FIAT Panda Nuova, Usata, Offerte e Allestimenti - Quattroruote

FIAT Panda

Fiat-Panda-2021-1280-02
>

La Panda è il modello entry level della gamma Fiat, da diversi anni l’auto più venduta nel nostro paese, nonché tra le più piccole vetture disponibili (anche) a trazione integrale. Sebbene sia un veicolo improntato alla praticità, è proposta anche in versioni con velleità modaiole e dettagli da piccola Suv.

Fiat Panda: la storia del modello

Voluta nel 1976 da Carlo De Benedetti, all’epoca ad della Casa, la Fiat Panda fece il suo esordio quattro anni più tardi, nel 1980. Il suo design, nato dalla mano di Giorgetto Giugiaro, era votato alla massima semplicità, con superfici piatte di vetri e lamiere, facili da assemblare. Nel 1983, la gamma della citycar italiana si arricchì con la versione 4x4, molto apprezzata dai fuoristradisti, grazie al sistema di trazione integrale sviluppato dall’austriaca Steyr-Puch. Dopo vari restyling e aggiornamenti di gamma, la prima serie della Panda è uscita di produzione il 5 ottobre del 2003, per lasciare il testimone alla seconda serie. Si pensò inizialmente di chiamarla Gingo, ma a Torino cambiarono idea per non infastidire la Renault, che minacciava azioni legali reputando quel nome troppo simile a Twingo. E fu un successo: pochi mesi dopo l’arrivo sul mercato, la nuova Panda avrebbe ottenuto il titolo di Auto dell’Anno 2004. Anche la seconda serie annoverava versioni 4x4, tra cui l’inedita Cross, dalle vistose caratterizzazioni off-road. La terza generazione, in produzione dal 2011, ha visto l’esordio delle versioni (mild) hybrid nel 2020 e rimarrà in produzione ancora per qualche anno.

Corpo vettura

  • Anno modello: 2018 - 2020
  • Posti: 4
  • Porte: 5
  • Serbatoio: da 35l a 72l
  • Altezza Altezza: da 155 cm a 164 cm
  • Larghezza Larghezza: da 164 cm a 167 cm
  • Lunghezza Lunghezza: da 365 cm a 371 cm

Fiat Panda nuova: il listino, gli allestimenti e i motori

L’attuale Fiat Panda nasce dalla stessa piattaforma dell’odierna Lancia Ypsilon e ha dimensioni da tipica vettura di segmento A, quello delle citycar: le versioni “ordinarie”, prive di orpelli da fuoristrada o Suv, hanno una lunghezza di 365 cm, una larghezza di 164 cm e un’altezza di 155 cm, ad eccezione della Natural Power, che è più alta (161 cm) per meglio ospitare le bombole del metano sotto il pianale; l’immancabile 4x4 è invece lunga 369 cm, alta 160 e larga 167, mentre la Cross e la City Cross sono lunghe 371 cm, larghe 166 cm e alte 160 cm. Quanto ai livelli di dotazione, l’aggiornamento del 2020 prevede a listino gli allestimenti Panda, City Life, Sport, Wild 4x4, City Cross e Cross. Ben 17 sono i colori disponibili, mentre 8 sono i differenti cerchi previsti per la citycar italiana, ma solo la Sport ha di serie quelli di lega, con diametro da 16”. Tutti gli allestimenti, ad eccezione di quello entry level, possono essere integrate con i pacchetti D-Fence (filtro abitacolo, purificatore dell'aria e lampada UV) e Flex Light (sedile posteriore sdoppiato 40/60, omologazione cinque posti, kit fumatori e tappetini anteriori e posteriori). Tra le dotazioni, comunque, la novità più evidente è senza dubbio il sistema di infotainment  con lo schermo touchscreen da 7", sulla cui sommità è stato ricevato un alloggiamento per lo smartphone, la radio digitale Dab e la compatibilità con Android Auto e Apple CarPlay. Al pari della concorrenza e della sorella 500, la Fiat Panda ha da tempo detto addio alle motorizzazioni a gasolio (molto apprezzate sul nostro mercato). Rimangono quindi a listino le versioni a benzina, anche ibride, e a doppia alimentazione. Il bicilindrico Twinair di 0.9 litri e 85 CV, dotato di sistema Start&Stop, è l’unico disponibile per le versioni 4x4, in abbinamento a un cambio manuale a 6 marce. Lo stesso motore è invece abbinato a una trasmissione manuale a 5 marce sulle versioni bifuel Natural Power, alimentate anche a metano. Dal 2020 è disponibile il moderno tricilindrico mille FireFly da 70 CV, che ha chiuso dopo ben 35 anni l’era del Fire, mandando in pensione il vecchio 1.2 da 69 CV, fino ad allora il motore più scelto della gamma.  Si tratta di un powertrain abbinato a un cambio manuale a 6 marce e caratterizzato da un sistema mild hybrid con un motogeneratore azionato a cinghia, collegato a una batteria al litio con capacità di 11 amperora, che supporta l’unità a tre cilindri con 3,6 kW, incrementando la coppia di 15-20 Nm.

