SPIE

SPIA ACCESA NEL CRUSCOTTO

Una spia accesa sul cruscotto che non corrisponda a un servizio legato alla situazione in cui sta usando l’auto - per esempio quella degli indicatori di direzione o del lunotto termico oppure delle candelette di pre-riscaldamento di un motore a gasolio o, ancora, del freno a mano - è un avvertimento da non sottovalutare. Insomma, è uno dei mezzi con cui un’auto comunica. Come ogni linguaggio è abbastanza articolato e, quindi, si sviluppa con una codificazione che, in questo caso, è affidata non solo ai simboli, ma anche alla colorazione. Ecco, allora, che le spie verdi si possono paragonare a dei promemoria (fari accesi, per esempio) mentre quelle giallo/arancione segnalano il funzionamento o il malfunzionamento di servizi accessori o equipaggiamenti, mentre le rosse indicano un problema grave riguardante motore, freni e dispositivi di sicurezza.

Le spie presenti su un cruscotto sono numerose, ma tutti i libretti di uso e manutenzione includono una sezione in cui sono elencate e raffigurate, cosa segnalano e se l’avvertimento può essere risolto subito (per esempio, allacciare le cinture di sicurezza o chiudere bene una porta non bloccata) o è meglio fermarsi appena possibile e fare intervenire un professionista.

LA SPIA DEL MOTORE RIMANE ACCESA (SI È ACCESA LA SPIA DI AVARIA DEL MOTORE)

È una specie di spia "riassuntiva": non indica un malfunzionamento preciso, ma ci dice che qualcosa non va nell’impianto di accensione o iniezione della nostra macchina, come pure nel trattamento dei gas di scarico (in particolar modo, nel catalizzatore). Di solito, vista la molteplicità delle cause che determinano l'accensione di questo alert generico, è bene non sollecitare il motore e raggiungere con una certa urgenza un meccanico che, grazie a un tester, riesca a stabilire quel che effettivamente non funziona.

SI È ACCESA LA SPIA DELL'OLIO

È una delle spie più inquietanti: siccome verosimilmente si è accesa a causa di un basso livello dell'olio, il motore potrebbe girare poco meno che a secco ed essere prossimo al grippaggio, quindi va spinto immediatamente per evitare di danneggiarlo. La prima verifica da fare è semplicissima: basta controllare quanto lubrificante c'è nella coppa aprendo il cofano motore e sfilando l'astina, di solito facilmente individuabile (è un anello giallo). Se il livello è molto basso o assente, va rabboccato aggiungendo lubrificante della viscosità e della qualità prescritte (consultate il libretto di uso e manutenzione). La causa potrebbe risiedere in un elevato consumo di olio per l’usura del motore o per scarso controllo dei rabbocchi. Altrimenti, è possibile controllare il filtro (magari ha delle perdite) e la coppa (la parte più bassa del motore), che potrebbe essere stata fessurata, per esempio, passando su un tombino oppure avere semplicemente il dado che serve per il drenaggio lento. Ciò fatto, se la spia resta accesa, si deve andare in officina: non solo perché ci possono essere dei problemi con la pompa di mandata dell'olio, ma perché (se il liquido nella coppa non manca, e se apparentemente non ci sono perdite visibili) l'accensione della spia potrebbe essere stata dovuta a un falso positivo che solo la diagnostica elettronica di cui dispone l'officina è in grado di rilevare. 

LA SPIA DELL'ABS RIMANE ACCESA

Può trattarsi di un semplice falso allarme causato dal malfunzionamento di un sensore sulla ruota fonica, di un bug dovuto a un fusibile come pure di un’indicazione di un’effettiva avaria del dispositivo. Per verificarne l'efficacia, provate (su un piazzale o una strada non aperti al traffico!) a effettuare una frenata d'emergenza da 50 km/h, affondando completamente il piede sul pedale: la mancanza della vibrazione del pedale, accompagnata dalla caratteristica rumorosità, vi fa capire che l'antibloccaggio non lavora correttamente. La causa più ricorrente è una perdita di pressione della pompa Abs che va fatta risolvere da un professionista. Tenete presente che, anche senza Abs, l'auto frena, ma le ruote si bloccano nelle decelerazioni più decise, pertanto il suo comportamento è molto meno sicuro.

SI È ACCESA LA SPIA DI AVARIA STERZO

La stragrande maggioranza delle vetture degli ultimi anni ha la servoassistenza elettrica o elettroidraulica. La spia indica, prevalentemente, un'avaria del servocomando. Anche se una batteria molto vissuta oppure un contatto potrebbero dare origine a segnalazioni errate, è del tutto verosimile che il servo vada riparato o, più probabilmente, sostituito. Trattandosi di un componente piuttosto costoso, se la vettura non è più giovanissima potrebbe essere utile farsi fare il preventivo per un componente di rotazione. Tenete presente che la mancanza di servocomando non pregiudica la corretta funzionalità dello sterzo: visto però che l’improvvisa mancanza della servoassistenza comporta uno sforzo maggiore al volante, ciò potrebbe causare una situazione potenzialmente pericolosa.