Mercato

Station wagon
Le giardinette alla spina

Station wagon
Le giardinette alla spina
Chiudi

Wagon al tramonto? Non proprio: in Europa c’è ancora spazio per questo tipo di carrozzeria, nonostante la concorrenza delle Suv. E in tempi in cui anche un chilometro in più di percorrenza costituisce un grande risultato, le familiari, in genere più leggere e aerodinamiche dei modelli a ruote alte, possono trarre nuova linfa dall'elettrificazione. Non a caso, sono già numerose le station ricaricabili, quasi tutte con powertrain ibridi di tipo plug-in, mentre tra le auto elettriche solo un paio di modelli adottano questo tipo di carrozzeria.

elettriche-ibride-plug-in-wagon-02

Giocando con la tradizione. Una delle due station elettriche è la MG5, vicina al debutto sul mercato. Com’è noto la MG, un brand britannico dalla grande tradizione, è ormai da anni in mano alla cinese Saic, che produce questa vettura in Asia. Il powertrain a batteria eroga una potenza di 180 CV con una coppia di 280 Nm. Il baule ha una capacità di 578 litri, che salgono a 1.465 abbattendo gli schienali del divano posteriore. Secondo la Casa, questa vettura è in grado di percorrere fino a 400 km con una carica completa.

elettriche-ibride-plug-in-wagon-03

Le station di Zuffenhausen. Un po’ wagon e un po’ crossover è la variante Cross Turismo della Porsche Taycan, la prima elettrica del marchio. Su questa giardinetta sui generis le potenze variano da 381 a 625 CV, mentre l’autonomia dichiarata con le batterie da 93 kWh va da 452 a 456 km, a seconda delle versioni. Simile nell’impostazione stilistica è la Panamera Sport Turismo, una shooting brake disponibile nelle varianti plug-in 4 e 4S da 462 e 560 CV con motore a sei cilindri, oltre che nella versione Turbo S da 700 CV, dotata di un V8 e sottoposta al giudizio del nostro direttore. Su tutte le Panamera ibride alla spina la batteria ha una capacità di 17,9 kWh.

elettriche-ibride-plug-in-wagon-04

Losanga ibrida. Nella famiglia di prodotti elettrificati E-Tech, la Renault ha da poco lanciato la Mégane Sporter con powertrain ibrido plug-in da 160 CV, disponibile anche per la variante hatchback. Secondo la Casa, la sua batteria da 9,8 kWh consente di percorrere fino a 50 km in modalità elettrica (nel ciclo Wltp), mentre in città l’autonomia può salire fino 65 km. Il bagagliaio ha una capacità di 580 litri, che raggiunge i 1.695 abbattendo il divano.

elettriche-ibride-plug-in-wagon-05

Leoni elettrificati. Rimanendo in Francia, sono ben due le wagon Peugeot con powertrain di tipo plug-in. Parliamo innanzitutto della 308 SW, cioè dell’ultima novità della Casa, offerta nelle versioni Hybrid da 180 e 225 CV: sono entrambe basate sul motore Puretech di 1.6 litri, affiancato a un’unità elettrica alimentata da batterie da 12,4 kWh che garantiscono, secondo la Casa, 60 km di autonomia. L’altra giardinetta plug-in del Leone è la 508, il cui powertrain ibrido, basato anch’esso sul Puretech 1.6, eroga una potenza complessiva di sistema di 225 CV, che salgono addirittura a 360 sulla Hybrid4 Peugeot Sport Engineered a trazione integrale. Sulla carta, la batteria da 11,5 kWh consente di percorrere 52 km in modalità elettrica, che scendono a 42 sulla più sportiva PSE.

elettriche-ibride-plug-in-wagon-06

Spaziose dalla Spagna. La variante giardinetta della Leon, denominata Sportstourer, è disponibile con i marchi Seat e Cupra. In entrambi i casi, come la stessa hatchback da cui derivano, sono offerte anche nelle versioni e-Hybrid alla spina da 204 CV, con powertrain basato sul motore 1.4 TSI. Solo la più sportiva Cupra, tuttavia, è disponibile pure nello step da 245 CV. L’autonomia dichiarata di questo modello è di 60 o 63 km a seconda delle configurazioni.

