Design pionieristico, lusso, alta tecnologia e servizi all’avanguardia, sempre con un occhio all’ambiente. Con la sua nuova ammiraglia il piacere di guida per BMW si traduce in agilità sportiva e in un approccio deciso e integrato alla sostenibilità.

È l’alba di una nuova era in casa BMW. Con l’arrivo sul mercato della nuova ammiraglia, la sostenibilità viene messa al centro di tutta la catena del valore e per l'intero ciclo di vita dell’auto. La nuova BMW iX, disponibile nei due modelli xDrive50 e xDrive40, ridefinisce il concetto di Sports Activity Vehicle (SAV). Da qui parte la rivoluzione di BMW. iX Sarà il primo modello basato su un nuovo insieme tecnologico modulare e scalabile su cui sarà costruito il futuro del BMW Group. Lo sviluppo e la produzione della nuova arrivata seguono un approccio onnicomprensivo alla sostenibilità che prevede il rispetto di rigorosi standard ambientali e sociali nell'estrazione delle materie prime, oltre all'uso di elettricità da fonti rinnovabili e un'alta percentuale di materiali riciclati nel mix.

Motori elettrici: grande potenza, pochi materiali critici

Nella BMW iX xDrive50, il sistema di propulsione, costituito da un motore elettrico sull’asse anteriore e un altro su quello posteriore, produce una potenza totale di oltre 370 kW/500 CV e consente un'accelerazione da 0 a 100 km/h in meno di 5,0 secondi. La BMW iX xDrive40 ha una potenza di oltre 240 kW/300 CV, che le permette di scattare da 0 a 100 km/h in poco più di 6,0 secondi. Il funzionamento avviene in base al principio di un motore sincrono a corrente. L’eccitazione del rotore nei motori BMW iX non è indotta da magneti permanenti fissi, ma dall'immissione di energia elettrica così da permettere a BMW di non essere dipendenti dall’utilizzo di materiali critici usati per produrre i magneti.
In questo modo ne risentono positivamente anche le prestazioni dei motori: l'eccitazione controllata con precisione del rotore ad energia elettrica permette di avere la coppia di picco disponibile già alla partenza. E - a differenza dei motori elettrici di concezione convenzionale - la coppia viene mantenuta su una fascia di giri estremamente ampia.

Incredibile autonomia

La BMW iX xDrive50 consuma in media 21 kWh per 100 chilometri. Meno di 20 kWh per 100 chilometri invece, nel caso della BMW iX xDrive40. Questo grazie anche alla costruzione compatta che vede motore elettrico, trasmissione ed elettronica di potenza integrati in un unico alloggiamento e all’aerodinamica ottimizzata e al design leggero.
La BMW iX xDrive50 garantisce un'autonomia fino a 630 chilometri nel ciclo di prova WLTP, mentre l'autonomia calcolata WLTP della BMW iX xDrive40 è di oltre 420 chilometri. La nuova tecnologia di ricarica della BMW iX consente la ricarica rapida in corrente continua con una potenza estremamente elevata. La BMW iX xDrive50 può ricaricare la batteria ad alta tensione fino a 200 kW, mentre la capacità massima di ricarica della BMW iX xDrive40 è di 150 kW. In sostanza, bastano dieci minuti di plug-in per fornire energia sufficiente per aggiungere più di 120 chilometri / 90 chilometri di autonomia.

Design ultramoderno

La BMW iX apre la strada ad una futura generazione di auto con cui il Gruppo sta ridefinendo il concetto di sostenibilità, il piacere di guida e il significato del premium. Questo cambiamento si nota molto chiaramente nel design dell’auto: la BMW iX è stata creata per offrire qualità di vita e benessere a guidatori e passeggeri. Il design chiaro e minimalista degli esterni esibisce una nuova forma di mobilità orientata esattamente alle esigenze degli occupanti del veicolo. Il suo interno offre a coloro che sono a bordo opzioni innovative per passare il tempo durante il viaggio - e godere di relax, sicurezza e una nuova forma di lusso.

Energia verde per la produzione

Ogni dettaglio nella creazione delle vetture cerca di fare in modo che la filiera resti pulita e sostenibile. Il BMW Group acquista il cobalto e il litio necessari per le batterie ad alto voltaggio da fonti verificate in Australia e in Marocco, prima di fornirli ai produttori di celle della batteria. E da febbraio 2021 l'azienda acquista alluminio prodotto con elettricità proveniente da impianti a energia solare. Gli interni dell'auto presentano legno certificato FSC, pelle conciata con estratti di foglie d'ulivo e altri materiali naturali. Tra le materie prime utilizzate per i rivestimenti del pavimento e i tappetini troviamo anche reti da pesca recuperate.