Audi Q5 La prova della 2.0 TDI 190 CV quattro S Tronic

Alessio Viola Alessio Viola
Audi Q5
La prova della 2.0 TDI 190 CV quattro S Tronic
Chiudi
 

La novità più dirompente sull'Audi Q5 non si nota, perché la svolta è di tipo strategico-industriale, logistica, per essere precisi: dopo nove anni, le catene di montaggio abbandonano il teutonico suolo patrio e si trasferiscono dall'altra parte del mondo, a José Chiapa, amena località messicana distante un centinaio di chilometri da Città del Messico.

La nuova Audi Q5 provata da Paolo Massai

Caratteristiche. La continuità con il passato è subito evidente, perché volumi e impostazione di base sono ripresi dal modello delle origini. Il tutto reinterpretato alla luce delle più recenti tendenze in voga a Ingolstadt. All'interno, invece, il tempo è stato un po' meno gentiluomo e ciò che nel 2008 faceva una gran figura appare oggi datato. E allora, via tutto e largo a ciò che impera sulle Audi di ultima generazione. Al di là delle inarrivabili qualità dell'accoppiata tra il sistema multimediale e l'Audi Virtual cockpit, è l'insieme nella sua interezza a regalare notevoli soddisfazioni. Evitato il minimalismo oggi tanto di moda, all'Audi sono riusciti a far convivere una quantità di tasti e manopole per nulla ridotta con quell'ordinata razionalità che rende tutto semplice come camminare. Per quanto riguarda lo stile, la plancia si piazza a metà tra una A4 e una Q7, discorso che vale anche per la finitura. Siamo ai soliti livelli, anche se stupisce che alcuni dettagli non siano stati trattati con la consueta maniacalità. Nulla che possa sovvertire tradizioni e giudizi, ma lascia stupiti che la parte bassa della plancia sia realizzata con plastiche prive di quella morbidezza che viene da dare per scontata su un'Audi. Per il resto, l'abitacolo esibisce la solita compiutezza formale, oltre a una concreta praticità costruita a base di spazio e di una certa abilità nel suo sfruttamento: quattro posti comodi, un quinto che, se serve, c'è e accessibilità a tutta prova.

2017-Audi-Q5-28

Punta sul confort. Se avete in mente la capacità di stuzzicare il guidatore di una BMW X3 o di una Jaguar F-Pace, è meglio parlare chiaro: per quel genere di sensazioni, in famiglia c'è la cugina Macan, che anzi le mette in fila tutte. Oppure, per non allontanarsi troppo, c'è la SQ5. Le versioni più classiche della Q5, com'è appunto il caso di questa 2.0 TDI, pendono invece sul lato della comodità e della convivialità, per così dire. Un modo per avere una personalità loro propria, vedetela così. E quell'assenza di stress che si traduce in confort, della quale vi parlavo a proposito dell'ergonomia e degli interni, si ritrova tutta intera quando le ruote cominciano a girare.

Viaggiatrice instancabile. Partiamo dalla novità tecnicamente più rilevante, ovvero le sospensioni pneumatiche. Si tratta di una dotazione da scegliere tra gli accessori e neppure delle più economiche, visto che comporta un esborso di 2.000 e passa euro. La loro presenza, però, si avverte subito. La nuova Q5 riesce a far convivere una capacità di assorbire buche e sconnessioni lontana dalle puntute rigidezze di quegli assetti che si è soliti definire “alla tedesca" con un'apprezzabile capacità di gestire il rollio e, più in generale, i movimenti del corpo vettura. La Suv di Ingolstadt è sempre ben “frenata", come si dice in gergo: tutto questo non basta per scivolare nel piacere di guida vero e proprio, neppure in Dynamic, ma è quel che serve per infondere sicurezza a chi è al volante. Anche quando si va forte, si ha la rassicurante sensazione che i 2.077 chili in ordine di marcia (non pochi...) siano tutti sotto controllo. E l'approssimarsi dei limiti è annunciato per tempo e con chiarezza. In questo senso, un po' più di prontezza e feedback da parte dello sterzo non avrebbe guastato, ma poco male: la Q5 rimane una macchina facile, intuitiva, che permette di andare veloci senza costringere a un impegno particolare.  

