Alfa Romeo Giulia La prova della 2.0 Turbo Super - VIDEO

Alessio Viola Alessio Viola
×
 
ALFA ROMEO Giulia
Prezzo
€ 43.000
Motore
L4 turbobenzina 1.995 cm3
Potenza
147 kW/200 CV
Alternative:
AUDI
A4 berlina
BMW
Serie 3 berlina
MERCEDES
Classe C berlina

Questa volta abbiamo in prova l'Alfa Romeo Giulia turbobenzina meno potente, quella da 200 cavalli, che rappresenta anche l'entry level della gamma da un punto di vista meramente economico. Si parte infatti dalla Quadrifoglio, con le sue sfumature da supercar (cinquanta, visto quant'è sexy?). Poi dimezzi o quasi i cavalli (e il livello rimane alto, se si parte, come si parte, da 510) e ti trovi tra le mani il volante della Veloce, consacrata anch'essa, in maniera quasi altrettanto religiosa, all'idea che tra guidare e muovere un veicolo ce ne corre. E infine c'è lei, la protagonista di questa prova.

Alfa Romeo Giulia Super 2.0 Turbo 200 CV, equilibrio perfetto

Prima cosa che colpisce: il motore. Da subito lo senti regolare e pieno, più di quanto i suoi 200 cavalli lascerebbero intendere. Sarà merito dei 330 Newtonmetro, fatto sta che il due litri ti segue come non immagineresti: un mix tra prontezza e capacità di assecondare i tuoi desideri che viene fuori netta anche quando l’ago del contagiri arriva a blandire, sì e no, quota 3.000. Che è poi ciò che serve nella vita quotidiana, fatta di traffico, limiti di velocità e di tutto ciò che smorza gli entusiasmi per l'automobile e regala invece una certa allure alla guida autonoma. Argomento peraltro lontano mille miglia dallo spirito della Giulia. D'altra parte, pure senza arrivare a futurismi così spinti, è proprio la completezza delle dotazioni elettroniche ciò che segna le maggiori distanze dell'Alfona da quelle tedesche premium che ha nel mirino. Le quali, non è una novità, sono capaci di allettare con un'offerta di optional variegata e davvero completa (oltre che potenzialmente esiziale per il portafogli).

Torniamo alla guida. Le note positive riguardo al motore proseguono anche quando gli si chiede tutto, perché pure in alto riesce a sfoderare un certo carattere. Al quale contribuisce, come al solito, lo ZF automatico, le cui ottime qualità sulla Giulia (esattamente come sulle BMW) sembrano più scintillanti che altrove. Poco male se i consumi somigliano da vicino a quelli della Veloce: in media, ogni cento chilometri si risparmia appena mezzo litro rispetto alla sorella maggiore, che peraltro ha pure la trazione integrale. C'è di buono, però, che in assoluto i numeri non sono niente male. Poi c'è l'assetto: non è estremo, per nulla, ed è la perfetta dimostrazione che, quando un telaio nasce di sana e robusta costituzione, riesce a essere efficace anche senza troppi magheggi. Al di là della configurazione di serie, qui ci sono gli ammortizzatori regolabili, che regalano un notevolissimo punto d'incontro tra le ragioni del confort e quelle dell'handling. La loro presenza consente di montare molle più morbide, che permettono a questa Giulia di passare con signorilità su buche e pavé cittadini, senza che ciò comporti il minimo sconto sotto il profilo dinamico. L'elettronica, infatti, tiene d'occhio lo stile di guida e, nel caso, irrigidisce gli ammortizzatori. Finisce che l'assetto diventa la cosa più esaltante di questa “200 cavalli". Sono cose che abbiamo sempre detto di tutte le Giulia, vero, ma qui c'è qualcosa di diverso, che merita qualche considerazione. Proprio il fatto di non avere un setup estremo rende la guida, per così dire, più pura e le qualità dello sterzo, per certi versi, sembrano ancora più nitide e cristalline. C'è di più: in generale, il feeling risulta ancora più immediato e trasparente. E giusto per non lasciare spazio a possibili equivoci: tutto ciò che abbiamo detto finora non toglie che le sorelle maggiori siano più efficace l'una (la Veloce) e straordinariamente più efficace l'altra (la Quadrifoglio).

Tutto perfetto, allora? Quasi, perché rimane un certo margine di miglioramento in tema di modulabilità del pedale del freno. Si trattasse di una berlinona tutta spazio e razionalità, si potrebbe tranquillamente soprassedere. Visto, però, che si tratta della Giulia, varrebbe la pena di completare il quadro.

Alessio Viola

(Prova ripresa da Quattroruote di luglio 2017, n. 743)

Pregi e difetti

ALFA ROMEO Giulia Giulia 2.0 Turbo 200 CV AT8 Super

Pregi

Qualità stadali. Anche in questa versione, rimane la berlina più coinvolgente da guidare.

Motore e cambi. I 200 cavalli e le otto marce formano un'accoppiata efficace e gradevolissima.

Difetti

Accessibilità posteriore. Il passaruota è un pò ingombrante nelle fasi di discesa.

Dotazioni. Servirebbe qualcosa in più, per combattere davvero alla pari con le rivali tedesche.



