 3 Km/litro a vantaggio della diesel, solitamente siamo a livelli più marcati (almeno un 30% e in alcuni casi anche di più), di certo sfruttando la meccanica il delta dovrebbe ampliarsi però stante così i numeri la convenienza di viaggiare a gasolio è da verificare...... poi ovviamente qui sul groppone della versione a benzina ci sono anche i 4.000 euro di listino e (almeno in italia) il superbollo sui 30 Cv eccedenti i 250.....
     Leggi risposte
  • Sono in vacanza in Italia ormai da una settimana (a Milano) e di Giulia e Stelvio ne ho viste proprio poche. A differenza delle solite tedesche, dappertutto. Non vende? Mi spiace molto ciò, perché le due auto mi sembrano belle e valide. A questo punto se Alfa Romeo non riesce a vendere bene un prodotto valido, allora.. è meglio che lasci perdere.
     Leggi risposte
  • L'auto dopo "l'effetto novità" va "sostenuta" in tutti i modi, bene parlarne sempre su testate auto........io proverei anche il 150cv penso che alla fine anche lui garantisce ottime prestazioni...curioso di sapere se va tanto meno del 180cv e se consuma uguale o un pò meno.
     Leggi risposte
  • 4800 kilometri per l'Europa e manco vista una in strada. Bel traguardo.
  • La Giulia è una vettura che mi appare "simpatica", mette insieme alcuni desideri storici degli alfisti. Però ha difetti, come l'elettronica troppo invasiva nella guida veloce. Peccato che i motori diesel siano destinati all'estinzione, quello dell'Alfa è migliore dei tanto diffusi 2 litri 4 cilindri.
  • Buongiorno, capisco che dobbiamo sostenere al massimo i nostri prodotti italiani, pero' secondo me fra prove, comparative, confronti, con la Giulia si sta un po' esagerando. La prossima sfida sarà Giulia con colori diversi?
     Leggi risposte
  • Non ho una di queste versioni top della berlinona Alfa, ma una "semplice" Super 180 cv diesel con il 6 marce manuale....Nonostante ciò ogni scusa è buona per tirarla fuori dal garage, straordinario piacere di guida e magnifica presenza su strada, nient'altro da aggiungere! Buona domenica a tutti
     Leggi risposte
  • SERVIZI QUATTRORUOTE

    IIASSICURAZIONE? SCOPRI
    QUANTO PUOI RISPARMIARE

    Uilizza subito il servizio calcola assicurazione per trovare l'assicurazione che fa per te!
    In collaborazione con https://www.facile.it
    1. Inserisci i tuoi dati anagrafici
    2. Inserisci i dati del veicolo
    3. Inserisci i dati assicurativi
    4. Confronta i risultati