Industria e Finanza

Lamborghini
La Urus regala un nuovo record di vendita

Lamborghini
La Urus regala un nuovo record di vendita
Chiudi

La Lamborghini  continua ad aggiornare i suoi record commerciali per il quinto semestre consecutivo e grazie al contributo della Urus imprime un colpo di acceleratore alla sua crescita. Nei primi sei mesi dell'anno la Casa del Toro ha, infatti, consegnato ai suoi clienti 4.553 vetture, con una crescita del 96% rispetto al corrispondente periodo dell'anno scorso e di quasi il 20% rispetto all'intero 2017, quando ancora la super-Suv non era ancora stata lanciata sul mercato (presentata a dicembre 2017, le consegne sono iniziate sei mesi dopo).

In calo le supersportive. La Urus, commercializzata in 2.693 esemplari, non sta dunque disattendendo le aspettative dei vertici aziendali. Doveva consentire di raddoppiare i volumi, sostenere l'espansione della capacità produttiva a Sant'Agata Bolognese e quindi ripagare gli investimenti effettuati per circa un miliardo di euro e finora i numeri dimostrano che gli obiettivi sono stati raggiunti, come dimostrato già dal record di fatturato registrato nel 2018. Al contrario, gli altri modelli della gamma stanno iniziando a perdere slancio. La famiglia delle supersportive ha rappresentato oltre il 40% delle consegne semestrali e ha visto la Huracán scendere dalle 1.604 unità dei primi sei mesi del 2018 a 1.211, anche se nel semestre è iniziato il ritiro graduale della Performante e l'inizio (a giugno) delle consegne della Evo. L’Aventador ha invece subito un calo da 673 a 649 unità.  

Stati Uniti sempre il primo mercato. A livello geografico sono sempre gli Stati Uniti il primo mercato per la Lamborghini, seguiti dall'area della Greater China (Cina, Hong Kong e Taiwan), Regno Unito, Giappone e Germania. La regione che ha registrato la crescita più forte è stata l’America, con un aumento del 128% e 1.543 vetture vendute, seguita dall’Asia-Pacifico, con un raddoppio delle consegne, arrivate a 1.184. In Europa l'incremento è stato di oltre il 67% per un totale di 1.826 consegne ai clienti.

2018-urus-27

Inaugurato un nuovo reparto a Sant'Agata. La Lamborghini guarda ora con rinnovata fiducia al futuro prossimo potendo far leva anche su un ulteriore miglioramento delle strutture produttive. Oggi è stato inaugurato un nuovo reparto verniciatura per la Urus che completa l'intero progetto di ampliamento del sito produttivo di Sant'Agata Bolognese dagli 80.000 metri quadrati del 2016 a oltre 160.000. La struttura, realizzata su una superficie di più di 17.000 metri quadrati grazie a investimenti per 50 milioni di euro, impiega già 100 dei 200 addetti previsti sulla base di uno specifico accordo con i sindacati

Nessun quarto modello in vista. Anche grazie alle ulteriori capacità produttive la Lamborghini punta per il 2019 a vendere "oltre 8 mila vetture", di cui più del 50% Urus. Si tratta, a detta del presidente e amministratore delegato Stefano Domenicali, di "una dimensione giusta con l'attuale portafoglio prodotti". "In caso si volesse arrivare a 10 mila vetture (il target della Ferrari, ndr), diventerebbe necessario avere altri modelli, almeno un quarto, che però non è attualmente in programma", ha aggiunto Domenicali. "La crescita non deve continuare all'infinito: il dimensionamento che raggiungeremo alla fine 2019 sarà quello che dobbiamo mantenere". Del resto, ha proseguito, "a livello di marginalità, fatturato e ritorno degli investimenti stiamo andando in una direzione mai vista prima e dobbiamo lavorare per mantenerci su questi livelli". Un target che il direttore finanziario Paolo Poma ha tradotto in cifre: "L'obiettivo per il 2019 è di arrivare a 1,7 miliardi di euro di fatturato, contro gli 1,4 miliardi del 2018, mentre la redditività sara' superiore al 12%". 