Dati & prestazioni

Velocità
Massima
233,430 km/h (IN VII)
Regime
5.000 giri/min
Accelerazione
0-60 KM/H
3,3 s
0-100 KM/H
7,1 s
0-130 KM/H
11,4 s
400M DA FERMO
15,1 s
Velocità d'uscita (km/h)
149,3
1KM DA FERMO
27,7 s
Velocità d'uscita (km/h)
190,3
RIPRESA A MIN/MAX CARICO
70-90 KM/H
3,0 (IN D)
70-120 KM/H
6,8 (IN D)
70-130 KM/H
8,3 (IN D)
FRENATA
100 KM/H A MINIMO CARICO
40,0 m
Consumi in D
90 KM/H
17,0 km/l
100 KM/H
15,8 km/l
130 KM/H
12,3 km/l
CONSUMI MEDI
STATALE
14,3 km/l
AUTOSTRADA
12,8 km/l
CITTÀ
10,1 km/l
MEDIA RILEVATA
12,0 km/l
MEDIA OMOLOGATA
16,9 km/l

Dati dichiarati

Prezzo
43.000 €
Motore
L4 turbobenzina 1.995 cm³
Potenza Max
147 kW (200 cv)
Consumi Omologato
16,9 km/l
Consumi Rilevati
12,0 km/l
Emissioni CO2 Omologato
138 g/km
Emissioni CO2 Rilevati
198 g/km
-
Abitabilità
3.5
Accelerazione
4.5
Accessori
3.5
Assistenza alla guida
4.0
Audio e navigazione
4.0
Bagagliaio
3.0
Cambio
5.0
Climatizzazione
4.5
Confort
4.5
Consumo
3.5
Dotazioni sicurezza
3.5
Finitura
4.0
Freni
5.0
Garanzia
2.0
Motore
5.0
Plancia e comandi
4.5
Posto guida
4.5
Ripresa
4.5
Sterzo
5.0
Strumentazione
4.5
Su strada
5.0
Visibilità
3.5

luigi ferraro

Ottima auto non si discute ma sarei davvero curioso di vedere quali sono le percentuali di vendita delle versioni a benzina della Giulia...almeno in europa!

