Prove su strada

BMW
La prova della M5

BMW
La prova della M5
Chiudi

BMW Serie 5 berlina

Prezzo
€ 122.000
Motore
V8, biturbobenzina 4.395 cm3
Potenza
441 kW/600 CV
Alternative:

Sulla carta, le premesse parrebbero tutt'altro che edificanti. Dopo le preview su X5 M e X6 M, alla BMW hanno ceduto, su una M vera e propria, alle lusinghe delle quattro ruote motrici. Giunti alla frontiera dei 600 cavalli, gli ideologi della trazione posteriore si sono guardati allo specchio e hanno fatto i conti con se stessi: mettere a terra tutto quel bendidio senza l'aiuto delle ruote anteriori non sarebbe stato facile. Con il rischio concreto di vedere la sfida alle immutabili leggi della fisica trasfigurata in una provocazione. Meglio, allora, trovare una soluzione, tenendo conto che questa non è semplicemente una BMW molto veloce o la più potente delle Serie 5: ha un carattere forte, preciso, determinato e bisogna che là davanti arrivi il minimo indispensabile. All'occorrenza, neppure quello. Tant'è che varrebbe la pena di definire la M5 una 2+2WD, piuttosto che una 4WD.

Supercar ed executive car insieme. La capacità di creare fili e legami tra mondi apparentemente incomunicabili rimane quella (meravigliosa) di sempre: le doti da supercar non appannano quelle della lussuosa executive e, ad avere la fortuna di poterselo permettere, la M5 potrebbe scivolare nella vostra vita con la lievità e la sensatezza di una 520d. Un po' più di rumore di rotolamento da parte degli enormi PZero e un assetto appena meno incline alla banalità delle sconnessioni quotidiane sono scotti che si pagano volentieri.

Nuova BMW M5 vs BMW S 1000 RR: più adrenalina in auto o in moto?

Doppia anima. Il tempo è galantuomo e lamentarsi della modernità motoristica fatta a base di sovralimentazione, ormai, ha un sapore vagamente anacronistico. Tanto più su una M5, che deve compenetrare le ragioni della supercar con quelle della berlina. In questo senso, la forza bruta che è capace di dimostrare a 2.000 giri è ciò che serve per non far rimpiangere, nell'uso quotidiano, la disponibile praticità di una 530d. Il resto è scontato: semplice furia. Dai 3 ai 7.000, il crescendo è pazzesco, in qualsiasi marcia, e ci si ritrova in pochi secondi a velocità superluminali. Dal punto di vista acustico, il V8 non è male, anche se qualche nota più drammatica intorno ai 2.500⁄3.000 giri sarebbe benvenuta.

2018-BMW-M5-48

Velocissima e divertente. La M5 non è soltanto velocissima. È anche divertente ed è inutile lamentarsi della massa, entro certi limiti: un po' perché lei è orgogliosa delle sue quattro porte e dei suoi cinque metri, un po' perché riesce a non far… pesare troppo i 2.032 chili in ordine di marcia. Le quattro ruote motrici intervengono il minimo indispensabile e la sensazione, di base, è di avere a che fare con una trazione posteriore molto ben capace di mettere a terra i cavalli. In questo senso, il merito è anche del differenziale posteriore, che non è un semplice autobloccante: prevede la possibilità di ripartire la coppia in maniera asimmetrica. In pratica, quel toque vectoring che rende ancora più intrinseco e fraterno il rapporto tra acceleratore e volante. A proposito di quest'ultimo: sarà che ormai la leggerezza di matrice italiana ha fatto scuola (dalla Ferrari all'Alfa Romeo, passando per la Maserati), fatto sta che viene da chiedersi a chi possa interessare il settaggio Sport plus, che rende il comando un vero e proprio macigno. Non si guadagna nulla sotto il profilo delle qualità del comando e, a livello psicologico, la sensazione è semmai che l'intera vettura sia meno agile.

2018-BMW-M5-111

Piacere puro. Il bello della M5 è la sua capacità di essere ubbidiente, ma non supina agli ordini, solerte, ma mai troppo intraprendente. E tutto questo lo fa anche senza ricorrere alle modalità più esoteriche, 4WD Sport e 2WD. Su strada non è neppure il caso d'immaginare di utilizzarle, perché entrambe possono essere selezionate soltanto dopo aver disattivato l'Esp. Difficile spiegarsi la ragioni di tale scelta, fatto sta che gestire 600 cavalli sulle ruote posteriori senza sentinelle pronte a intervenire è faccenda riservata a uno sparutissimo club di eletti. Poco male, in fondo. Anche perché, pure nella modalità di base, la M5 si guida come una trazione posteriore: ciò che nel caso fluisce alle ruote anteriori va visto come un'opportunità più che come un fastidio e persuaderla al sovrasterzo è questione di attimi. Una magia che, assieme a tutto il resto, ti conforta nell'idea che, per una volta, trazione integrale e piacere di guida non sono su sponde opposte. E, soprattutto, che la M5 è una vera driver's car.

Prova su strada ripresa da Quattroruote di giugno 2018, n. 754


Pregi e difetti

BMW Serie 5 berlina M5

Pregi

Prestazioni. Stupefacenti per il loro livello, assoluto, e per la nonchalance con la quale la M5 le elargisce.

Qualità stradali. Una volta accettata la sua natura di berlina, difficile chidere di più in termini di efficacia, gustosità, divertimento.

