Ford Focus Wagon La prova della 1.5 TDCi 120 CV S&S Titanium

Ford Focus Wagon
La prova della 1.5 TDCi 120 CV S&S Titanium
Chiudi
 

La protagonista della nostra prova su strada è la Ford Focus Wagon equipaggiata con il 1.5 TDCi da 120 cavalli (Euro 6). L'allestimento top Titanium è completato da molti pacchetti che riguardano sicurezza, confort, funzionalità, estetica. Alla fine, ci si discosta parecchio dal prezzo di listino di 24.500 euro, per sfondare quota 32.000. Non pochi, davvero. 

Caratteristiche. A bordo balzano all'occhio le protezioni dei profili delle porte, che poi scompaiono. Non sono una novità, e si pagano, ma dimostrano l'elevata attenzione costruttiva della Ford. A cambiare è il volante a tre razze e l'intera console, che adesso ospita il touchscreen da 8 pollici del sistema Sync 2. L'intera disposizione dei comandi è stata rivista e ora appare ben più ordinata e facile da gestire. Belli i sedili rivestiti parzialmente di pelle, che trattengono in curva senza essere troppo stretti. Quanto al tunnel, alla sinistra della leva cambio sono stati posizionati i tasti che comandano il parcheggio automatico, i sensori e lo Start&Stop. Appena sopra, con tanto di ripiano stretto per alloggiare un dispositivo, si trova una prima presa Usb, l'altra è collocata nel cassetto portaoggetti centrale, dove sono concentrate anche un'uscita Aux, una presa 12V e l'alloggiamento della scheda SD. Per quanto riguarda lo spazio, l'accoglienza è buona, in particolare ai posti anteriori. In ogni caso l'abitacolo si conferma tagliato su misura per quattro persone, perché il posto centrale risulta poco ospitale, sia per quanto riguarda l'appoggio per la schiena sia per la presenza di un tunnel abbastanza pronunciato. Ma ciò che manca davvero dietro è qualche centimetro in più per le gambe. Assenti anche le bocchette di ventilazione: un peccato per un modello tanto ambizioso. Passando alla capacità di carico, il nostro Centro prove ha misurato 440 litri nel vano in configurazione normale, meno di quanto dichiarato (490) e alla pari della Focus uscente. In ogni caso, sulla station Ford sono stivabili molti bagagli, anche perché si è agevolati dalla soglia inferiore ai 60 centimetri e dalla forma regolare del vano. Nel caso di carichi extra, si possono reclinare gli schienali frazionati 60/40, con una profondità utile che sfiora il metro e 70. Con in più un piano ben livellato.