COMMENTI

  • Ottima auto non si discute ma sarei davvero curioso di vedere quali sono le percentuali di vendita delle versioni a benzina della Giulia...almeno in europa!
     Leggi risposte
  • ATS ed A4 non hanno nulla da invidiare alla sportività di giulia, che è comunque più sportiva delle attuale classe c e serie 3. Comunque, 200 cv non sono sufficienti per una berlina dalle velleità sportive.
     Leggi risposte
  • ATS ed A4 non hanno nulla da invidiare alla sportività di giulia, che è comunque più sportiva delle attuale classe c e serie 3. Comunque, 200 cv non sono sufficienti per una berlina dalle velleità sportive.
  • ATS ed A4 non hanno nulla da invidiare alla sportività di giulia, che è comunque più sportiva delle attuale classe c e serie 3. Comunque, 200 cv non sono sufficienti per una berlina dalle velleità sportive.
  • ATS ed A4 non hanno nulla da invidiare alla sportività di giulia, che è comunque più sportiva delle attuale classe c e serie 3. Comunque, 200 cv non sono sufficienti per una berlina dalle velleità sportive.
  • ATS ed A4 non hanno nulla da invidiare alla sportività di giulia, che è comunque più sportiva delle attuale classe c e serie 3. Comunque, 200 cv non sono sufficienti per una berlina dalle velleità sportive.
  • Vabbè...non saremo numerosissimi, al contrario di tutti i driver di suv, sw, 2 volumi, utilitarie, etc..., però, senza voler sottolineare che comunque gli utenti di sedan di fascia medio alta sono quasi rari (non mi sembra che le concorrenti della Giulia facciano infatti sfaceli...), bisogna segnalare che le impressioni e le sensazioni ricavate dalla guida quotidiana della media Alfa sono sovrapponibili....E dall'uso della mia super 180cv traggo le stesse e identiche considerazioni fatte da Ruggero: la Giulia, oltre che esaminata (e non scordiamo che nel 2016 vinse nettamente il premio come auto più bella dell'anno...), va guidata e solo allora apprezzata davvero, per quel che indubbiamente merita! Saluti
  • @Kim Gas: Pensa che io ho una Giulia (sarà per il colore pastello combinato coi cerchi bruniti) e molti pensano sia una versione coupè...non si accorgono che ha 4 porte. Cmq a parte le 2 o 4 porte, hai perso una grande occasione. Acquistando la C coupè, hai acquistato una berlina convertita in sportiva. A troppi è passato inosservato che al contrario, Giulia, è nata supercar, riadattata berlina ad uso quotidiano. Cosa probabilmente che nella storia dell'auto mai è accaduta. Tradotto in parole povere, guidare un'auto nata per superare i 300 Km/h tutti i giorni in regime normale...beh...è un'esperienza difficile da descrivere. Freni prontissimi, sterzo millimetrico e sensibilissimo...cambio fulmineo con tenuta di strada fuori dal normale. In quest'auto, l'elettronica interviene poco perché è la meccanica a dominare. Quando guidi ti da un senso di sicurezza incredibile...ben inteso, senza voler emulare Hamilton. Non riesco ancora a capacitarmi come uno come Marchionne, abbia avallato un modello simile. Venderà poco, boh, forse fra qualche anno sarà classificata come flop...ma per me rimane una pietra miliare della storia dell'auto, difficilmente ripetibile. Solo chi la guida tutti i giorni può capire...
     Leggi risposte
  • Molto bella, MI PIACE MOLTO, non trovo altre parole per elogiare un eccellente mix di eleganza e sportività !
  • grande sforzo di Alfa nel creare un prodotto degno di nota... meccanicamente grande auto.. poi personalmente come estetica non piace.. molto anonima, poca personalità, un po' banalotta dai.. begli gli interni invece, ben fatti ed esteticamente azzeccati!
     Leggi risposte
  • Gran mezzo questa Giulia, ho avuto il piacere di guidare la Veloce benzina per un giorno intero e di salire come passeggiero sulla QV. Semplicemente WOW! Purtroppo poi però ci si scontra con il solito problema della gamma scarna, ed infatti nel mio caso, essendo sul mercato per una Coupé (ho 31 anni e in coppia ma senza figli) ho dovuto ripiegare verso la concorrenza (Mercedes Classe C Coupe)... se penso a cosa sarebbe potuta essere una Giulia Coupe!
     Leggi risposte
  • Non sarò originale...ma la penso come il grande Henry Ford...quando vedo passare una vera Alfa cioè con propulsione sul retrotreno primaditutto, allora mi tolgo il cappello !
  • quando danno le auto a posto ai giornalisti come sta volta le pegelle sono fantastiche, una sfilettata di 5 stelle motore,prestazioni,freni,su strada....e anche 4,5 stelle di confort e addirittura 4 di finiture....ok sempre i soliti 3,5 stelle per alcune mancanza da fca che sappiamo ma che non implicano più di tanto il guidizio dell'auto. Però quando invece ai giornalisti danno auto assemblate in modo indegno, anche per auto da 10k euro cosa che queste non sono, ci sono 6 stelle su 10 di finitura.....o peggio giudizi pesante tipo "la solita italia"......chi ha progettato queste auto da zero in tempi record, nelle condizioni che sappiamo.....non si merita che il loro lavoro venga stroncato perché sono assemblate in malo modo....per non dire altro.
     Leggi risposte
  • Credo che l'entusiasmo del Giornalista dica tutto...
  • La Giulia è un'auto di riferimento per il segmento. Dovendo poi scegliere una sportiva, credo però che le alternative siano altrove per cui forse bisognerebbe intendersi sulla destinazione di utilizzo. La 200 cv turbo benzina in prova va più piano della 2.2 diesel da 180 cv, non ha allungo, non ha sound, non si può avere manuale: perchè comprarla? Non capisco tutto questo entusiasmo. Una golf gti da 245 cv con differenziale autobloccante meccanico, consuma meno va nettamente più forte e costa pure meno (e si può avere manuale). Ok, è anteriore, ma è solo un esempio (automatica posteriore c'è la BMW 125i da 224 cv se non si vuole una 140i da 340 cv). Se si cerca il divertimento e la sportività le auto giuste sono altre. Se la Giulia deve fare la berlina allora tanto vale optare per le ottime diesel. Questa 200 cv è una via di mezzo che non capisco molto: dove sarebbe il valore aggiunto rispetto alla diesel se non ha né sound né allungo?
