TOYOTA Prius Nuova, Usata, Offerte e Allestimenti - Quattroruote

TOYOTA Prius

>

La Toyota Prius è l’auto ibrida più conosciuta e più venduta al mondo. È stata pioniera nel portare su larga scala l’abbinamento di un motore elettrico a uno termico. A sottolineare i contenuti tecnologici di una gamma piuttosto articolata c’è oggi uno stile coraggioso e futuristico.

Toyota Prius: la storia del modello

Tenendo fede al significato del suo nome di origine latina, la Toyota Prius è stata la prima ibrida venduta in grande serie ad affermarsi sulla scena internazionale. La prima generazione della Prius risale infatti al 1997, anche se la sua commercializzazione rimase limitata per qualche anno al solo Giappone. Le esportazioni iniziarono in modo massiccio con il nuovo millennio, sia in Europa, sia in America. Il vero boom venne però con l’arrivo della seconda serie, introdotta nel 2003 con il sistema Hybrid Sinergy Drive (HSD). Fu lei a segnare l’abbandono della sagoma a tre volumi in favore di una con il padiglione direttamente raccordato alla coda. Con la terza generazione, la gamma conobbe poi un ampliamento significativo. Alla versione tradizionale, lanciata nel corso del 2009, si affiancò nel 2011 la Prius +, una variante con taglio familiare dotata di una terza fila di sedili supplementare capace di portare a sette il numero dei posti. Sempre con la terza serie vide poi la luce anche la variante plug-in, con un pacco batterie che assicura una maggiore autonomia in modalità elettrica rispetto alla normale versione full hybrid.

Corpo vettura

  • Anno modello: 2018 - 2020
  • Posti: da 4 a 7
  • Porte: 5
  • Serbatoio: da 43l a 45l
  • Altezza Altezza: da 147 cm a 160 cm
  • Larghezza Larghezza: da 176 cm a 178 cm
  • Lunghezza Lunghezza: da 458 cm a 465 cm

Toyota Prius nuova: il listino, gli allestimenti e i motori

La quarta generazione della Toyota Prius è stata presentata a Las Vegas nel 2015 ed è arrivata sulle strade all’inizio del 2016, costruita sulla base della piattaforma modulare Tnga, sigla che sta per Toyota New Global Architecture. Questo pianale favorisce l’abbassamento del baricentro e irrobustisce l’intera struttura, completata da una carrozzeria con la fiancata tagliata a cuneo, aggiornata con un restyling nel 2018. Il facelift ha toccato soprattutto i fascioni paraurti e i gruppi ottici a Led ed è stato accompagnato dall’ampliamento delle dotazioni tecnologiche con i sistemi di assistenza alla guida del Toyota Safety Sense. Nuovi sedili sono invece protagonisti nell’abitacolo assieme alla massiccia console centrale, su cui si trova il sistema multimediale, e alla strumentazione, composta da una serie di display che occupano la parte alta della plancia. Il posto di guida ha una seduta bassa e un’impostazione quasi sportiva, anche se, su strada, questa Toyota non ama andare tanto di fretta. Per apprezzarla al meglio è opportuno dosare l’acceleratore con dolcezza e godersi la fluidità delle progressione. Come confermano anche le tante preferenze accordate dai tassisti, il suo habitat naturale è la città. Senza contare l’eventuale libero accesso alle ZTL, in ambito urbano i frequenti stop & go permettono di sfruttare al meglio l’apporto della frenata rigenerativa nella ricarica delle batterie, garantendo consumi molto bassi. Peccato solo che il taglio della coda limiti sensibilmente la visibilità in manovra. L’offerta si completa con la citata Prius + a sette posti e con una versione plug-in capace di lasciare le bielle e i pistoni a riposo per una cinquantina di chilometri abbondante. Questa autonomia è raggiunta con l’adozione di accumulatori piuttosto voluminosi, la cui presenza va a scapito della capacità di carico. il nostro configuratore dà modo di orientarsi tra gli allestimenti, la cui denominazione tradizionale è Active, Lounge e Style.

In generale, il progetto Prius vede un motore a benzina a ciclo Atkinson fare gioco di squadra con uno elettrico, che può lavorare sia in serie sia in parallelo. L’unità elettrica si occupa di norma di vincere l’inerzia in partenza e della marcia a bassa velocità, pronta a passare il testimone al motore termico quando la velocità sale. Quest’ultimo si occupa di far viaggiare la Prius alle andature costanti e più elevate, mentre i due propulsori spingono all’unisono ogni volta che il pilota affonda sull’acceleratore con decisione. Il guidatore può anche scegliere di viaggiare in modalità Ev, spinto cioè dal solo motore elettrico, fin tanto che le batterie hanno carica sufficiente. Il cambio ha una struttura atipica e nel funzionamento è assimilabile a un automatico a variazione continua, con una funzione che permette di aumentare il freno motore e favorire la ricarica in rilascio.

Con l’ultima generazione è stata introdotta nel listino italiano una Prius AWD-i a trazione integrale, dotata di un secondo motore destinato a dare forza motrice alle ruote posteriori.

Allestimenti

Allestimenti   cm3 kW/CV euro Prezzo  
Novità Esaurimento Scorte Prius Plug-in
Novità Prius 1.8 Active
Novità Prius Plug-in
Novità Prius 1.8 AWD Lounge
Novità Prius+ 1.8 Style
Novità Prius+ 1.8 Active
Novità Prius+ 1.8 Lounge

Proposte dall'usato

Alcune più vissute, altre con un chilometraggio piuttosto basso, sono molte le Toyota Prius di seconda mano presenti sul mercato dell’usato, alcune delle quali con il sistema ibrido e le batterie coperte ancora da garanzia ufficiale della Casa.

Prove su strada

News correlate toyota

Toyota Prius: le opinioni

La Toyota Prius è da sempre una tra le auto meno assetate di benzina e nel tempo è anche maturata e migliorata sotto tanti aspetti. Oggi, con le sue qualità stradali e con un confort superiore alla media è in grado di conquistare clienti tra coloro che si dimostrano scettici nei confronti dell’ibrido. Peccato che abbia prezzi un po’ salati e che non voglia rinunciare allo scomodo freno a mano a pedale.