2017-Audi-Q5-60

Con quest'Audi si viaggia alla grande, anche sulle lunghe distanze: da un lato i mille dispositivi di assistenza alla guida, dall'altro il due litri TDI che, sul filo dei 130 orari, sonnecchia appena sotto i 2.000 giri. Un motore silenzioso, privo di vibrazioni e perfettamente in equilibrio tra gagliardia ed elasticità. Un giudizio che vale soprattutto se lo si usa ai regimi intermedi. In alto non ha poi molto da dire, ma nella vita quotidiana è esattamente quel che serve, aAnche in termini di consumi: pareggia i conti con la Mercedes GLC, nella sostanza, e fa un pochino meglio della Jaguar F-Pace. Un quadro decisamente positivo, per il 2.0 TDI, che meriterebbe soltanto una miglior accordatura con il cambio. Il quale va benissimo quando gli si chiede di snocciolare le marce una via l'altra e rapidamente, ma che non sempre asseconda in maniera perfetta il guidatore se si tratta, invece, di sciorinare delicatezza e precisione a bassa velocità. Basta svoltare a un incrocio o immettersi nel traffico per convincersi che l'S tronic non ha quella morbidezza e quell'assenza d'incertezze che sono, invece, patrimonio inalienabile dei classici automatici con convertitore di coppia. Una volta prese le misure sulla questione, però, basta un minimo di “interpretazione" da parte di chi guida per minimizzare la faccenda.

(Prova su strada ripresa da Quattroruote di febbraio 2017)

Pregi e difetti

AUDI Q5 Q5 2.0 TDI 190CV quattro S tronic Design

Pregi

Ergonomia. Impostazione della plancia, disposizione dei comandi, Audi Virtual cockpit e impianto multimediale formano un insieme di assoluto riferimento.

Dispositivi di sicurezza. La Q5 esibisce un gran bel repertorio di elettronica legata alla sicurezza, per completezza e qualità di funzionamento.

Difetti

Cambio. L'S tronic a doppia frizione, a bassa velocità, non sempre ha la morbidezza e la puntualità che sarebbe lecito attendersi.

Sterzo. Punta soprattutto all'equilibrio generale. Le doti del telaio meriterebbero però un comando un pò più orientato al dinamismo.



leggi tutto

Dati & prestazioni

Velocità
Massima
213.231 km/h (IN VI)
Accelerazione
0-100 KM/H
8.5 s
400M DA FERMO
16.2 s
1KM DA FERMO
30.0 s
RIPRESA A MIN/MAX CARICO
70-120 KM/H
8.8/9.8 (IN D)
FRENATA
100 KM/H A MINIMO CARICO
39.9 m
CONSUMI MEDI
STATALE
14.4 km/l
AUTOSTRADA
13.3 km/l
CITTÀ
12.0 km/l

Pagelle

Abitabilità
Accelerazione
Accessori
Audio e navigazione
Bagagliaio
Cambio
Climatizzazione
Confort
Consumo
Dotazioni sicurezza
Finitura
Freni
Garanzia
Motore
Plancia e comandi
Posto guida
Ripresa
Sterzo
Strumentazione
Su strada
Visibilità

Listino & costi

Marco Cera

Quello che ho notato da questa prova, é che, la parte software (Display digitale, Internet, ecc) prevale sulla parte hardware (meccanica, materiali). Cambio, sterzo e finiture non all´altezza del prezzo e del prodotto premium, mentre la parte dell´infotainement al top. Da qui si vede, come oggi le case costruttrici trascurino la meccanica, che richiede ingenti investimenti e un ritorno meno remunerativo rispetto all´elettronica. Elettronica che viene sviluppata dai fornitori e venduta a pochi euro alle case costruttrici, che peró vendono a prezzi alti al consumatore. Direi tanto fumo e niente arrosto.

Fabrizio Angiolelli

Al di là dei giudizi personali (e a me non entusiasma), sarà un caso che nell'articolo vengono "dimenticate" nella comparazione proprio Stelvio e Velar? Intanto nei primi 7 mesi del 2017 leggo che in Italia le vendite vedono Stelvio davanti a Q5 e GLC che completano il podio delle "SUV medie premium"

Rick D

L'unica Audi assieme alla A5 che mi è sempre piaciuta, perchè dai volumi pieni e senza proporzioni da trazione anteriore sbilanciata come il resto della gamma. Dietro però un briciolo in più di modernità non guasterebbe, persino la forma dei catadiottri è rimasta uguale... Tralasciando il fatto che ci vogliono cifre che fino a 7-8 anni fa erano degne delle supercar, per che motivo si compra una macchina simile? Leggendo tra le righe non è superiore in nulla rispetto alla concorrenza, nemmeno in quella "qualità percepita" tanto cara a chi si compra queste stufe a carbone. Non ha neanche (di serie) quegli aggeggi che tanto piacciono alla clientela. Sono riusciti definitivamente a vivere di rendita, puntando tutto sul marketing: finchè ci sarà gente che continuerà ad osannarli tutto andrà bene per loro. Resta comunque una buonissima auto secondo me, ma le preferisco (di molto) Stelvio e GLC, oltre alla strepitosa Velar che però corre da sola