No alle elettriche, sì all'ibrido. La Lamborghini ha anche strategie ben precise sul fronte prodotto. "Non vogliamo annunciare quando arrivano i nuovi modelli per non svalutare quelli sul mercato. Stiamo lavorando intensamente perché le sfide del futuro sono intense", ha evidenziato Domenicali, precisando come l'elettrico non faccia parte al momento dei piani di sviluppo perché i clienti "non sono interessati". Al contrario "L'ibridizzazione fa parte della nuova gamma prodotti" che sarà presentata nei prossimi anni e che per il 2025 sarà interamente ibrida. La prima Lambo elettrificata, erede della Aventador, è previsto venga svelata nel 2021.

COMMENTI

  • Chiaramente la gestione FCA delle fabbriche italiane è terribile. Qua ha ragione Vin. Se mi riguardo la presentazione della Giulia "...adesso abbiamo i mezzi per riposizionare il marchio dove gli compete..."...e siamo rimasti fermi lì. Idem Maserati. Fiat evanescente. Io sono uno di quelli che ha sempre sostenuto che Lancia, azienda mai in attivo in tutta la sua storia, conosciuta all'estero per le vittorie nei Rally e per la ruggine, era difficilmente salvabile. Per lo stesso motivo per cui Lambo si è venduta ai suv (concordo con alex verri: il successo era ovvio) ho ritenuto giustificabile sacrificare il marchio per Jeep. Però, risanati i conti, le cose sono paradossalmente precipitate. Caro GSI, in questo momento, il board FCA è indifendibile. Cmq, non sono molto sicuro che sotto l'egida VW, i marchi Lancia, AR e Maserati starebbero prosperando...abbiamo già visto oltreoceano una grande azienda, proprietaria di un'infinità di badge, col tempo chiuderne o sbolognarsene parecchi. E' molto riduttivo paragonare la gestione Lambo (che alza la testa solo adesso con Urus, dopo una marea di anni in perdita) e quella Ducati (Bonomi ha venduto a VW un'azienda tutto sommato in salute). Detto questo, sto con Davide, stupido denigrare la Giorgio: l'albero in carbonio e compagnia bella, saranno pure soldi buttati, ma intanto Stelvio, unico prodotto "made in Italy" degno di questo epiteto, che sta vendendo, comincia a farsi notare, oltre per la guida al pari di tante berline, per i consumi molto più bassi di tutta la concorrenza diretta: questo grazie a quelle raffinatezze che l'80% degli acquirenti non sa nemmeno cosa siano. Per me, la strada intrapresa era quella giusta, bastava continuare, ma a Torino evidentemente la pensano in altro modo. Anzi, peggio...non pensano neppure.
     Leggi risposte
  • ciao Ho letto alcuni commenti e devo dire che vin Leo., in senso assoluto ha ragione nel dire che Skoda è meglio di lancia, proprio per il fatto che VW da quando ha il marchio, ha da sempre evoluto i modelli Skoda, ovvio li ha da sempre mutuati dalla gamma VW Audi e percui di base partono da piattaforme molto valide. Inoltre Skoda e comunque un marchio storico più antico di lancia, e da sempre conosciuto per le sue produzioni di meccanica pesante ed è andato in decadenza con il patto di Varsavia, ma al contempo vendeva modelli in tutto il blocco comunista, quindi attualmente Skoda e conosciuta in tutti i paesi Dell est dalla rep. Ceca fino alla Bulgaria. la Skoda inoltre produceva e produce modelli di massa. lancia e nata nel 1906 ha da sempre prodotto bassi volumi di vetture, che erano ad appannaggio dei ricchi borghesi, solo dal 1969 in cui era fallita cominciò produzioni più economiche che si concretizzarono con lancia delta prisma..... inoltre lancia storicamente era famosa per produzioni di nicchia molto raffinate, vendeva sopratutto in Italia e Francia. alfa idem dalla fine degli anni 60 era in crisi nera anzi l alfa romeo era già fallita una volta se non sbaglio nel periodo 1925 1935...... percui era già un miracolo che lo stato italiano riuscì ha tenerla aperta.
     Leggi risposte
  • ci vuole un notevole coraggio, pitasi, a ritenere un valore positivo l'eventualità (tutta da verificare: solo gente come te e come il tuo sodale, quel bond che si firma con la x, vive di solide, personali certezze) che skoda sia più conosciuta di lancia. anche l'ostinarsi, non senza un notevole grado di testardaggine, ad accostare i due marchi (e, cioé, uno dei due low cost vag a lancia) può essere fatto solo non curandosi della figura che si va a fare pubblicamente
  • Purtroppo da alcuni giorni non riesco più a leggere i commenti, la cui barra non scorre una volta aperta la finestra… sono l'unico ad avere questo problema?
  • io dico che dobbiamo ringraziare il governo di qualche anno fa che ha concesso qualche sgravio fiscale alla Lamborghini ed ha raddoppiato lo stabilimento: quando si investe per favore le aziende (serie…), i risultati sono molto buoni. Diversamente l'Urus si sarebbe costruito in Ungheria
  • La Urus è la cartina di tornasole di ciò che sarebbero potute diventare Lancia e Alfa Romeo se fossero passate in mano VW insieme ad uno degli stabilimenti (Pomigliano o Cassino è indifferente) che oggi FCA tiene invece pesantemente sottoutilizzati, se non addirittura semi fermi. Probabilmente non ci sarebbe stata la raffinata e tanto celebrata piattaforma "Giorgio" con l'albero di trasmissione in carbonio (l'80% degli acquirenti manco sa cos'è), e la tecnologia sarebbe stata invece mutuata da altre produzioni, ma oggi avremmo 2 gamme prodotto molto vaste con un'offerta estremamente variegata in grado di soddisfare anche le nicchie di mercato, e soprattutto, un impianto che lavorerebbe a pieno regime con tutti i dipendenti occupati come appunto capita a Lamborghini e Ducati a Bologna nonchè a Seat in Spagna e Skoda in Rep. Ceca........
     Leggi risposte
  • e la ferrari dorme con il pannolone un suv di lusso ferrari anche gli scemi del bar potevano prevedere che avrebbe avuto un successone ...
     Leggi risposte
  • Lamborghini torna al suo vero core business,back to the roots
     Leggi risposte
  • Impressionante gli straccia maroni pronti a criticare gli 80 milioni dati come incentivi a Lamborghini mentre TUTTI ZITTI alle continue elargizioni al gruppetto delle tre carte al di fuori delle stazioni !
     Leggi risposte
  • impressionante: da piccola realtà ormai vende come la Ferrari. Se qualcuno l'avesse detto anche solo dieci anni fa, sarebbe stato preso per pazzo
     Leggi risposte
  • FOTO


