Quelle che vi proponiamo sono tre sport utility di grande richiamo. Tre turbodiesel molto ambite, tra le prime nella classifica delle fuoristrada di lusso. Tre modelli recentemente rinnovati. La più nuova è la X5 che, anche se a prima vista sembra aver subito poco più di un restyling, è un'auto radicalmente rinnovata.

Molto più grande rispetto a prima, tanto da permettere di far posto a una fila di sedili in più, monta motori più potenti (in particolare il tre litri turbodiesel eroga adesso 235 CV) e si affida a un assetto ancora più sportivo, esaltato da un sofisticato avantreno a quadrilateri trasversali. Su strada la X5 si conferma la Suv da battere: la più agile, la più diretta e divertente, favorita dal veloce cambio a sei marce (con selettore sequenziale). Sfida la Range Sport col nuovo V8 turbodiesel, straordinariamente gradevole, anche nel suo caso complice il cambio automatico e l'ultima Touareg, ampiamente aggiornata.

La possibilità di equipaggiare la BMW anche di sofisticati dispositivi come l'Active Steering (per adattare la risposta dello sterzo alla velocità della vettura) e l'Adaptive Drive (con cui si può variare la rigidezza della barra stabilizzatrice e la taratura degli ammortizzatori), ne rende la guida ancora più appagante. Anche la Touareg abbonda di inediti dispositivi elettronici di assistenza alla guida, come l'Arp (che limita il rollio in funzione antiribaltamento) e l'Understeer Control Logic (per un miglior contrasto del sottosterzo), ma il suo comportamento dinamico è più lento e meno divertente.

In fuoristrada la partita si gioca a due, perché la X5 mette subito in luce tutti i suoi limiti. Priva di ridotte, con un'altezza da terra moderata e comunque non variabile, senza blocchi dei differenziali sugli assi e, soprattutto, senza un'evidente vocazione fuoristradistica, fa un po' fatica sui terreni più accidentati. Di sicuro non ha i numeri per sfidare la Range Sport, insuperabile quando c'è da giocare duro. Il suo Terrain Response, una specie di pilota esperto che affianca il conducente, le consente una capacità di movimento straordinaria su qualsiasi tipo di fondo, basta selezionare (con un apposito comando sulla console) il terreno che si sta per affrontare (sabbia, fango, sconnesso, neve eccetera). Il potente V8 (272 CV e 640 Nm) fa il resto. Anche la Touareg è molto ben attrezzata per affrontare i passaggi off-road più insidiosi. Non le manca il motore, un V6 3 litri di buona potenza (225 CV), e va dappertutto, ma non ha la stessa autorevolezza dell'inglese.