Pietro Schiavio

A differenza del vecchio modello immagino avrà vita un più difficile, non tanto per l'auto in se che trovo riuscita e migliorativa, ma perchè la concorrenza nel settore D-suv premium è aumentata enormemente, con proposte tutte molto valide. Ha iniziato mercedes abbandonando GLK per GLC, F-pace, Stelvio, XC60. Direi che per gli utenti di questo seg. c'è solo imbarazzo della scelta.

x_ bond

Ok ci sta la proverbiale compiutezza formale audi, ma se ci sono, e ci sono..., delle plastiche un pò più durette del solito perchè non mettere 4,5 stelle ad un audi una volta tanto? Volvo ha fatto una xc60 con interni "da audi" e no non essendo un audi li ci sono "solo" 4,5 stelle. A proposito l'articolo parla di f-pace,x3 qualcuno qui ha tirato in ballo stelvio e addirittura velar o macan, anche se in realtà la clientela alla fine è molto simile, penso che come tipologia la vera avversaria di questa best seller audi sia la nuova xc60 che stavolta mi pare abbia tutte le carte in regola....

Emanuele F

In sintesi: la guida non coinvolge come la F-Pace, ma consuma come una F-Pace, il cambio non è dei migliori e persino le plastiche morbide non sono presenti nella parte inferiore dell'abitacolo. Perchè comprarla? Per il suo comforf. Che però hai solo con le sospensione pneumatiche, ad altri 2.000 €. Però è un Audi! Un attimo, ma l'Audi non è stata coinvolta nel dieselgate? ah, già, non ha più neanche il blasone.... Ok, quanto MI pagate VOI per acquistarla?

Stefano Carda

Quando si parla di prestazioni e guida non confrontiamola per carità con X3 e F-Pace, per quello c'è la Macan. Quando si parla di consumi però confrontiamola con la F-Pace. Ma mi faccia il piacere...

guidosolo italiano

non scivola nel piacere di guida vero e proprio. ai miei occhi, una condanna

Alex Masters

Ci sara' sempre quello che arriva e dira' ... Lo Stelvio e' meglio. Oppure che paragona lo Stelvio solo alla Macan e Velar...senza questa gente non esisterebbero i forum.

alberto angelucci

Ma per comprarla , accessoriata anche con le sospensione pneumatiche , si deve chiedere un finanziamento, un leasing o si passa direttamente al mutuo ?? In alternativa , si prende versione base , ma vuoi mettere quando lo stordito di turno dice " ho un Audi !"

alberto angelucci

Ma per comprarla , accessoriata anche con le sospensione pneumatiche , si deve chiedere un finanziamento, un leasing o si passa direttamente al mutuo ?? In alternativa , si prende versione base , ma vuoi mettere quando lo stordito di turno dice " ho un Audi !"

Martino Campanaro

figo sterzo e cambio- (due del)le principali interfacce analogiche uomo/vettura- messe nei cons.....in quale maniera vengono compensate dall'interfaccia multimediale ( a pagamento? ) ?

