Prove su strada

Ferrari California T

Turbo sportiva, con anima da granturismo

Ferrari California T
Turbo sportiva, con anima da granturismo
Chiudi

In attesa che al prossimo Salone di Ginevra (3-13 marzo) venga presentata la nuova versione Handling speciale, vi proproniamo la nostra prova su strada della California T, la meno estrema delle Ferrari, pensata più per un utilizzo quotidiano, che non per la pista. Anche se poi, una volta al volante, è difficile non farsi tirare in mezzo da questa sportiva, che hon ha crto la ferocia di una 458 Italia e non è spietata come una F12 Berlinetta, ma non porta il Cavallino sul cofano per caso: la sua capacità di piegarsi all'ordinarietà della vita quotidiana non l'ha costretto a mettere da parte granché di ciò che trasforma un'automobile qualunque in una Ferrari.

Com'è fatta. La rivisitazione estetica ha modificato un po' tutto senza stravolgere nulla: fatta eccezione per il tetto, l'unica parte che non è stata toccata, l'intera carrozzeria ha ricevuto aggiornamenti e adesso è più moderna. Mano più cauta, invece, nell'abitacolo, dove sono sparite le leve sul piantone per frecce e tergicristallo (che ora si comandano dal volante) ed è comparso, al centro della console, lo schermo del Turbo Performance Engineer. Si tratta di uno strumento con il quale tenere d'occhio la pressione, la prontezza e l'efficienza della vera novità della California: dopo trent'anni di aspirati ad alto regime, infatti, anche a Maranello si sono piegati alla sovralimentazione, introducendo un V8 dotato di albero piatto, con 400 centimetri cubi in meno rispetto a prima e un paio di turbine in più. Quanto basta per arrivare a 560 CV e mettere a segno numeri da sportiva senza compromessi. In basso, ci pensa l'iniezione diretta a darle prontezza, poi il testimone passa poi alle turbine. La diversa erogazione marcia per marcia regala una progressione e un allungo che ricordano da vicino quelli di un motore aspirato: quando metti giù, senti che il V8 ha il desiderio di prendere tutti i giri che ha a disposizione. Fino all'ultimo. Per onestà, però, bisogna anche aggiungere che, in termini di emozioni, qualcosa s'è perso: dettagli, sfumature, ma il vecchio V8, con i suoi 8.000 giri aspirati, aveva una capacità di coinvolgere ancora superiore.

Come va. Si tratta di sensazioni che non si possono spiegare attraverso i numeri, tutti migliorati, dal primo all'ultimo. E a fare questa sottile differenza emozionale non possono essere neppure quei 500 giri in meno d'allungo. A rendere impareggiabile il desiderio di prendere i giri del vecchio V8 era, semmai, la "colonna sonora": urlante, acuta, lacerante. Aggettivi che si adattano meno bene alla nuova California T, che ha toni ugualmente non comuni, ma più baritonali. Già che c'è, il nuovo motore contribuisce ad affinare le qualità stradali: la sua posizione è infatti più bassa di 30 millimetri, che non sono pochi. Mixati con uno sterzo che ora è più diretto, rendono la California un pochino più efficace di come te la ricordavi. Anche più di un pochino: il tempo sul giro, a Vairano, è migliorato di quasi tre secondi (1'16"702). Con il tetto aperto (l'operazione si completa in 14 secondi), la sinfonia del V8 è un invito ad alzare il ritmo: la California è irresistibile già quando si cambia sui 2.500/ 3.000 giri, con il doppia frizione che snocciola le marce in maniera entusiasmante. S'infila piatta nelle curve, con un avantreno che non rifiuta mai le traiettorie e un retrotreno che segue saldamente gli ordini impartiti dalle ruote anteriori. Ed è soltanto quando fai davvero sul serio che il rollio diventa appena evidente. Traiettoria dopo traiettoria, la confidenza diventa totale e il mistero rimane uno soltanto: com'è possibile che questa Ferrari abbia fermato le inflessibili bilance del Centro prove appena sotto i 1.900 chilogrammi? A badare alle pure sensazioni, si direbbero almeno 200 in meno.

In sintesi. Anche a Maranello è arrivato il giorno del turbo alla maniera moderna. Di Ferrari sovralimentate se ne sono già viste parecchie, dalla 288 GTO alla F40, giusto per citarne un paio. Qui, però, si tratta di onorare tutte quelle faccenduole che, nel mondo moderno, non si possono più ignorare neppure se ti chiami Ferrari e costruisci 7.000 macchine all'anno. Ci riferiamo alla riduzione dei consumi e, soprattutto, al contenimento delle emissioni nocive. L'operazione, però, non poteva certo essere di downsizing puro e semplice. E allora via, a migliorare la California a tutto tondo. Il risultato è un notevole affinamento, che ha reso l'ha resa più efficace, senza spostare il baricentro della sua personalità. Bisogna soltanto accettare che la presenza del turbo abbia reso appena meno inconfondibile la colonna sonora. Ma, in fondo, si tratta di un problema che riguarda soltanto i clienti di lungo corso, gli unici che possono distinguere sottigliezze del genere. Per tutti gli altri, è praticamente impossibile accorgersi della differenza.

Alessio Viola
(Prova su strada ripresa da Quattroruote di maggio 2015)

Pregi e difetti

FERRARI California

California T DCT

Pregi

Prestazioni. Il nuovo V8 spinge davvero forte e, unito allo strepitoso doppia frizione, garantisce numeri fuori del comune per una granturismo.

Versatilità. Le qualità di guida tipiche di ogni Ferrari si uniscono a una facilità di utilizzo che, potento, la rendono perfetta anche per un uso quotidiano.

Difetti

Manettino "ridotto". Non ci sarebbe dispiaciuto trovare una posizione in più delle tre disponibili. Per sempio, a metà strada tra Sport ed Esc Off.

Tachimetro poco leggibile. Lo strumento analogico, sulla destra, ha i numeri troppo fitti, mentre l'indicatore digitale, sulla sinistra, è troppo piccolo.

Velocità

Massima

Accelerazione

0-100 km/h
400 da fermo
1 km da fermo

Ripresa

(a min/max carico)

70-120 km/h
1 km DA 70 km/h

Frenata

100 km/h a minimo carico
FERRARI California T DCT
317,188 km/h
FERRARI California T DCT
3,5 s
11,4 s
20,7 s
FERRARI California T DCT
6,4/4,0 s
19,9 s
FERRARI California T DCT
37,8 m
LEGENDA
  • N.P. - Rilevazione non possibile
 
Posto guida
Plancia e comandi
Strumentazione
Climatizzazione
Visibilità
Finitura
Accessori
Dotazioni di sicurezza/Adas
Abitabilità
Bagagliaio
Confort
Motore
Accelerazione
Ripresa
Cambio
Sterzo
Freni
Consumo
FERRARI California T DCT

Listino & costi

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Ferrari California T - Turbo sportiva, con anima da granturismo

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it

Ultime prove

Servizi Quattroruote

quotazione

Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

Non ricordi la tua targa? Clicca qui

logo

assicura

Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

In collaborazione con logo

finanziamento

Cerca il finanziamento auto su misura per te!

Risparmia fino a 2.000 €!

In collaborazione con logo

usato

Cerca annunci usato

Da a

listino

Trova la tua nuova auto

Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

provePdf

Scarica la prova completa in versione pdf

A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

Cerca