     Leggi risposte
  • GIULIA STATION WAGON il piu' grosso errore di strategia commerciale di Marchionne per non aver voluto farla
     Leggi risposte
  • complimenti per il video,e per come hai descritto la giulia. mi hai convinto a comprarla nonostante che da 6 anni ho un auto ibrida ma purtroppo anche io non ho le possibilita. comunque la giulia mi sembra una gran macchina ,ho avuto modo di salirci quando è uscita lo scorso anno,e mi è piaciuta da subito, riaccendendo la passione per le auto italiane e per le berline a 3volumi. peccato non poterla provare su strada .
  • Molto bella, ho acquistato il numero di Luglio perche sono molto interessato alla versione benzina, infatti molti dubbi sono spariti. Comunque giusto per info, ma il colore della giulia in prova è ROSSO ALFA o ROSSO MONZA?
  • Ma quanto è bella in questa versione e con questo colore? La A4 nuova sarà carina ma mi ha già stufato, questa più la guardi e più diventa bella! Un giorno dovrai essere mia cara Giulia...
  • Trovo molto positivo che della Giulia Quattroruote abbia provato praticamente tutte le versioni. Sarebbe bello che questo venise fatto anche per altre vetture: credo che della Classe C sia anni ch enon viene provata una versione a benzina, a parte la AMG che è stata recentemente provats solo per confrontarla con la Giulia Quadrifoglio e che comunque farà numeri assolutamente risibili.
     Leggi risposte
  • Contentissimo di questa macchina, ce l'ho da circa 4 mesi e ogni volta che la tiro fuori dal garage per me è una festa, semplicemente perchè è una delle pochissime auto che ancora trovo emozionante, da guidare come da guardare...E tanto basta, led o non led, connessa alla strada anche se non (ancora) alla rete (e aggiungerei meglio, viste le dramatiche statistiche 2016 sugli incidenti fra i giovani, causati da distrazioni alla guida...., ma questo è un altro discorso...) Saluti
  • Vivo in Cina e per lavoro ogni mese sono in Giappone, HK, Malesia.. vorrei vedere tante Giulia ma.. non ne vedo. E' venduta qui? (in compenso vedo tantissime Ghibli e qualche Levante).
     Leggi risposte
  • A tutti quelli che criticano il marketing FCA in merito a Giulia, la mancanza della SW, l'infotaiment non all'altezza, la gamma troppo scarna, le poche motorizzazioni...voglio far ragionare sulla carriera di una vettura simile. Sponda Mercedes. Un modello cardine per la casa di Stoccarda è stato il mitico 190: l'auto che ha fatto conoscere alle masse (lanciato in pieno boom economico anni 80-90) questo marchio. Mercedes decide di riproporre in chiave moderna quest'auto: sfornano la CLA. A mio parere, e preciso che trattasi di gusti personali, la CLA è esteticamente una tra i modelli più riusciti in listino. E a differenza di Giulia ha una gamma infinita, motorizzazioni che partono dal 1,5L (Renault) ai più potenti by Mercedes, 2 e 4 ruote motrici, infotainment di prim'ordine, cambi manuali ed automatici, la SW, un marchio sul cofano che si presenta da solo ed un listino di partenza competitivo (ed ultimamente pure buoni sconti...) ....eppure...anche con tutte le carte in regola...potremmo definirlo un mezzo flop...non credete? Ormai il mercato chiede SUV, SUV e solo SUV. Quindi ha ragione FCA a concentrarsi per sfornare al più presto un mini Stelvio e, se tutto fila liscio pure un maxi Stelvio. La Giulia è il modello che ha catalizzato l'attenzione mediatica, ha attirato i riflettori sul brand, ha dato le basi per una nuova serie di auto, ma non incontrerà i favori del mercato, perché il mercato non chiede berline e cmq sempre meno SW.
     Leggi risposte
  • Tanti appassionati....ma sono solo io, ho è una mia allucinazione, che la giulia in prova ha il Q2?.....che pare, ovviamente QV a parte, il miglior sistema se si ama la guida sportiva?
     Leggi risposte
  • Criticare questa macchina è come criticare la Gioconda: può non piacere ma è innegabilmente un capolavoro, di estetica e di meccanica. In un mondo sempre più diretto a guida autonoma, elettrico, schermi da 20", Alfa è arrivata presentando una berlina da urlo, da ammirare, da guidare e da amare. Ovvio che molti diranno che è arrivata tardi (io in primis lo dico), ma diavolo, guardate la concorrenza: cos'ha in più, realmente, della Giulia? E per realmente intendo cose da toccare con mano, non la presunta affidabilità o il marketing. E' finita bene, la miglior Alfa della storia azzarderei, veloce (molto e tutti lo sanno), comoda, ha una meccanica che una qualsiasi concorrente si sogna. Ok, non ha i fari a led, non ha schermi da 20", non ha i sedili massaggianti ne il clima quadrizona che spara aria di un bosco nepalese. E non ha la tanto acclamata versione SW (forse unico vero difetto per noi italiani), ma c'è la Stelvio che copre il buco. Ovviamente non avrà successo, vuoi per la mancanza di mkt vuoi per la mancanza di sicurezza (leggasi affidabilità) che uno pretende quando spende 40000 euro (ma le altre sono meglio? io non credo proprio...) ma ha riportato l'Alfa Romeo dove sarebbe dovuta stare da sempre. Non venderà come le tanto acclamate A4 (in versione 120cv business senza i led) o le 316d coi cerchi da 15, ma chissenefrega. Alfa ha già ampiamente vinto con questa macchina, perchè siamo passati da una 159, bellissima esteticamente, ma pachidermica e non molto affidabile, a una berlina che bastona le concorrenti ovunque. Ora Alfa deve avere la lungimiranza di continuare ad investire, con modelli magari più umani, ma sulla falsariga di Giulia. Non sempre le macchine migliori sono le più vendute, guardiamo ad esempio alla Golf e alla Polo: saranno mica auto quelle vero? O alle Kia?
     Leggi risposte