Difetti

Prontezza dello sterzo. Comando notevole, però un po' più di reattività ci sarebbe stata bene.

Bagagliaio. Forma poco regolare. Le peculiarità della M5 sono altrove, ma visto che il segreto di quest'auto è unire nature diverse...


Dati & Prestazioni

Velocità

  • Massima
    307,7 km/h (IN VII)

Accelerazione

  • 0-60 KM/H
    1,9 s
  • 0-100 KM/H
    3,3 s
  • 0-130 KM/H
    4,9 s
  • 0-150 KM/H
    6,4 s
  • 0-200 KM/H
    11,0 s
  • 400M DA FERMO
    11,3 s
  • Velocità d'uscita (km/h)
    202,7
  • 1KM DA FERMO
    20,5 s
  • Velocità d'uscita (km/h)
    259,6

RIPRESA A MIN/MAX CARICO

  • 70-90 KM/H
    2,1/2,3 (IN D)
  • 70-120 KM/H
    3,7/3,8 (IN D)
  • 70-130 KM/H
    4,3/4,4 (IN D)

FRENATA

  • 100 KM/H A MINIMO CARICO
    36,8 m
  • 100 KM/H SU ASFALTO ASCIUTTO + PAVÈ
    43,9 m
  • 100 KM/H SU ASFALTO BAGNATO + GHIACCIO
    96,7 m

CONSUMI IN VI

  • 90 KM/H
    13,5 D
  • 100 KM/H
    12,5 D
  • 130 KM/H
    9,9 D

CONSUMI MEDI

  • STATALE
    11,0 km/l
    747 km
  • AUTOSTRADA
    10,3 km/l
    699 km
  • CITTÀ
    7,9 km/l
    538 km
  • MEDIA RILEVATA
    9,4 km/l
    641 km
  • MEDIA OMOLOGATA
    9,5 km/l
    639 km

Dati dichiarati

  • Prezzo
    122.000 €
  • Motore
    4.395 cm³ V8 turbobenzina
  • Potenza Max
    441 kW (600 CV)
  • Consumi Omologato
    9,5 km/l
  • Consumi Rilevati
    9,4 km/l
  • Emissioni CO2 Omologato
    241 g/km
  • Emissioni CO2 Rilevati
    252 g/km

Pagelle

  • Abitabilità
    4.0
  • Accelerazione
    5.0
  • Accessori
    5.0
  • Assistenza alla guida
    5.0
  • Bagagliaio
    3.5
  • Cambio
    5.0
  • Climatizzazione
    5.0
  • Confort
    4.0
  • Consumo
    3.5
  • Dotazioni sicurezza/adas
    4.5
  • Finitura
    4.5
  • Freni
    5.0
  • Motore
    5.0
  • Plancia e comandi
    4.5
  • Posto guida
    5.0
  • Ripresa
    5.0
  • Sterzo
    4.5
  • Strumentazione
    4.5
  • Visibilità
    4.0
  • Infotainment
    5.0
  • Comportamento dinamico
    5.0

Listino & costi


ACQUISTA LA PROVA COMPLETA

In edicola con Quattroruote la prova completa con l'analisi sulle prestazioni, abitabilità, consumi e tanto altro ancora.


Tutto su BMW Serie 5


COMMENTI

  • Molto probabilmente la berlina migliore in commercio.
  • Più adrenalina in moto, poco ma sicuro.
     Leggi risposte
  • Meglio un auto come questa che certe supercar molto più prestazionali:che il guidatore medio potrà sfruttare solo il 50% delle prestazioni e in pista e non su strada,con abitacoli angusti,poca superfice vetrata dove farai fatica a renderti conto di quello che ti circonda e portarsi dietro anche una "24 ore" potrebbe essere un problema.Mio parere personale che non fa testo.
  • Una vettura piena di tecnologia, all'apice della gamma ?? E non dispone del retrotreno sterzante, neanche su sovrapprezzo ... invece disponibile su tutte le serie 5. Testo originale BMW: "Integral Active Sterring" per la massima agilità e un handling di prima classe, la BMW Serie 5 è progettata per un’esperienza di guida sportiva senza eguali. Una dimenticanza o il cliente danaroso che si vuol divertire deve acquistare un Alpina B5 Biturbo, disponibile anche in versione Touring ? Test germanico, dove la B5 ha messo in riga la AMG 63S e la RS 6 ... https://www.alpina-automobiles.com/fileadmin/user_upload/PDF_News/V8-Elite/index.html#2
     Leggi risposte
  • Una vera perdita di tempo provare una M5 quando si potrebbe tranquillamente provare una ciofeca DS7 o una insulsa C4Picasso
  • A mio avviso a Monaco hanno fatto la scelta giusta, ormai le trazioni integrali "on demand" a gestione elettronica non fanno sentire la loro presenza sulla guida (se non per il peso aggiuntivo) lasciando l'auto a sole 2 ruote motrici finchè non avviene una perdita d'aderenza, e il loro intervento è più o meno "invasivo" a seconda di precise scelte di progetto del costruttore. Nello specifico, senza averla mai provata di persona, credo che la divisione M avrà saputo ben assecondare un comportamento sportivo soprattutto su fondi a scarsa aderenza (molto frequenti da trovare nel centro/nord Europa) dove la vecchia M5 era inevitabilmente costretta a più di qualche compromesso.
  • Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    provePdf

    Scarica la prova completa in versione pdf

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

    Cerca