Come va. La Focus Wagon, per la taglia non esagerata, non sfigura nemmeno in città. Lo sterzo molto pronto rende l'auto agile, tanto che, sulle prime, bisogna quasi ritararsi circa l'angolo volante da utilizzare. Il cambio manuale, poi, è assai fluido e preciso, oltre che privo d'impuntamenti, e rende gradevole ogni manovra, complice la frizione leggera. Ma se la station Ford si fa valere, una parte del merito va pure all'1.5 TDCi da 120 cavalli, dotato di coppia vigorosa sin dai regimi più bassi: quel che piace di più, però, è il suo funzionamento, rotondo e quasi privo di vibrazioni, come pochi altri turbodiesel. E non manca certo di verve, a patto di non superare i 4.000 giri: oltre tale soglia, infatti, la spinta rallenta bruscamente e non conviene insistere. La marcia, poi, è resa ancor più sicura dai numerosi sistemi di assistenza alla guida presenti in opzione: tra i tanti, segnaliamo l'Active city stop upgrade, con allarme anticollisione e frenata automatica d'emergenza, attivo fino ai 50 orari, e il Cross traffic alert, che, grazie a due sensori aggiuntivi posteriori, ci ha avvisato più volte dell'avvicinarsi di un veicolo ‒ nel raggio di 40 metri ‒ mentre uscivamo in retromarcia dai parcheggi. Sono presenti, inoltre, il controllo del livello di attenzione del conducente e il sempre utile riconoscimento dei cartelli stradali. Tutta sicurezza in più, insomma, anche se la Focus, già di suo, infonde fiducia. Ha un incedere solido, come abbiamo potuto verificare quando, in autostrada, ci siamo ritrovati nel bel mezzo di una nevicata. Ebbene, è bastato ridurre di poco la velocità per poter continuare senza patemi, nonostante le condizioni del fondo. Una volta tornati a una situazione normale, abbiamo mantenuto la velocità Codice con un filo di gas, senza rumorosità fastidiose. E senza sentirci affaticati all'arrivo, dopo quasi 500 chilometri: merito del valido sostegno assicurato dai sedili sportivi. Anche alla voce consumi non c'è da lamentarsi: rispetto alla Focus mossa dall'1.6 TDCi da 114 cavalli, questa 1.5 "120" percorre due chilometri con un litro in più a 130 costanti. Poi, nei cicli classici, il nuovo modello supera i 16 e mezzo con un litro in città (c'è lo Start&Stop, dal riavvio un po' brusco) e in autostrada, mentre la media si attesta sui 17. Buona l'autonomia garantita dai 53 litri del pieno. La Focus, poi, vanta un'altra particolarità: un setup delle sospensioni non rigido ‒ come si può notare dal grafico nelle pagine seguenti ‒, cui si abbina la gommatura opzionale barra 50, ormai quasi normale. La tenuta di strada, però, è molto elevata, tanto che l'asticella si alza decisa verso la guida divertente ed efficace. Conferme? Il "tempone" realizzato in pista a Vairano, che colloca la station ai vertici della "classe 1.5-1.6", staccando il modello uscente di oltre tre secondi e mezzo. Chiaro, non è il cronometro a interessare, ma il gran margine di tenuta raggiunto attraverso il lavoro sulle sospensioni, sul servosterzo e sull'Esp. Forse lo ricorderete: nella prova del luglio 2011, la station Ford aveva mostrato di essere impegnativa da guidare sul bagnato (come, del resto, la berlina), per via dello sterzo pronto e poco accordato al retrotreno e a causa dell'Esp che interveniva in ritardo. Ebbene, pure quella nuova ha un comportamento dinamico: nei nostri test ha evidenziato una certa agilità del retrotreno e la tendenza, nelle manovre al limite, a un leggero e progressivo sovrasterzo. Ma la situazione, comunque, è ben differente rispetto all'altra Focus, anche perché, adesso, l'Esp è tarato meglio. Niente che possa creare patemi, tuttavia in certi casi può servire una correzione pronta, pur se non davvero impegnativa. Basta saperlo.

In sintesi. Sarà pure una station tutta strada e famiglia, pensata per i lunghi tragitti e il carico, in virtù di un buon bagagliaio. Però, c'è un però. Ed è positivo. Quando si ha occasione di macinare un po' di chilometri sulla Focus Wagon, magari su percorsi extraurbani, ci si accorge al volo che c'è dell'altro, oltre alla praticità, e ci si può pure divertire. Una piacevolezza che in poche possono permettersi e a cui non è estraneo il nuovo 1.5 TDCi Euro 6, vivace, elastico e quasi privo di vibrazioni. Non era facile far meglio dell'1.6 TDCi, ma alla Ford ci sono riusciti. La gradevolezza complessiva, però, è dovuta pure al pacchetto sterzo-cambio-sospensioni: un insieme ben armonizzato - non a caso, le voci relative hanno raggranellato un bel po' di stelle in pagella - ma anche dannatamente efficace. Tanto che la Focus Wagon 1.5 è diventata, in un amen, la più veloce della categoria sulla pista di Vairano. Conterà poco per il tipo di auto, ma è indicativo delle doti del modello: l'importante, però, è che ora, all'impostazione dinamica, faccia seguito una guidabilità abbordabile, che non sempre la Focus uscente era stata in grado di garantire. La station Ford, poi, è anche comoda, sia che si tratti del lavoro delle sospensioni sia per quanto riguarda la qualità della vita a bordo, in un ambiente curato. Beh, ma qualche difetto dovrà pur esserci... Sì: piccole sviste di dettaglio nella finitura, senza contare che un po' di centimetri in più per le gambe, dietro, potevano starci bene. Ma, in definitiva, si è voluto conservare quanto di buono aveva già espresso la vecchia station Ford - leggi piattaforma e passo - per investire sull'elettronica, sulla meccanica, sulla qualità, sulla sicurezza. L'obiettivo pare raggiunto e se la Focus non centra il record dei consumi, poco male. Beve comunque poco, e poi non si poteva fare l'en plein...

Andrea Stassano
(Prova su strada ripresa da Quattroruote di febbraio 2015)

Pregi e difetti

FORD Focus station 2011 Focus 1.5 TDCi 120 CV S&S SW Titanium

Pregi

Guidabilità. Se vi trovate da soli, sulla strada giusta, potrete apprezzare a fondo le doti di questa Focus. Che vi asseconderà in tutto: altro che station e basta.

