Uso e manutenzione

Distanza di sicurezza

2019-distanza-di-sicurezza

Una delle norme comportamentali più importanti, eppure una delle più trascurate, è la distanza di sicurezza: quanti incidenti si potrebbero evitare se tutti mantenissimo sempre quella corretta? Per capire quanto è importante, basta soffermarsi un attimo su alcuni dati oggettivi.

Spazio e tempo. La distanza di sicurezza è lo spazio che bisogna tenere dal veicolo che procede per potersi arrestare, in caso di necessità, senza generare situazioni di pericolo. Se ci sono buone condizioni di visibilità e aderenza, questo spazio corrisponde, in teoria, a quello percorso durante il tempo di reazione, ovvero all’intervallo tra l’inizio del rallentamento dell’auto che precede e l’inizio della frenata della propria vettura. Un conducente in condizioni psicofisiche normali reagisce mediamente in circa un secondo (da 0,5 a 1,5 secondi in base ai test): considerando questo intervallo, una vettura che viaggia a 100 km/h, percorre in un secondo circa 30 metri: questa è, appunto, la distanza di sicurezza. Attenzione, però: questo è solo un esempio teorico. Nella pratica, le variabili sono molte di più ed è sempre opportuno raddoppiare le distanze, tenendo conto che al raddoppio della velocità corrisponde uno spazio di frenata quadruplo.

Inserire qui il corpo della news

Novità