La nostra prova su strada Volvo V40

La nostra prova su strada
Volvo V40
Chiudi
 

Dura, la vita, per una Volvo. Se provi la versione più potente, magari stracarica di optional, ti diranno che è perfetta, ma che costa come un'Audi o una BMW. Se ti accontenti del D2 1.6 da 115 CV, otterrai prestazioni poco entusiasmanti, potrai rifarti coi consumi bassissimi, ma poi salterà fuori la critica: "Non è che alla fine è una Ford Focus un po' più sfiziosa? E poi non l'avevano comprata i cinesi?" Dura la vita, ripetiamo, ma le risposte ci sono tutte, a partire dal­l'ultima. Se è vero che i nuovi proprietari parlano in mandarino, si guardano bene dall'interferire con il management svedese, che ha deciso di sganciare la bomba: la nuova V40, la prima auto al mondo con airbag esterno, per proteggere pedoni e ciclisti, mica solo gli occupanti della vettura.

Caratteristiche. Dalla coupé C30, penalizzata dalle tre porte e da un bagagliaio soltanto teorico, la V40 eredita la linea allungata e sportiveggiante. Dalla station V60 riprende una certa vocazione "familiare", pur tagliando una trentina di centimetri. Il look da premium, insomma, non le manca, anche negli interni che mantengono la tradizionale atmosfera delle ultime svedesi, un po' freddina, forse, ma capace di mettere subito a proprio agio: dal volante ai comandi, al display sulla console, alla console stessa, sottile come un tablet e staccata dal resto della plancia, con l'unica pecca che, dopo un po', risulta parecchio scomoda per il ginocchio destro.

Interni e confort. L'abitacolo, in ogni caso, è molto ben fatto. Materiali morbidi, a partire da quella plastica goffrata sulla parte alta della plancia, accostamenti perfetti, begli inserti optional, come quelli color grafite sul­l'auto in prova. A differenza di altri modelli, la V40 non rinuncia alle cinture regolabili in altezza, ma "cade" in una mancanza un po' più grave: niente bocchette del climatizzatore dietro. Molto efficace, comunque, il climatizzatore, abbastanza intuitivo. Riguardo alla qualità del confort a bordo, poi, va detto che gli spazi sono abbondanti davanti e dietro, per due meglio che per tre sul divano, che la silenziosità in marcia è ottima, mentre qualche limite lo evidenziano le sospensioni. Sarà in parte "colpa" della gommatura sportiveggiante, fatto sta che alcuni ostacoli si sentono in modo secco e un pochino rumoroso, soprattutto a danno di chi viaggia dietro.

Come va. Lasciamo prestazioni e numeri e concentriamoci sulle sensazioni. La V40 D2, alla guida, è un'auto comoda e facile in tutte le condizioni. Risulta sufficientemente agile in città e confortevolissima in autostrada, come le sue sorelle più grandi (S60 e V60). Il suo handicap, almeno con questa motorizzazione base, risiede in una certa pesantezza, a regimi medio-bassi, accompagnata da uno sterzo che trasmette un feeling modesto. Su quest'auto, in sostanza, prevale un'indole turistica e tranquilla, da grande stradista che non cerca bagarre con nessuno. E, fra l'altro, beve pochissimo. Chi vuole consumare ancora meno, selezionando la modalità MyCar può visualizzare sul display una serie di raccomandazioni: accelera rapidamente, ma senza premere il pedale oltre metà corsa; tieni la marcia più alta, frena con la marcia inserita, scala sotto i 1.500 giri, spegni il motore durante le lunghe attese. Comunque, non è il caso di prendere in giro gli ingegneri di Göteborg. Chi fa auto capaci di evitare incidenti in città (grazie all'ormai noto City safety) e di proteggere i pedoni con l'airbag, merita massimo rispetto.

In sintesi. Le dimensioni sono quelle giuste. Coi suoi 4,37 metri, la V40 s'inserisce perfettamente tra le compatte-spaziose, offrendo un'alternativa in più a chi cerca un'auto ben fatta, con caratteristiche quasi da familiare. Buona abitabilità per quattro, discreto bagagliaio, prestazioni non entusiasmanti ? col turbodiesel 1.6 ? ripagate, però, da consumi bassissimi. Le finiture e la qualità degli interni sono di alto livello e la vita a bordo sa essere davvero piacevole, anche nei lunghi viaggi, grazie a una sorprendente silenziosità di marcia. Detto tutto ciò, c'è qualcosa in più, che al momento nessun'altra auto offre: l'airbag per i pedoni. Fa sentire un po' più tranquilli, e anche altruisti. Chissà quanto conterà questo aspetto nelle vendite. Retorica a parte, a noi sembra un buon segnale.