COMMENTI

  • Quello che ho notato da questa prova, é che, la parte software (Display digitale, Internet, ecc) prevale sulla parte hardware (meccanica, materiali). Cambio, sterzo e finiture non all´altezza del prezzo e del prodotto premium, mentre la parte dell´infotainement al top. Da qui si vede, come oggi le case costruttrici trascurino la meccanica, che richiede ingenti investimenti e un ritorno meno remunerativo rispetto all´elettronica. Elettronica che viene sviluppata dai fornitori e venduta a pochi euro alle case costruttrici, che peró vendono a prezzi alti al consumatore. Direi tanto fumo e niente arrosto.
  • Al di là dei giudizi personali (e a me non entusiasma), sarà un caso che nell'articolo vengono "dimenticate" nella comparazione proprio Stelvio e Velar? Intanto nei primi 7 mesi del 2017 leggo che in Italia le vendite vedono Stelvio davanti a Q5 e GLC che completano il podio delle "SUV medie premium"
     Leggi risposte
  • L'unica Audi assieme alla A5 che mi è sempre piaciuta, perchè dai volumi pieni e senza proporzioni da trazione anteriore sbilanciata come il resto della gamma. Dietro però un briciolo in più di modernità non guasterebbe, persino la forma dei catadiottri è rimasta uguale... Tralasciando il fatto che ci vogliono cifre che fino a 7-8 anni fa erano degne delle supercar, per che motivo si compra una macchina simile? Leggendo tra le righe non è superiore in nulla rispetto alla concorrenza, nemmeno in quella "qualità percepita" tanto cara a chi si compra queste stufe a carbone. Non ha neanche (di serie) quegli aggeggi che tanto piacciono alla clientela. Sono riusciti definitivamente a vivere di rendita, puntando tutto sul marketing: finchè ci sarà gente che continuerà ad osannarli tutto andrà bene per loro. Resta comunque una buonissima auto secondo me, ma le preferisco (di molto) Stelvio e GLC, oltre alla strepitosa Velar che però corre da sola
     Leggi risposte
  • A differenza del vecchio modello immagino avrà vita un più difficile, non tanto per l'auto in se che trovo riuscita e migliorativa, ma perchè la concorrenza nel settore D-suv premium è aumentata enormemente, con proposte tutte molto valide. Ha iniziato mercedes abbandonando GLK per GLC, F-pace, Stelvio, XC60. Direi che per gli utenti di questo seg. c'è solo imbarazzo della scelta.
     Leggi risposte
  • Ok ci sta la proverbiale compiutezza formale audi, ma se ci sono, e ci sono..., delle plastiche un pò più durette del solito perchè non mettere 4,5 stelle ad un audi una volta tanto? Volvo ha fatto una xc60 con interni "da audi" e no non essendo un audi li ci sono "solo" 4,5 stelle. A proposito l'articolo parla di f-pace,x3 qualcuno qui ha tirato in ballo stelvio e addirittura velar o macan, anche se in realtà la clientela alla fine è molto simile, penso che come tipologia la vera avversaria di questa best seller audi sia la nuova xc60 che stavolta mi pare abbia tutte le carte in regola....
     Leggi risposte
  • In sintesi: la guida non coinvolge come la F-Pace, ma consuma come una F-Pace, il cambio non è dei migliori e persino le plastiche morbide non sono presenti nella parte inferiore dell'abitacolo. Perchè comprarla? Per il suo comforf. Che però hai solo con le sospensione pneumatiche, ad altri 2.000 €. Però è un Audi! Un attimo, ma l'Audi non è stata coinvolta nel dieselgate? ah, già, non ha più neanche il blasone.... Ok, quanto MI pagate VOI per acquistarla?
  • Quando si parla di prestazioni e guida non confrontiamola per carità con X3 e F-Pace, per quello c'è la Macan. Quando si parla di consumi però confrontiamola con la F-Pace. Ma mi faccia il piacere...
     Leggi risposte
  • non scivola nel piacere di guida vero e proprio. ai miei occhi, una condanna
     Leggi risposte
  • Ci sara' sempre quello che arriva e dira' ... Lo Stelvio e' meglio. Oppure che paragona lo Stelvio solo alla Macan e Velar...senza questa gente non esisterebbero i forum.
     Leggi risposte
  • Ma per comprarla , accessoriata anche con le sospensione pneumatiche , si deve chiedere un finanziamento, un leasing o si passa direttamente al mutuo ?? In alternativa , si prende versione base , ma vuoi mettere quando lo stordito di turno dice " ho un Audi !"
  • Ma per comprarla , accessoriata anche con le sospensione pneumatiche , si deve chiedere un finanziamento, un leasing o si passa direttamente al mutuo ?? In alternativa , si prende versione base , ma vuoi mettere quando lo stordito di turno dice " ho un Audi !"
  • figo sterzo e cambio- (due del)le principali interfacce analogiche uomo/vettura- messe nei cons.....in quale maniera vengono compensate dall'interfaccia multimediale ( a pagamento? ) ?
  • SERVIZI QUATTRORUOTE

    Scarica la prova completa in versione PDF

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!
    Seleziona
    • Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ALPINA-BMW
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CHRYSLER
    • CITROEN
    • CORVETTE
    • DACIA
    • DAEWOO
    • DAIHATSU
    • DALLARA
    • DODGE
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • GREAT WALL
    • HONDA
    • HUMMER
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • INNOCENTI
    • IVECO
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MAHINDRA
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MERCEDES
    • MG
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROVER
    • SAAB
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TATA
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Seleziona
    • Seleziona