elettriche-ibride-plug-in-wagon-07

Le bavaresi. Volgendo lo sguardo alla Germania, la BMW propone nella propria gamma motorizzazioni con tecnologia plug-in per le sue Serie 3 e Serie 5 Touring. Più nello specifico, parliamo della 320e e della 520e, entrambe con una potenza complessiva di sistema di 204 CV e batterie da 12 kWh, che, secondo la Casa, consentono percorrenze da 48 a 57 km sulla prima e da 45 a 51 km sull’altra. La potenza massima erogata sale a 252 CV sulla 330e e a 292 sulla 530e, entrambe disponibili anche con la trazione integrale xDrive.

20C0085_005

Le wagon della Stella. Rimanendo in terra tedesca, la Mercedes propone in gamma anche le 300 e/300 de della Classe E SW, che dispongono di un volume (dichiarato) del bagagliaio di 480 litri, inferiore alle varianti con il solo motore termico ma comunque piuttosto capiente. Entrambe con un powertrain basato su un’unità 2.0, rispettivamente a benzina e a gasolio, hanno una potenza massima di sistema di 320 e 306 CV e una batteria da 13,5 kWh. L’altra giardinetta plug-in della Stella è la CLA Shooting Brake nella versione 250 e, che abbina al quattro cilindri di 1.3 litri un motore elettrico per una potenza massima di sistema di 218 CV e 450 Nm di coppia. La batteria ha una capacità di 15,6 kWh.

elettriche-ibride-plug-in-wagon-09

Le plug-in di Ingolstadt. Guardando in casa Audi, spetta all’A6 Avant il ruolo di giardinetta a batteria. Nella gamma della wagon, infatti, non mancano le versioni 50 e 55 TFSI e, basate sul quattro cilindri 2.0 TFSI. La potenza complessiva di sistema è, rispettivamente, di 299 e 367 CV. Gli accumulatori da 14,1 kWh sono collocati nella zona posteriore dell'auto, il cui bagagliaio si riduce a 405 litri di capacità minima. Abbattendo gli schienali posteriori il valore sale a 1.535 litri.

elettriche-ibride-plug-in-wagon-10

Wagon ceche. Sempre nel gruppo Volkswagen, la Skoda propone versioni ibride “alla spina” per entrambe le station della propria gamma: l'Octavia Wagon e la Superb Wagon. La prima è disponibile nelle varianti iV da 204 CV e RS da 245 CV, tutte e due con motore 1.4 TSI. Stesso propulsore sfruttato dalla seconda, che di cavalli ne ha 218. Entrambi i modelli adottano una batteria da 13 kWh.

elettriche-ibride-plug-in-wagon-11

Le svedesi. Non poteva mancare in questo approfondimento di wagon alla spina il marchio Volvo, la cui storia è ricca di gloriose wagon. Nella sua gamma sono infatti presenti le V60 e V90 Recharge, con un powertrain plug-in basato su un motore benzina a quattro cilindri di 2 litri, per una potenza complessiva di sistema di 253 e 303 CV, rispettivamente sulle versioni T6 e T8. La batteria ha una capacità di 11,6 kWh sulla V90 e di 11,2 sulla V60, ma solo quest’ultima è disponibile anche nella più performante T8 Polestar Engineered da 318 CV.

COMMENTI

  • Ma scusate, i motori termici sono ridotti di un cilindro e le cilindrate non superano i 1400 cc parlo delle medie mentre con le elettriche ricaricabili sono tutti motori di cilindrate più grandi con cavalli a gogo . Se l'obbiettivo è non inquinare tutti questi cavalli non si pagano in termini di inquinamento ? Per non parlare dei prezzi di partenza e immagino anche di gestione.
     Leggi le risposte
  • Prezzi di acquisto rispetto ai pari modelli benzina?
     Leggi le risposte
  • se le tengano pure, grazie