Motore. Passando all'1.5 TDCi c'era il rischio di perdersi qualcosa. Beh, non è così: il nuovo turbodiesel si presenta potente quanto basta, dotato di una bella risposta e soprattutto rotondo.

Difetti

Spazio gambe. La Focus è accogliente per quattro persone, però un po' più di margine per le gambe di chi siede dietro non avrebbe guastato.

Bocchette posteriori. Quando si ha una volumetria importante e un'indole da macinatrice di chilometri certi particolari non si possono considerare semplici dettagli.



leggi tutto

Dati & prestazioni

Velocità
Massima
185,498 km/h (IN V)
Accelerazione
0-100 KM/H
10,4 s
400M DA FERMO
17,4 s
1KM DA FERMO
32,2 s
RIPRESA A MIN/MAX CARICO
70-120 KM/H
16,9/19,4 (IN VI)
1 KM DA 70 KM/H
31,5 (IN VI)
FRENATA
100 KM/H A MINIMO CARICO
41,8 m
CONSUMI MEDI
STATALE
18,2 km/l
AUTOSTRADA
16,5 km/l
CITTÀ
16,6 km/l

Pagelle

Abitabilità
Accelerazione
Accessori
Audio e navigazione
Bagagliaio
Cambio
Confort
Consumo
Dotazioni sicurezza
Finitura
Freni
Garanzia
Motore
Plancia e comandi
Posto guida
Prezzo
Ripresa
Sterzo
Strumentazione
Su strada
Visibilità

Listino & costi

Confronta queste auto

COMMENTI

  • Non amo le Ford. Devo riconoscere però che hanno buone qualità stradali, uno sterzo comunicativo che ti permette di toglierti qualche soddisfazione nella guida allegra. Cosa ancora più evidente nel caso della Focus. Però non invecchiano bene e hanno sempre quell'aura un po' economica che si vede da tanti piccoli dettagli. Giustificato dal fatto che hanno, o hanno sempre avuto, prezzi competitivi. 32.000 euro per una Focus? Anche al netto degli sconti, è una cifra fuori da ogni logica di mercato. Per un 1500 diesel? Con meno soldi ti porti a casa una media Hyundai/Kia o una Skoda Octavia RS. Escludendo le valutazioni estetiche, secondo me son soldi spesi molto meglio. Per i 16.000 17.000 euro che di solito costa, invece, la Focus è un acquisto più sensato.
  • Ho guidato una Focus sw con il nuovo motore 1.5 per circa una settimana macinando quasi 1000km e devo dire che sono rimasto molto ben impressionato dal motore e in generale dalle caratteristiche dinamiche della macchina. Forse il prezzo a listino con optional è un pò elevato ma andrebbe comunque depurato dei forti sconti che la Ford sta facendo su tutta al gamma.
  • Ero andato qualche tempo fa a fare un preventivo per il 2.0 tdci Titanium X e si portava a casa con 28000€ (e avevo ancora la mia permuta da dedurre), ma dentro c'era veramente tutto. Poi, devo dire che se ci si siede dentro si vede che le cose son migliorate parecchio, sono rimasto stupito in effetti...a mio avviso tra le wagon più interessanti per contenuti e prezzo
  • Ci sono molti modi scrivere un articolo. Descrivere l'auto e poi "en passant" assieme alle considerazioni finali, fare anche un commento sul prezzo, oppure riservargli un paragrafo apposta come incipit di un articolo. Lascio a chi legge il mio commento le considerazioni. Al netto dell'approccio utilizzato da A.Stassano e degli sconti reali che tutti applicano, Ford rimane una delle auto con i rapporti qualità/prezzo più favorevoli.
     Leggi risposte
  • SERVIZI QUATTRORUOTE

    Scarica la prova completa in versione PDF

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!
    Seleziona
    • Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ALPINA-BMW
    • ALPINE
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CHRYSLER
    • CITROEN
    • CORVETTE
    • DACIA
    • DAEWOO
    • DAIHATSU
    • DALLARA
    • DODGE
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • GREAT WALL
    • HONDA
    • HUMMER
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • INNOCENTI
    • IVECO
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MAHINDRA
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MERCEDES
    • MG
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROVER
    • SAAB
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TATA
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Seleziona
    • Seleziona