Pregi e difetti

VOLVO V40 V40 D2 1.6 Kinetic

Pregi

Protegge dentro e fuori Oltre al City safety, che previene tamponamenti alle basse velocità (sotto i 50 km/h), e ai sette airbag interni, la V40 è la prima auto con quello per i pedoni. Sulla sicurezza, gli svedesi sono davanti a tutti.
Ottime percorrenze Il serbatoio della D2 è più piccolo delle altre versioni (52 litri contro i 60 della D3): consuma poco e può permetterselo.

Difetti

Motore poco brillante Con i suoi 115 cavalli di potenza, il turbodiesel 1.6 di origine Ford-Psa fa quello che può. Garantisce una certa agilità e un discreto scatto, ma rinuncia alle velleità sportive.
Visibilità scarsa dietro Attenzione in retromarcia: il lunotto alto e piccolo non consente di controllare al meglio lo sazio dietro. Da vicino non si vedono gli ostacoli bassi.



leggi tutto

Dati & prestazioni

Velocità
Massima
193.105 km/h
Accelerazione
0-100 KM/H
11.4 s
400M DA FERMO
17.9 s
1KM DA FERMO
33.0 s
RIPRESA A MIN/MAX CARICO
70-120 KM/H
22.7 / 26.3
1 KM DA 70 KM/H
34.1
FRENATA
100 KM/H A MINIMO CARICO
42.1 m
CONSUMI MEDI
STATALE
18.7 km/l
AUTOSTRADA
13.8 km/l
CITTÀ
17.5 km/l

Pagelle

Abitabilità
Accelerazione
Accessori
Bagagliaio
Cambio
Climatizzazione
Confort
Consumo
Dotazioni sicurezza
Finitura
Freni
Garanzia
Motore
Plancia e comandi
Posto guida
Prezzo
Ripresa
Sterzo
Strumentazione
Su strada
Visibilità