    VIDEO

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19456/poster_001.jpg Il record della Stelvio Quadrifoglio al Ring http://tv.quattroruote.it/news/video/il-record-della-stelvio-quadrifoglio-al-ring News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19477/poster_001.jpg Alfa Romeo Giulia: i crash test IIHS http://tv.quattroruote.it/news/video/alfa-romeo-giulia-i-crash-test-iihs News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19479/poster_001.jpg Il crash test Euro NCAP della Range Rover Velar http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-euro-ncap-della-range-rover-velar News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19600/poster_001.jpg LS+ Concept, l'autonoma secondo Lexus http://tv.quattroruote.it/news/video/lexus-ls-concept News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20579/poster_005.jpg Ferrari 488 Pista, primo test a Fiorano! http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-488-pista-primo-test-a-fiorano- News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg Al volante della Porsche Mission E Cross Turismo http://tv.quattroruote.it/news/video/al-volante-della-porsche-mission-e-cross-turismo News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21060/20181025_200301.jpg Primo incontro con la Volkswagen T-Cross http://tv.quattroruote.it/news/video/vw-t-cross-mp4 News

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui >

    logo

    ASSICURAZIONE? SCOPRI QUANTO PUOI RISPARMIARE

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con In collaborazione con Facile.it

    CERCA IL FINANZIAMENTO AUTO SU MISURA PER TE

    RISPARMIA FINO A 2.000 €!

    Calcola il tuo tagliando

    QTagliando

    Cerca annunci usato

    LA STORIA AUTOMOBILISTICA A PORTATA DI MANO

    Oltre 1500 recensioni di attività commerciali del mondo automotive

    SCARICA LA PROVA COMPLETA IN VERSIONE PDF

    Costo di una singola "prova su strada": 3,59 euro (IVA inclusa). Pagamento da effettuare con carta di credito.