Prove su strada

Sul numero di maggio
La prova della Ferrari 488 Pista - VIDEO

Sul numero di maggio
La prova della Ferrari 488 Pista - VIDEO
Chiudi

La definitiva consacrazione per la  Ferrari 488 Pista arriva in fondo al curvone che porta al tornante Nord. Stacchi sul filo dei 200 orari, le ruote non sono ancora dritte e il gioco è distribuire l'aderenza tra ciò che ti serve per frenare e non arrivare lungo e quel che chiede il retrotreno per restare al suo posto. Un balance tra istanze opposte, a tratti inconciliabili, che ti costruisci al momento, in maniera quasi artigianale. 

Ferrari 488 Pista, la prova completa

Riflessioni dal curvone. E ogni volta che arrivo qui mi rafforzo nell'idea che Raffaele De Simone, l'uomo che a Maranello ha l'ultima parola sul carattere delle Rosse, non stia romanzando quando racconta che la sfida, con la 488 Pista, non era aumentare tout court le prestazioni. Quello sarebbe stato semplice. La vera missione era aggiungerle senza perdere nulla dal punto di vista del feeling di guida e della facilità di gestione. La prova completa è su Quattroruote di maggio.

ACQUISTA LA PROVA COMPLETA

In edicola con Quattroruote la prova completa con l'analisi sulle prestazioni, abitabilità, consumi e tanto altro ancora.


Tutto su FERRARI 488


COMMENTI

  • La voglio assolutamente. Ma tutta rossa, senza le strisce "racing".
     Leggi risposte
  • E' forse la miglior vettura della categoria… La Porsche è stata più rapida, ma con le gomme cup2R, con le cup2 quattroruote stesso ha detto che la Porsche girava in 1.10-1.11. Questa con le cup2 ha fatto 1 minuto e 9.4 s, battendo la Huracan Performante coi Trofeo R. Per la cronaca Michelin cup2:Pirelli Corsa= cup2R:rofeo R. Quindi pure la Lambo era avvantaggiata visto che aveva le gomme top di gamma della Pirelli. E sia Porsche che Lambo sono state disintegrate sul dritto dalla Pista. L'altra competitor è la McLaren 720s che ha girato in 1.10.2 con i Pirelli Corsa, che sono l'equivalente dei Cup2 della Pista. La McLaren rimane un po' più veloce sul dritto, ma marginalmente e grazie al telaio in carbonio (0.5s nello 0-200, 2 s nello 0-300, che è cmq pochissima distanza), e nonostante la maggior velocità incassa 0.8 s in pista per via della miglior capacità in pista della Ferrari. E poi al di là delle performances, la macchina convince per la facilità di guida, che probabilmente è replicabile solo dalla Performante. Senza contare il valore del marchio che le farà tenere benissimo il valore, anche più delle altre.
     Leggi risposte
  • Allora spiegati, sennò il commento è inutile.
     Leggi risposte
  • Questa vettura dimostra ancora una volta quanto noi Italiani siamo indietro rispetto all'industria automobilistica del resto del mondo..p.s. prima di dare giudizi consiglio la lettura della prova sul numero attuale di QR..
  • Credo che siano anni che...anzi non so se mi è mai capitato di dirlo su una Rossa..questa 488 non mi piace fino in fondo, parlo della "base" più di questa serie speciale che è un discorso a parte. Mi sembra "forzata" come linea, ho il vago sospetto che i designer mirino ai palati grossolani dei nuovi milioni di ricchi sparsi in giro per il mondo.
     Leggi risposte
  • È indispensabile che batta il record della pista, che ora appartiene alla Porsche 911 GT2 RS: 1:08.25. Se non lo fa è una delusione.
     Leggi risposte
  • SERVIZI QUATTRORUOTE

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui >

    logo

    ASSICURAZIONE? SCOPRI QUANTO PUOI RISPARMIARE

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con In collaborazione con Facile.it

    CERCA IL FINANZIAMENTO AUTO SU MISURA PER TE

    RISPARMIA FINO A 2.000 €!

    In collaborazione con Facile.it

    Calcola il tuo tagliando

    QTagliando

    Cerca annunci usato

    LA STORIA AUTOMOBILISTICA A PORTATA DI MANO

    Oltre 1500 recensioni di attività commerciali del mondo automotive

    Scarica la prova completa in versione PDF

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!