  • La maggior parte dei commenti che leggo sono aria fritta. Sia quelli pro che quelli contro. Io possiedo una Giulia TD 180 AT8. Quest'auto è nettamente al di sopra di tutta la categoria: semplicemente perché questo progetto è nuovo, targato 2016, non l'evoluzione dell'evoluzione dell'evoluzione... Detto questo, sicuramente non avrà successo. Rilanciare un marchio latente da 40 anni, non lo fai di certo con un solo modello, figuriamoci contro la triade tedesca, forte del più potente marketing della storia: quel "Made in Germany" sul quale tutta l'industria teutonica campa da più di cent'anni. La politica di FCA per Alfa non è altro che la fotocopia di quella già usata per Maserati: prima una GT da urlo, poi le berline...ed infine la SUV: ovvero il modello che fa soldi a palate. Detto questo, con buona pace dei detrattori di Marchionne, mentre di Giulia ne girano effettivamente poche, di Stelvio già ne girano diverse, nonostante sia stata lanciata da pochissimo e costi circa 4K euro in più (e te la scontano molto meno...). Giulia SW?? forse chi desidera una soluzione del genere, non ha mai visto l'auto da vicino, perché si rovinerebbe una linea magnifica, poco incline al portellone (come del resto per la ghibli), tenendo conto che proprio i SUV stanno lentamente ma inesorabilmente cannibalizzando proprio la categoria SW, in continuo calo (tra l'altro di moda solo in Germania ed Italia, che è il primo mercato mondiale). Unica critica del lancio Giulia: presentandola in primis nell'allestimento quadrifoglio, pubblicizzando a dismisura sui record al Nurburgring, secondo me è passato il messaggio di una macchina ultraveloce (che effettivamente è...) ma è venuto meno tutto il resto: l'auto è una viaggiatrice magnifica, comoda, dal bagagliaio capiente, con un'ottima visibilità, sicura e silenziosa. Forse puntando un po' di più su questi aspetti, potrebbe vendere di più, facendo breccia su quei mercati dai quali l'Alfa manca da troppo tempo. PS Se qualcuno di voi avrà la fortuna di possederne una, sappia che ovunque parcheggia, poi al ritorno si ritrova qualcuno che la osserva e chiede informazioni. Il marchio Alfa Romeo merita altri investimenti perché ha un potenziale immenso.
     Leggi risposte
  • 130 messaggi in un giorno dove tanti si affrettano a scrivere critiche varie e presunti insuccessi. Ho il sospetto che se la macchina non fosse valida e non piacesse, I commenti sarebbero stati una decina. Ma 130 msg ho idea smentiscano le teorie disfattiste di fondo...
  • L'anno scorso a Settembre qualcuno già scriveva che la Giulia per le strade italiane non si vedeva e che non avrebbe venduto. Già decretava il flop. Oggi vende più di A4, Sere 3 e Classe C, incluse le versioni sw. Dato che questo argomento è stato sorpassato dalla realtà, si inizia con la solfa del mercato estero. Già si decretano insuccessi negli USA (vendite iniziate a gennaio), in Cina, in Canada e nel resto del mondo. Rilassatevi, non affrettatevi a decretarne l'insuccesso. Perchè è un tantino presto.
     Leggi risposte
  • Recentemente è stata comprata da un amico che ne è a dir poco entusiasta. Anche me piace molto,sono riusciti a coniugare un mixing di sportività, confort ed eleganza ad una linea accattivante dalla spiccata personalità.
  • A proposito dei numeri, tranne Jaguar XE, che non mi pare faccia sfracelli, nessuna delle concorrenti di Giulia, specie le tedesche, si presenta sul mercato solo con una carrozzeria, per di più berlina. O l'auto è stata concepita con un occhio particolare per i mercati cinese ed americano (e così si dice) o questa scelta è un suicidio commerciale (in Europa lo sarà comunque) ed azzoppa i numeri e, di riflesso, fa male all'immagine creando un circolo vizioso che i maghi del marketing dovrebbero conoscere. Bisognerà aspettare il 2018 e una più ampia commercializzazione del modello: l'auto c'è e con una versione estate avrebbe vendite già almeno doppie, strategie raffinatissime...evidentemente
  • Mamma mia quanti commenti disfattisti!!!....oh magari sempre a ragione...erano cmq gli stessi che prospettavano con impressionanete certezza la sparizione delle produzioni in italia......oggi invece toh? ironia della sorte si parla di auto prodotte in italia. Bè felice, per chi lavora in italia, che le loro previsioni furono bufale pazzesche. Sul sito carsalesbase.....danno le vendite delle auto e delle 144.000 serie3 vendute nel 2016 in EU(50-70.000 mila saranno berline, forse meno).....Secondo Voi le ipotizzabili 30.000 giulia berlina all'anno(siamo sulle 2-3000 auto al mese sino a maggio) in rapporto alle vendite di un mostro sacro come la serie3 VI sembrano cosi poche?
     Leggi risposte
  • Non sto elencare i nick dei vari troll ma se comprate una Giulia alla sera quando si fa la tangenziale nord di Milano le altre macchine sono ferme con Giulia si volaaaaaa
  • Benissimo, ci manca va solo la parola "cesso" nei giudizi sulla Giulia, ora c'è anche questa...., possiamo essere soddisfatti; vuol dire che la macchina vale davvero. Saluti e grazie per il sostantivo...
  • strano che pure qui nessuno abbia ancora detto che 4R prova solo la Giulia...
  • l'auto a me piace molto, ha tutto quello che serve, linea, meccanica, finiture molto migliorate. Se parliamo dell'auto siamo tutti o quasi d'accordo. se parliamo del rilancio alfa di cui doveva essere l'emblema, beh i dati di vendita fanno rabbrividire, se rapportati ai proclami. Siamo decine di migliaia di auto sotto. Il fatto è che in america non vende una mazza e non credo per colpa esclusiva dell'auto anzi. E' tutto il contorno che manca, marketing, rete di vendita, fiducia nel marchio, conoscenza stessa dell'auto. Ma lo sanno in Usa che esiste l'alfa giulia?
     Leggi risposte
  • devo proprio ammetteree che sia la Giulia che la Stelvio hanno doti stradali ai vertici delle rispettive a categorie: parlo della risposta dello sterzo, davvero superlativa. Detto questo (per giustizia), c'è anche da dire che la macchina non è poi mica rifinita tanto bene nè da vedere è un granchè. Morale: una vera Alfa Romeo, finalmente, un prodotto valido, ancora finalmente. La concorrenza ha ancora i suoi punti di forza, però, per cui inutile gridare al miracolo. Direi che c'era da gridale allo scandalo PRIMA, piuttosto che gridare al miracolo oggi. Comunque la strada intrapresa è quella giusta: avanti così.