Allestimenti

Allestimenti   cm3 kW/CV euro Prezzo  
Novità Esaurimento Scorte Panda 0.9 TwinAir Turbo S&S Trussardi
Novità Panda 0.9 TwinAir Turbo S&S 4x4 Wild
Novità Panda 0.9 TwinAir T. S&S 4x4 City Cross
Novità Panda Cross 0.9 TwinAir Turbo S&S 4x4
Novità Esaurimento Scorte Panda 0.9 TwinAir Turbo S&S 4x4
Novità Esaurimento Scorte Panda Cross 0.9 TwinAir Turbo S&S 4x4
Novità Esaurimento Scorte Panda 0.9 T.Air Turbo S&S 4x4 Trussardi
Novità Esaurimento Scorte Panda 1.2 Connected by Wind
Novità Esaurimento Scorte Panda 1.2 Trussardi
Novità Esaurimento Scorte Panda 1.2 City Cross
Novità Esaurimento Scorte Panda 1.2 Pop
Novità Esaurimento Scorte Panda 1.2 Easy
Novità Esaurimento Scorte Panda 1.2 Lounge
Novità Esaurimento Scorte Panda 1.2 EasyPower Easy
Novità Esaurimento Scorte Panda 1.2 EasyPower Lounge
Novità Panda 0.9 TwinAir T. Nat.Power City Life
Novità Panda 0.9 TwinAir T.Nat.Power City Cross
Novità Panda Cross 0.9 TwinAir T. Natural Power
Novità Esaurimento Scorte Panda 0.9 TwinAir Turbo Nat. Power Easy
Novità Esaurimento Scorte Panda 0.9 TwinAir Turbo Nat. Pow. Lounge
Novità Esaurimento Scorte Panda Cross 1.3 MJT 95 CV S&S 4x4
Novità Esaurimento Scorte Panda 1.0 FireFly S&S Hybrid Easy
Novità Panda 1.0 FireFly S&S Hybrid Panda
Novità Panda 1.0 FireFly S&S Hybrid City Life
Novità Esaurimento Scorte Panda 1.0 FireFly S&S Hybrid City Cross
Novità Panda 1.0 FireFly S&S Hybrid Sport
Novità Panda 1.0 FireFly S&S Hybrid City Cross
Novità Esaurimento Scorte Panda 1.0 FireFly S&S Hybrid Launch Ed.
Novità Panda Cross 1.0 FireFly S&S Hybrid
Novità Esaurimento Scorte Panda 1.0 FireFly S&S Hybrid Trussardi

Proposte dall'usato

Essendo l’auto più venduta in Italia, è facile trovare Fiat Panda di seconda mano di ogni versione e allestimento. Gli esemplari più diffusi sono alimentati a benzina, ma non mancano sul mercato dell’usato le versioni bifuel, nonché le 1.3 Multijet a gasolio, come potete constatare leggendo le numerose inserzioni sul nostro sito.

Prove su strada

News correlate fiat

Fiat Panda: le opinioni

La Fiat Panda è un’auto votata alla semplicità, dallo stile ancora attuale, che può ora finalmente disporre di un impianto di infotainment al passo coi tempi (in precedenza era disponibile il solo supporto per lo smartphone). La vettura può ospitare con una buona abitabilità fino a cinque persone (il quinto posto è optional) e ha un bagagliaio non grandissimo, ma di forma regolare. Proprio le geometrie lineari dell’auto ne favoriscono la buona visibilità, che neanche nella zona posteriore risulta difficoltosa (purtroppo, non si può avere la retrocamera). In marcia, la vettura assorbe bene le asperità dell’asfalto e mostra un comportamento piuttosto sicuro, ma le doti dinamiche trovano un limite nel baricentro un po’ alto. In ogni caso, la sfruttabilità quotidiana risulta ora aggiornata e migliorata con il motore 1.0 FireFly da 70 CV delle versioni Hybrid, che guadagna due secondi nello scatto da 0 a 100 km/h rispetto  al 1.2 da 69 CV e dà prova di consumi ben più contenuti: come abbiamo rilevato nel test pubblicato su Quattroruote di aprile 2020, in città arriva addirittura a percorrere 17,9 km con un litro, a fronte dei 14,5 del vecchio Fire. Del resto, questo tre cilindri sa coniugare piuttosto bene efficienza e prestazioni, sebbene la presenza della sesta marcia ne penalizzi la ripresa. Per avere valori di coppia maggiori (145 Nm contro 92 quelli massimi) c’è il bicilindrico Twinair da 0.9 litri e 85 CV. Non a caso, è l’unico disponibile sulle versioni a trazione integrale, delle vere arrampicatrici: grazie al sistema Torque on Demand, la coppia di queste Panda viene distribuita automaticamente tra l’assale posteriore e quello anteriore, mentre l’Eld simula elettronicamente la presenza di un differenziale autobloccante.