Prove su strada

Sul numero di aprile

BMW M4, la Competition sfreccia sui cordoli di Vairano - VIDEO

Sul numero di aprile
BMW M4, la Competition sfreccia sui cordoli di Vairano - VIDEO
Chiudi

Diciamolo subito, anche se forse questo ferirà i seguaci del Biscione: la nuova BMW M4 Competition da 510 CV, sulla nostra pista di Variano, ha girato due secondi più veloce della Giulia Quadrifoglio. D’accordo, è un confronto indiretto; per essere scientifico, dovrebbe svolgersi nelle medesime condizioni d’asfalto e meteo. E qualcuno, esperto di rigidità torsionale delle scocche, potrebbe anche alzare la mano e suggerire che la rivale più indicata è la M3, con quattro porte come l’Alfa.

BMW M4 Competition: la poderosa

Concreta e divertente. Sta di fatto che il tempo staccato dalla BMW è un buon indicatore delle sue performance, considerato appunto che si è messa dietro una sportiva che abbiamo sempre tenuto sul palmo della mano come riferimento per handling e piacere di guida. Anche la M4, però, ha dalla sua l’ottimo bilanciamento fra queste due doti. Perché sa essere efficace, e il cronometro ne è testimone, ma al tempo stesso anche tremendamente divertente. Ha i traversi nel sangue, per chi non l’avesse intuito, e dispone pure di una telemetria che li analizza nel dettaglio. E poi ti giudica... La prova completa è su Quattroruote di aprile.