  • Al di la delle considerazioni sulla qualità complessiva, la Giulia sarà la cartina di tornasole per vedere se la politica di FCA mirante alle esigenze dei mercati americano e asiatico pagherà o meno, perchè inutile girarci intorno, un modello proposto nella sola variante berlina 3 volumi, nella vecchia Europa e in italia in particolare (che in teoria, ma solo in teoria, sarebbe il mercato domestico), numeri oltre una certa quota non potrà farne fisiologicamente, allora dovrà "sfondare" soprattutto in USA e poi anche in Cina per vedersi ripagare l'investimento fatto ed eventualmente deliberarne degli altri in futuro . ........ Non resta che attendere .....
     Leggi risposte
  • basta con questa macchina nata già vecchia e che non compra nessuno...
     Leggi risposte
  • A me l'auto piace molto, non ho avuto occasione di provarla ma vederla per strada fa sempre piacere. Non metto nemmeno in dubbio le qualità dinamiche al top del segmento, però è altrettanto evidente il fatto che il riscontro di mercato è purtroppo al di sotto delle attese. Se fossi un'azionista o dipendente FCA ahimè preferirei di gran lunga la leadership di mercato alle "medaglie virtuali" della stampa specializzata e degli appassionati da blog.
     Leggi risposte
  • l'auto è bella, gli interni molto migliorati, la scelta meccanica ampia. Ma non vende quanto sperato o ipotizzato. Possiamo focalizzarci sulle qualità dell'auto e allora i giudizi sono quasi unanimi nell'elogiarla e nel segnalare i (pochi) difetti. Il riscontro del mercato però è da rabbrividire,inutile trincerarsi dietro distinguo imbarazzanti e imbarazzati. si parlava di decine di migliaia di auto in più di quelle vendute e si parlava soprattutto di auto per l'AMERICA, anche per giustificare certe scellerate scelte come non fare la sw. poi si scopre che in USA si vendono briciole. Allora ok, l'auto sarà eccellente, ma il progetto rilancio, allo stato odierno scricchiola paurosamente.
     Leggi risposte
  • La berlina più bella ed efficace presente oggi in commercio. Poco da aggiungere. Hanno alzato l'asticella e per una volta sono i tedeschi a dover rincorrere.
  • https://youtu.be/oaASAO-GJBE
  • io giro in Terrano e me ne frego ;)
  • io giro in Terrano e me ne frego ;)
  • io giro in Terrano e me ne frego ;)
  • io giro in Terrano e me ne frego ;)
  • io giro in Terrano e me ne frego ;)
  • io giro in Terrano e me ne frego ;)
  • io giro in Terrano e me ne frego ;)
  • io giro in Terrano e me ne frego ;)
  • la 280 cv è più equilibrata, 200 cv stanno bene su una volkswagen golf V gti del 2004. No su una alfa romeo giulia
     Leggi risposte
  • Ho la Giulia, appunto in versione super, ma gasolio 180 cv con il manuale 6 marce; la macchina è bianca, cerchi scuri a fori da 18, interni nero/tabacco e posso dirlo con certezza.....piace a tutti, e molto...A me che la guido ancora di più, perchè quest' Alfa ha un solo problema: ti abitua a un livello inusuale nel panorama automobilistico, riesce a essere comoda, silenziosa, parca, ma con un piacere di guida assai coinvolgente (sterzo, freni, cambio, tenuta al top...).Va poi ricordato che le mancanze in campo infotainement verranno colmate a luglio, mentre nel 2018 dovrebbero arrivare i fari full led anteriori, ora bixeno. Prendo le macchine in longrenting e devo dire che questa, fra le tante che in 43 anni di guida ho avuto, è certamente una di quelle da ricordare...! Saluti
     Leggi risposte
  • leggo un gran accapigliarsi su dati di vendita,presunte finiture scadenti o perfette,optionals,ecc....ma e' una buona macchina o no?e chi la comprera' la vedra' invecchiare rapidamente,tra interni che si deteriorano,interruttori che smettono di funzionare,plafoniere tremolanti,come altre auto del Gruppo,compresa la splendida Thema?la risposta a queste due domande ed un buon e lungo,paziente,lavoro di marketing permetteranno o meno il rilancio del Marchio.ci vorra' tempo..e ce n'e' poco;ci vorra' denaro,e cen'e' anche meno.io ci spero..(e,se potessi permettermi un attrezzo del genere,l'avrei gia' comprata...)
     Leggi risposte
  • bruciata, autoesaltazione controproducente, fallimento, immobilismo.......addirittura.........anche il pessimismo cosmico è controproducente, però questi termini di cui sopra non li trovo, in alcun caso, afferenti all'auto giulia, piuttosto mi tornano in mente in riferimento all'ultima finale di champions league, ovviamente, da italiano, con tutto il rispetto dovuto ad una forte squadra italiana.;)
  • Nella società dell'apparenza forse gli interni della Giulia e Stelvio potevano essere realizzati con maggiore attenzione ai piccoli e grandi dettagli, Da alfista certe cose non le guardo, ma se si vogliono conquistare anche quelli abituati al lusso apparente di tedesche ed inglesi qualcosa in più si più si poteva anche fare, fatto 30.... p.s. basta leggere la prova di Auto di questo mese (Stelvio) per capire a cosa mi riferisco, giudizio sulla vettura poco più che sufficiente...
     Leggi risposte
  • Quest'auto è già bruciata, due anni fa ci siamo illusi che qualcosa di veramente importante dovesse succedere e invece ha dovuto affrontare un mercato che è cambiato nei gusti, una concorrenza che non è mai stata ferma ad aspettare in questo segmento, e l'autoesaltazione è controproducente per comprendere i vari motivi del fallimento...il problema è che l'immobilismo continua, prima di due anni un Suv di Segmento C è difficile che arrivi.
     Leggi risposte