Listino & costi

COMMENTI

  • "Costa come una tedesca": e allora? se va come una tedesca, perchè dovrebbe costare di meno? per il "brand"? Siamo un po' provincialotti, mi pare...
  • Il problema dei diesel attuali è la scarsa coppia in basso, sotto l'intervento del turbo, a causa della piccola cilindrata. La curva di coppia dichiarata, da parte di tutti i costruttori, non è quella che ci si aspetta. Nel determinare la curva di coppia si parte da un alto regime di rotazione, con il turbo in funzione, via via scendendo, invece di partire dal basso per salire.
  • L'ha appena presa un mio amico e io l'ho provata a lungo. Le sensazioni che ho avuto rispecchiano in generale quelle dell'articolo. Nel complesso è una buona macchina, in linea con le concorrenti. Unico vero neo, il prezzo un po troppo alto, rispetto ai contenuti, ma credo che in futuro faranno maggiori sconti.
  • Quante frustrazioni. Se compro, se faccio, se brigo... Ma chi ne frega? E' sempre stato così e sempre sarà così: le Volvo sono abbastanza di nicchia rispetto alla massa che compra sempre le stesse cose. Lo erano già negli anni '80, quando erano le uniche station decenti sul mercato (insieme alle Audi 100 e alle Mercedes TE), e cmq vada, vanno. Chi se ne frega del vicino (se c'è)?
  • Bella macchina e fatta bene sia gli interni che gli esterni quindi personale e soprattutto senza copia-incolla di altre auto.....
  • La Volvo come al solito ha fatto un ottimo lavoro. Il motore fa quello che più i rapporti sono lunghi per un 1.6 con 115cv, ma sostanzialmente non fa male. Sono stato a vedere al Classe A nuova bella in foto perde dal vivo cosa contraria per la volvo... dal vivo è molto bella. Sedili fantastici cruscotto molto personale. Il problema? Il prezzo. Troppo alto dovrebbe stare 2/3 euro sotto.
     Leggi risposte
  • Molto bella ma configurata sul loro sito una versione "decente" e costa come una A4 Avant Km0... Scaffale, ops, concessionario! Certo il listino lo scontano, ma "così fan tutti"...
     Leggi risposte
  • Stupenda, altrochè quelle penose tedesche!! Giulietta e questa forever!!!
  • Mi piace molto ma devo rilevare il poco spazio interno rispetto alle dimensioni esterne. Provata sabato....mi hanno fatto fare il giro dell'isolato e poi mi hanno chiesto un parere... ma cosa volete che si capisca in una prova di 2 km??? Questi test drive sono ridicoli, ma credo proprio che sia un problema comune a tutte le marche
     Leggi risposte
  • Niente male davvero. Bello il design esterno ed anche quello interno.
  • Fantastica in futuro spero breve, tutti questi dispositivi saranno disponibili in larga scala. Se però hai la sfortuna di picchiare leggermente con il frontale quanto costa ripristinare tutte quei sistemi (radar, air bag, sensori etc)? Forse costa di meno cambiarla.
  • Rispetto alla c30 bel passo in avanti, il posteriore è la parte che mi piace di più, anche la fiancata è riuscita, con quello slancio posteriore (che sacrifica la visibilità però) piacevole esteticamente. Trovo il frontale più anonimo però e gli interni, ma questo vale per tutte le Volvo, non riescono a piacermi nella loro disposizione. La tastiera centrale è bruttina e poco pratica, almeno per me
  • Provata Sabato scorso credo che nn se la puo lottore con le top ma è una buona auto....
  • L'ho vista bene anche se per ora non l'ho non provata ed è veramente una bella macchina, unica pecca il bagagliaio appena accettabile ma il resto è al top. Meccanicamente posso rifarmi alla prova di 4R anche se le prestazioni del 1.6 hdi (un ottimo motore) non sono eccezionali ma oneste mentre i consumi sono eccellenti.
  • Bella e molto confortevole, come tutte le Volvo, vengo tra tre esperienze Volvo 2 V50 ed una V70 percorrendo mediamento 140.000 km per auto, che dire unica spesa i tagliandi, e niente sorprese di guasti o noie, e a giorni mi arriverà la V60, devo dire che Volvo non entusiasmerà per le linee ed interni (non me) ma qualità ed affidabilità sono al top!!!
     Leggi risposte
  • questa è la vera sportback, come linea. Per il resto vale l'incipit dell'articolo. chi vuole la premium prende audi, bmw, mb. Chi vuole spendere meno prende focus o golf.
     Leggi risposte
  • Vista sabato dal vivo: devo dire che che la linea esterna si conferma molto piacevole, almeno per me, ma gli interni non mi hanno entusiasmato, anzi. Non mi piace il "tastierino" sulla plancia, come il quadro e alcune scelte stilistiche, ma per il resto è un'ottima auto. Preferisco ancora la nuova Classe A, ma la Volvo ha fatto comunque un gran bel lavoro.
     Leggi risposte
  • L'unica """top""" forse è la Serie 1, per la TP. Le altre sono auto ""generaliste"" vestite a festa, compresa la Giulietta/Delta che sono delle Bravo. Tra queste ultime e la Volvo credo che questa Volvo sia la più piacevole e dalla "qualità" non inferiore. Come guida forse la Giulietta è meglio.
     Leggi risposte
  • Da un anno e mezzo sono il super soddisfatto possessore di una V60 D3 e ho già percorso oltre 70000 km, tra qualche mese, quando la cambiero', scegliero' ancora Volvo e in particolare la V40. Ottimo rapporto qualità prezzo e l' auto più sicura del mondo per me e la mia famiglia!!
  • SERVIZI QUATTRORUOTE

    Scarica la prova completa in versione PDF

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!
    Seleziona
    • Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ALPINA-BMW
    • ALPINE
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CHRYSLER
    • CITROEN
    • CORVETTE
    • DACIA
    • DAEWOO
    • DAIHATSU
    • DALLARA
    • DODGE
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • GREAT WALL
    • HONDA
    • HUMMER
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • INNOCENTI
    • IVECO
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MAHINDRA
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MERCEDES
    • MG
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROVER
    • SAAB
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TATA
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Seleziona
    • Seleziona