COMMENTI

  • ora mi aspetto, visto che confrontiamo una coupé 3p con una berlina 5p, un confronto tra Panda e Classe C solo perché entrambe hanno scritto Hybrid
  • Frontale inguardabile:mio parere poi mettono in croce un poveraccio con una utilitaria euro 2 che fa 5000 km anno e fa 16 km/litro.Mi sta bene che uno comperi quello che gli pare anche vettura da 800 cv ma quando uno ha una vettura che a suo tempo poteva essere venduta ergo:in regola con le omologazioni che lo lascino in pace.Chi ha una vettura vecchia non d'epoca,sarebbe contento di avere l'ultimo modello.
  • Stessa potenza della Giulia ma con più coppia
     Leggi le risposte
  • Questo confronto è un punto di orgoglio per gli Alfisti. È la testimonianza che una vettura nata bene sulla carta più di 5 anni fa' è migliore di un progetto più recente e meno sofisticato ma riadattato. Era ovvio che sulla M3 ed M4 si sarebbe puntato a ottenere un tempo migliore sul giro in pista, ma con un mezzo meccanicamente meno dotato (McPherson, motore 6 cilindri in linea, tutte soluzioni snobbate e disprezzate sulle vetture da corsa) c'era una sola soluzione: creare un veicolo che trascurasse la sua natura stradale e lo avvicinasse alla natura puramente pistaiola. Ricordando le parole dei collaudatori di Quattroruote, cioè che la più lenta auto da pista è comunque più estrema e quindi veloce della più veloce auto stradale, è tutto spiegato. Non c'era alternativa. In questa ottica la casa dell'elica ha, secondo mio umile e modesto giudizio, fatto lo stesso faux pas già visto sulle vetture della sua gamma meno potenti. Ricordiamo il tempo della 330i in confronto alla Giulia Veloce 280, anche lì dovremmo essere sui 2 secondi di divario. In sostanza si è puntato ad un assetto rigidissimo, che rende la vettura rapidissima ma anche nervosa come si addice ad una vettura da corsa. Nel video sul giro della 330i si vedeva come il pilota fosse continuamente costretto a fare correzioni col volante nei curvoni, data la tendenza sovrasterzante della macchina. A fare questo, sono capaci tutti. Una Punto con assetto Gr.A a Vairano fa un tempo ancora più basso, ma è ovvio. È come se dicessi che il sole sorge a Est e tramonta ad Ovest, non è una novità per nessuno... ma con una Punto Gr.A, su strada non ci si va, è una macchina scomodissina e ingestibile... Dove si conferma il fatto che la Giulia resta il riferimento? È proprio nel fatto che pur avendo le prestazioni di riferimento resta una macchina con chiara vocazione stradale destinata, anche nella versione Quadrifoglio, non dico a tutti (dato l'esborso economico) ma comunque ad una platea molto ampia. È la storia che si ripete... La M3 E30 restava una macchina assai diversa ed estremizzata rispetto alla 320i E30... la carrozzeria della M3 E30 aveva la coda alta (guarda caso come la 75) i vetri incollati (guarda caso come la 75, a differenza della 320i E30 che ancora aveva parabrezza e lunotto "appoggiati" con la classica guarnizione di gomma come le macchine dei nostri nonni) i freni posteriori a disco (come la 75, mentre la 320i E30 aveva i tamburi dietro) ed un assetto estremo che la rendeva completamente diversa dalla 320i E30. Le differenze invece tra una 75 3.0v6 o Turbo Evoluzione ed una 75 1.6 erano assai meno avvertibili. È questa la grossa differenza!! Perché Autocar nel provare la Giulia Quadrifoglio e la M3 G20 (meccanicamente analoga alla M4 della prova di Aprile) ha giudicato vincente la Giulia? Proprio perché quest'ultima rappresenta la più felice sintesi tra vettura stradale e vettura da corsa. La M3 (e verosimilmente la M4) si sono discostate troppo dalla loro vocazione stradale. Giudicare auto simili solo dal tempo sul giro senza valutare sensazioni allo sterzo, assorbimento delle irregolarità stradali, erogazione del motore e compagnia bella è come giudicare l'andamento di una squadra di calcio limitandosi al numero di tifosi che ogni domenica riempie lo stadio. All'Alfa hanno fatto una vettura perfetta in ogni circostanza (asciutto, bagnato, strada, pista), del resto è stata messa a punto a Balocco... Questo sottolinea ancora una volta la differenza tra approccio italiano e approccio tedesco alla vettura ad alte prestazioni. L'approccio italiano è quello di prendere in prestito dalle competizioni le soluzioni più raffinate e democratizzarlo su tutta la gamma, SENZA scordare l'approccio del normale utente con la strada. Sono passati molti anni ormai, credo 14, ma posso dire di aver avuto l'onore di sentire durante una visita al museo di Arese con le mie orecchie le parole di Guido Moroni (collaudatore Alfa Romeo, che ormai non c'è più...): l'assetto Alfa Romeo è stato COPIATO da tutti. È riassunto così: sottosterzo in ingresso di curva (ti avvisa: ciccio hai raggiunto il limite), sovrasterzo in uscita (per non penalizzare l'agilità della vettura). Per quanto ovvio oggi, di certo non lo era molto tempo fa (un esempio a caso: BMW E30, che era sovrasterzante già in ingresso di curva, bastava mollare bruscamente il pedale dell'acceleratore ed il trasferimento di carico la inseriva su una traiettoria di raggio inferiore; vedo comunque che oggigiorno anche su certe versioni della G20 con assetti particolari non sembra poi essere cambiato molto). L'approccio tedesco è quello di creare un filtro più marcato tra le varie versioni del proprio prodotto. Ribadisco, negli anni 90 Mercedes proponeva la classe C W202 in versione AMG con il 6 cilindri in linea. Come mai in DTM aveva un 6 cilindri a V di 90 gradi? Ancora: la Ferrari F1 sfrutta molto l'aerodinamica del fondo, ha motore centrale, negli anni si sono succeduti v8 ad albero a gomiti piatto e v6 di 90gradi e perni di manovella non sdoppiati. Queste caratteristiche su strada le troviamo nelle varie Ferrari V8 che si sono succedute e la prossima Ferrari a motore centrale ibrido sara V6. C'è un travaso dalle corse ai modelli stradali, facendo chiaramente un lavoro di adattamento dal mondo delle piste al mondo della strada. Chi mi sa nominare una Mercedes imparentata con la macchina di F1, cioè motore centrale, motore V6 o V8, ricercato studio del fondo scocca per evitare quelle immense ali che salgono e scendono come la Thema 8.32 (però eravamo negli anni 80, son passati più di 30 anni)? Come mai negli anni 90, a Monaco, strenui difensori del 6 in linea non raccolsero la sfida in DTM contro le Alfa, Mercedes e Opel V6?