  • Il mondo sta prendendo una direzione sempre più forte verso l'apparenza.......e bisogna farsene una ragione direi....la gente quella è e quello vuole punto. Dunque corretto criticare chi non coglie tutto ciò. Dunque capisci che tanti osannano una chery(ops geely?) cinese perchè infarcita ad arte anche se pesante come il piombo e con motori che non lasciano pochi dubbi..........e criticano aspramente l'alfa giulia, daltronde senza fari full led....e senza connettività(peraltro indispensabile oggi se vuoi trovare un modo in piu per schiantarti, ecco la necessità obbligatoria dell'autonomous brake), svilendo totalmente dettagli che ne fanno un vero gioiello di tecnica, per lo meno per amanti d'auto. Ok, Ok ma la gente vuole altro. Personalmente spero che alfa cosi ne facciano ancora tante perchè chi ama le auto non può non apprezzarle.......indipendentemente da tutto e sinceramente certe critiche te le aspetti e devono esserci..ma non da chi è appassionato di auto....
     Leggi risposte
  • quanti oracoli da seguire immediatamente...finiture al di sotto della triade, sconti mirabolanti del 20 %, nuova serie 3 che "è certo" che quando e se uscirà avrà già battuto ogni record di categoria, un po' come ha fatto giulia che però mancava di "porta documenti illuminato..." ad oggi, come auto, la certezza è che la giulia è la migliore della migliore concorrenza di pari categoria tedesca. Questo è un fatto ampiamente descritto e commentato dalla maggior parte delle riviste tecniche italiane e straniere..il resto sono chiacchiere, con buona pace dei gufi nostrani. proprio oggi ho visto parcheggiate fianco a fianco una giulia ed una nuova a4. non riesco a capire come si possa scegliere la seconda. più si cerca di gufarla e più se ne parla. non ricordo nessun'altra auto così tanto chiacchierata e commentata. saluti ed alla prossima gufata. gran mezzo.
     Leggi risposte
  • Si dice che meccanicamente sia eccellente e non ne dubito, ma quello che proprio mi fa inc.....re è che da sempre un senso di incompiuto. Le finiture non sono ancora all'altezza delle "mitiche" teutoniche? e che c...o , ci vuole cosi tanto a farla perlomeno all'altezza di Audi, o quasi? o di Jag? E perchè dopo un tot di mesi dal lancio non dispone di optional che è vero "non fanno la macchina" in senso stretto ma le altre ne sono dotate o vengono fuori già complete di tutto (anche Hyundai e Kia....).In più sommiamo il fatto che Alfa deve fare uno sforzo ancora maggiore per conquistare la clientela visto la totale assenza dal mercato per tanti anni con prodotti validi , mentre la "solita triade" sfornava modelli aggiornati e ben fatti a ripetizione, ed il gioco è fatto. In Alfa si devono mettere in testa che se vogliono essere premium devono proporre un prodotto che IN TUTTO sia all'altezza, non solo nelle doti meccaniche. Questo è. Chi viene da un prodotto premium tedesco vuole avere la possibilità di allestire la vettura con gli optional che il mercato concorrente propone, se ciò non viene offerto magari va da un'altra parte. Se vuoi stare nel mercato "premium" ci devi stare con quelle regole del gioco, e fare di tutto per proporre un prodotto in tutto all'altezza della concorrenza. Oggi il prodotto non si giudica solo per la tenuta di strada,la frenata, ... sono cose che si danno per scontate (anche perchè con tutti gli ausili elettronici che ci sono, fare una macchina che non sta in strada sarebbe un suicidio), ma purtroppo si giudica molto anche per le "puttanate" di connettività e vattelapesca che offre (e su questo concordo con chi dice che si sta perdendo il giusto riferimento per valutare un'automobile).Sennò darai sempre l'impressione di essere in ritardo, non aggiornato e soggetto a "sudditanza tecnologica". Voi dite che di Giulia ne vendono, sono contento di ciò e non lo voglio mettere in dubbio, ma ribadisco, io in giro ne vedo poche. Questa mia vuole solo essere una critica ad un modo di proporre un prodotto di base eccellente ma a mio modo di vedere non sufficientemente proposto un modo adeguato. Comunque forza Alfa.
     Leggi risposte
  • Si dice che meccanicamente sia eccellente e non ne dubito, ma quello che proprio mi fa inc.....re è che da sempre un senso di incompiuto. Le finiture non sono ancora all'altezza delle "mitiche" teutoniche? e che c...o , ci vuole cosi tanto a farla perlomeno all'altezza di Audi, o quasi? o di Jag? E perchè dopo un tot di mesi dal lancio non dispone di optional che è vero "non fanno la macchina" in senso stretto ma le altre ne sono dotate o vengono fuori già complete di tutto (anche Hyundai e Kia....).In più sommiamo il fatto che Alfa deve fare uno sforzo ancora maggiore per conquistare la clientela visto la totale assenza dal mercato per tanti anni con prodotti validi , mentre la "solita triade" sfornava modelli aggiornati e ben fatti a ripetizione, ed il gioco è fatto. In Alfa si devono mettere in testa che se vogliono essere premium devono proporre un prodotto che IN TUTTO sia all'altezza, non solo nelle doti meccaniche. Questo è. Chi viene da un prodotto premium tedesco vuole avere la possibilità di allestire la vettura con gli optional che il mercato concorrente propone, se ciò non viene offerto magari va da un'altra parte. Se vuoi stare nel mercato "premium" ci devi stare con quelle regole del gioco, e fare di tutto per proporre un prodotto in tutto all'altezza della concorrenza. Oggi il prodotto non si giudica solo per la tenuta di strada,la frenata, ... sono cose che si danno per scontate (anche perchè con tutti gli ausili elettronici che ci sono, fare una macchina che non sta in strada sarebbe un suicidio), ma purtroppo si giudica molto anche per le "puttanate" di connettività e vattelapesca che offre (e su questo concordo con chi dice che si sta perdendo il giusto riferimento per valutare un'automobile).Sennò darai sempre l'impressione di essere in ritardo, non aggiornato e soggetto a "sudditanza tecnologica". Voi dite che di Giulia ne vendono, sono contento di ciò e non lo voglio mettere in dubbio, ma ribadisco, io in giro ne vedo poche. Questa mia vuole solo essere una critica ad un modo di proporre un prodotto di base eccellente ma a mio modo di vedere non sufficientemente proposto un modo adeguato. Comunque forza Alfa.
