Prove su strada

Sul numero di luglio

Elettrica vs termica - VIDEO

Sul numero di luglio
Elettrica vs termica - VIDEO
Chiudi

È opinione diffusa che un’auto elettrica sia meno piacevole di una termica. Parliamo di dinamica, perché il silenzio, la scorrevolezza elevata, la coppia diretta e le accelerazioni brucianti possono far preferire a mani basse un’auto alla spina. Rumore a parte, così come l’interazione uomo-meccanica enfatizzata dal cambio e dalla frizione (e dalla loro interpretazione), c’è un motivo oggettivo che condiziona questo percepito: il peso. Certo, nelle Ev è in basso, ma risulta senza ombra di dubbio maggiore. E, in certi casi, non di poco.

Prova speciale: elettrica contro termica

Messe alla prova. Noi di Quattroruote disponiamo di uno strumento che serve proprio per misurare le doti dinamiche di una vettura: la pista di Vairano. Per avere dei dati oggettivi di riscontro, abbiamo preso due termiche, la Volkswagen Golf e la Mercedes GLA, e due elettriche a loro vicine: la ID.3, corrispettiva della prima, e la EQA, derivata della seconda (con cui condivide il pianale). Quattro vetture che abbiamo confrontato in tre prove specifiche: tenuta di strada, stabilità e doppio cambio di corsia su bagnato. Nel video spieghiamo anche in cosa consistono questi esercizi e che reazioni innescano all’autovettura.

Sorpresa. Cosa è emerso da questi speciali test? Numeri interessanti, che smentiscono percezioni spesso assodate, ma anche sbagliate. Perché è tutto l’insieme a dare il risultato, cioè la somma di telaio, assetto, distribuzione del peso, sospensioni e bontà della calibrazione dell’Esc. Di base, le termiche, che sono più leggere, si dimostrano più reattive, più pronte ad appagare le richieste del guidatore che chiede di cambiare improvvisamente traiettoria. E questo si traduce in maggior feeling, più piacere. Se poi si aggiunge la suggestione del rumore e il gusto dell’interpretazione della cambiata, ecco spiegato perché i pistoni conservano tutto il loro fascino. Ma se guardiamo, invece, il cronometro, la verità può essere un’altra. E, ai fini della sicurezza, le elettriche non hanno nulla da temere, anzi. Questo tenendo conto che sono vetture con pochi anni di vita: pensate a quando avranno lustri di esperienza sulle spalle… e tanti chili meno. Non ci resta che attendere.

Leggi la prova completa su Q Premium

Le prestazioni, i consumi, il comportamento dinamico, la sicurezza, l’analisi tecnica: tutto quello che c’è da sapere sulle auto, spiegato attraverso i dati rilevati in pista dal Centro Prove Quattroruote.

COMMENTI

  • e per chi non acquista auto tedesche o francesi o più in generale europee, esistono altre prove test o quant'altro?
  • ... "contenuto sponsorizzato" ci starebbe da Dio ...
  • "Non ci resta che attendere". e nel frattempo chi dovrebbe cambiare auto? Chi come me fa 15.000 km annui tra autostrada e statali verso quale auto dovrebbe rivolgersi? Mi piacciono molto le SEAT: da una parte la Leon diesel, motore prestazionale, auto divertente, ma futuri rischi di blocchi, dall'altra la Cupra Born, elettrica pura, risparmio di carburante ma patema di non arrivare a fare ricarica prima di restare a piedi
  • bello, ma se poi, come capita spesso, ci si trova fermi in coda per ore, magari sotto il sole (quindi AC accesa) o in inverno (riscaldamento, luci, ecc), quanto tempo resistono le EV?
     Leggi le risposte
  • una prova del genere avrebbe dovuto includere una Tesla Model 3 Performance. Ci sono dozzine di prove in pista comparative addirittura contro la BMW M3 che viene lasciata tranquillamente alle spalle dall'elettrica. Non si sa perche QR deve utilizzare elettriche "finte" che sono nate come carrozzoni obsoleti (ID3 e EQA) e non come vere elettriche.
     Leggi le risposte
  • La chiosa dell'articolo è molto eloquente: "pensate a quando avranno lustri di esperienza sulle spalle… e tanti chili meno. Non ci resta che attendere." Appunto, e nel frattempo vogliono che gli automobilisti facciano da cavie e perdano le mutande per acquisti di auto nate già vecchie. In attesa che, forse, tra qualche lustro (!) il prodotto sia maturo. Senza parole.
     Leggi le risposte
  • Resta il fatto che se devo partire per un imprevisto e la batteria e scarica, non parto. Se devo compiere un percorso andata-ritorno superiore all’autonomia operativa della batteria devo aggiungere tempo. Ore, se la stazione di ricarica è a bassa potenza o se compio il viaggio in periodi di grande traffico in cui non trovo una colonnina libera sul mio percorso. Potrei anche aver bisogno di una camera d’albergo per passare la notte). Immaginate l’esodo del primo di agosto o prima di un qualsiasi ponte. Teniamo poi conto che tra bollo e accise su energia elettrica le EV non saranno affatto più economiche. Unico punto a favore forse la minore manutenzione. Per il resto delle EV faremo volentieri a meno per (almeno) 10 anni.
     Leggi le risposte
  • Ultime prove

    Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    provePdf

    Scarica la prova completa in versione pdf

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

    Cerca