     Leggi le risposte
  • Purtroppo anche BMW ha seguito le orme di McLaren dichiarando una potenza sulla carta inferiore rispetto a quella reale. Numerose prove al banco hanno evidenziato una potenza di circa 560-570CV invece dei 510 dichiarati e se a questo aggiungiamo la freschezza del progetto,va da se che la Giulia non aveva molte possibilità di uscirne vincitrice.
  • Purtroppo anche BMW ha seguito le orme di McLaren dichiarando una potenza sulla carta inferiore rispetto a quella reale. Numerose prove al banco hanno evidenziato una potenza di circa 560-570CV invece dei 510 dichiarati e se a questo aggiungiamo la freschezza del progetto,va da se che la Giulia non aveva molte possibilità di uscirne vincitrice.
  • Bmw contro alfa (in questo caso specifico) è un confronto che non esiste, ovvero bulli contro reietti. Una sforna modelli di sostanza ogni venti giorni l’altra un restyling ogni tre anni. Una è quasi morta l’altra scoppia di salute. Questa si presenta con un colore che fa parlare (e ci riesce benissimo) e accessori da paura che doppiano il listino base. Del cosiddetto rilancio o rinascita alfa romeo è, sarà, pura discrezione di jp imparato e dei suoi amici di merende.
  • Peccato per quell'abominio sul frontale, sarebbe veramente una bella auto.
  • Leggendo certi commenti mi chiedo se siamo finiti sul BLOG delle ragazzine dodicenni piagnucolose❓Le quali hanno appena scoperto che il loro idolo utilizza un nuovo rossetto e la borsetta che si portano appresso è totalmente out 😳 una ha due porte l’altra ne ha quattro, eppure le due vetture per molti versi sono identiche : stesso peso, stessa potenza e tutt’e due utilizzano il medesimo cambio ZF ad otto marce. Sulle dimensioni diciamo che vince la Giulia QV 4.63 m - 1.87 m contro I 4.79 m - 1.89 m della M4 ... Suvvia qui c’è veramente qualcuno che crede che quelli della BMW siano dei polli❓I bavaresi 2020 hanno venduto 2.324.809 vetture, Alfa all'incirca 60’000 vetture, sono due mondi completamente diversi. A parte questo, i record sono fatti per essere battuti. Certo 2 secondi sono tanti vista la quasi parità dei mezzi, ma il mondo domani continuerà ad andare avanti, la domanda reale che uno dovrebbe porsi è, se l’Alfa ne farà parte ...
     Leggi le risposte
  • brava bmw: adesso aspettiamo la risposta di alfa. l'automobilismo è bello anche per queste rivalità
  • A volte mi chiedo il perché queste tamarrate alla fast and furious. Poi passo davanti a una vetrina di gente e vedo un paio di flip flop da 5 euro costarne 200 e un paio di jeans strappati 1000. E dunque la risposta; chi ha i soldi é spesso un parvenu rozzo e cafone che vuole solo urlare al mondo che pieno di pecunia. Tutto qui.
     Leggi le risposte
  • mi dio questa BMW ha peccato di lesa maestà! i commenti che seguono ne sono la prova. Dire che anch'essa va dannatamente forte è così difficile?
     Leggi le risposte
  • Scrivere che ha firmato due secondi meno della Giulia e poi aggiungere che non è una roba scientifica e come "Tiraree il sasso e nascondere la mano". Ci starebbe una bella prova nelle medesime condizioni, come è stato sottolineato, per vedere se a distanza di 4/5 anni dalla'uscita della Q dal punto di vista della meccanica i rivali di alfa sono riusciti a colmare il gap. Anche se la giorno d'oggi la dinamica e meccanica di un veicolo sono ingiustamente diventate caratteristiche di secondo piano in favore di altre che reputo meno importanti.
  • avete già dato le risposte nell'articolo..: 2 porte versione competition... contro 4 porte "base".., giornate e condizioni differenti..... per un confronto il più possibile "attendibile" occorrerebbe allineare questi parametri: - stesso giorno - stesso pilota - per l'Alfa meglio la versione GTA (anche non la "m") poi rilevare i dati e confrontarli...
  • Meccanicamente spettacolare sempre un gradito sopra tutti fin dalla M3 del 1987 da 200 cv, certo che una volta erano anche belle adesso con un muso bruttissimo e con colore che da da vomito di Linda Blair nell'esorcista perde un pochino... Come linea preferisco e di molto Giulia QV.
  • Ok, è vero che ha 510 cv come la Giulia Q., però come dite anche voi è una coupè 2 porte e non una berlina, e poi penso abbia gomme più moderne essendo stata provata un paio di anni dopo. La Quadrifoglio resta la berlina 4 porte (ripeto berlina) più veloce del segmento. Infine sarebbe da sottolineare che essendo la versione "Competition" forse andrebbe paragonata alla Giulia GTA, che non ha ancora girato, e ha 540 cv. Vedremo che tempo farà!
     Leggi le risposte
  • Oddio 2 secondi sono davvero una enormità. Questa prova farà crollare le granitiche certezze di circa mezzo blog che per anni ha disquisito della inarrivabile superiorità di Giulia.
     Leggi le risposte
  • Infatti... il confronto più giusto era con la GTV, perché non l'avete fatto?
     Leggi le risposte
  • ACQUISTA LA PROVA COMPLETA

    In edicola con Quattroruote la prova completa con l'analisi sulle prestazioni, abitabilità, consumi e tanto altro ancora.

    Ultime prove

    Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    provePdf

    Scarica la prova completa in versione pdf

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

    Cerca