  • Fresco possessore di una Giulia Super 2.0 turbo , la fresca novità dell’Alfa Romeo a lungo attesa, vezzeggiata e corteggiata, dallo stile più provocatorio e corsaiolo, caratterizzata dal muso compatto e grintoso, dal cofano discendente verso lo scudetto triangolare, il suo simbolo storico. Dietro la caratteristica coda corta e rastremata, mozzafiato, derivata dalle esperienze sportive della casa, con un coefficiente di penetrazione pari a cx=0,25, record della categoria, ottenendo effetti positivi in ripresa e in velocità. Ecco le sue caratteristiche: motore a 4 cilindri in linea di 2,0 litri, 4 valvole a V per cilindro, doppio asse a camme in testa , tutto in alluminio, potenza : 200 cavalli. Sospensioni anteriori indipendenti a doppi quadrilateri alti ; posteriori ad assale rigido con bracci multink a 4 leve e mezzo, molle elicoidali e barre stabilizzatrici davanti e dietro. La trazione è di nuovo e finalmente posteriore , come le vere “Alfa del tempo che fu . Cambio automatico a otto marce , azionabile anche dai “paddle” a portata di mano dietro al volante, ad innesti diretti e precisi. Velocità max : al disopra di ogni sospetto e in ogni caso più che sufficiente. ! Appena ti metti al volante , apprezzi subito il generale senso di compattezza, come pure di robustezza che traspira da ogni componente meccanico. Completano il quadro il giusto equilibrio e l’ottima manovrabilità dell’insieme cambio, pedaliera e volante, inclusa la docilità dello sterzo dovuta alla trazione posteriore e alla corretta ripartizione dei pesi al 50% tra anteriore e posteriore . Gli optional di serie sulla versione Super , assicurano la migliore sicurezza attiva e passiva oggi disponibile sul mercato. In conclusione, un’ottima vettura dotata di elevata tenuta di strada e buona velocità di crociera, capace di scatti rabbiosi quando occorre togliersi dagli impicci . Indimenticabile l’atmosfera magica che regna tutt’attorno: quella tipica e nostalgica dell’appassionato Alfista. Mi ricorda la prima Giulia TI , la progenitrice di cinquantacinque anni fa , “Disegnata dal Vento” dal rombo unico e intramontabile che il famoso bialbero di Vittorio Jano emette sin dal 1925, l’anno della vittoria nel primo campionato mondiale delle vetture Grand Prix. “L’Alfa è sempre l’Alfa “, diceva il mio papà” !!
     Leggi risposte
  • Di essere una gran bella auto lo è....purtroppo, parere personale, l'Alfa Romeo è rimasta per molti anni nell'oblio più totale! Deve riconquistare la fiducia dei clienti sia in termini di qualità che di affidabilità. Questo è un processo che non si può ottenere in un anno dalla presentazione delle versioni normali. A livello europeo è da inizio 2017 che le versioni normali sono in vendita e negli USA solo da fine Febbraio. Secondo me è dal 2018 che si potrà finalmente capire se gli sforzi fatti da FCA sono stati apprezzati e capiti dalla clientela
     Leggi risposte
  • boh ... another buc in the water?
  • lo abbiamo detto una montagna di volte : la Giulia con la sola versione berlina non può fare grandi numeri, nonostante ciò a Maggio è stata la più venduta della categoria e le tedesche sommano station e berlina, quindi direi un grande risultato. Basta provarla una volta per capire quanto sia superiore a tutte le altre macchine della sua categoria, e noi italiani dovremmo andarne fieri, ma è solo fiato sprecato : i soliti filocrucchi non li smuovi !
  • guido da un mese l'alfa giulia 2.2 jtdm 180 cv e devo dire che è fantastica, ho pensato tanto magari di prendere la benzina con 200 cv ma a me piace il cambio manuale, per me la Giulia è la continuazione dell'alfa 75, finalmente sguazzo in Svizzera in mezzo le vetture tedesche con testa alta... saluti dalla Svizzera
     Leggi risposte
  • Tanti ciaparat che denigrano = tanto successo... Ormai è universale, come la costante di Hubble!
  • Disprezzare la propria roba è tipico italiano... La Giulia è la migliore berlina della sua categoria. Lo dicono le riviste (anche straniere), lo dicono le prove su strada (anche straniere), ma all'italiano questo non basta. Sicuramente a livello di finitura siamo ancora dietro ad Audi, ma per favore non parlatemi di BMW. Se al posto del logo Alfa ci fosse uno qualsiasi della triade tedesca sareste tutti a gridare al miracolo. Miracolo fatto dai tecnici dell'Alfa che in poco più di 30 mesi hanno sviluppato da zero un prodotto in grado quasi di azzerare il gap con la concorrenza. Però quando gioca la Nazionale del calcio tutti a tifare (giustamente) l'Italia... Ipocriti...
  • @ ivan belli & alessio medina : uno può sognare quanto vuole, ma i dati di vendita del 2017 parlano chiaro e senza appello (la Giulia da nuova, vende quanto la serie 3 a fine carriera, e parliamo dell'itaGlia, in europa la giulia è insignificante)
     Leggi risposte
  • Anzi direi... sono sospettoso. ;)
  • Leggo molto pessimismo nei primi due commenti... sono perplesso.
  • Leggo molto pessimismo nei primi due commenti... sono stupito.
  • ormai puntare tutto solo sulla meccanica, per quanto sia importante, non conta più, anzi, ormai è circa un 50% . E' una macchina ottima, ma che senza miracoli è nata morta, giro 3/4 anni e le regaleranno. Considerando inoltre che il loro benchmark è la bmw serie 3 , che a fine anno verrà presentata nuova ... ed allora ... bye bye
     Leggi risposte
  • Hanno già iniziato a fare sconti del 20% per sostenere le vendite ? Ottima macchina ma purtroppo per quello che ho avuto modo di vedere, toccare e leggere, ancora un gradino sotto alle solite tedesche per finiture, assemblaggi e soprattutto lista degli optional. Sarebbe stata una macchina perfetta se fosse uscita 4 anni fa.....forse quando hanno iniziato il progetto hanno guardato ai target dell'epoca senza pensare al salto generazionale delle altre case.
     Leggi risposte
  • SERVIZI QUATTRORUOTE

    ASSICURAZIONE? SCOPRI QUANTO PUOI RISPARMIARE

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!
    In collaborazione con Facile.it
    1. Inserisci i tuoi dati anagrafici
    2. Inserisci i dati del veicolo
    3. Inserisci i dati assicurativi
    4. Confronta i risultati