Rivista

QUATTRORUOTE - Maggio 2020
AUDI A3 SPORTBACK 1 / 5
FORD KUGA 2 / 5
ALFA ROMEO GIULIA 3 / 5
L'ULTIMA PAROLA SUI CONSUMI 4 / 5
MINI COOPER SE 5 / 5
PROVA SU STRADA
AUDI A3 SPORTBACK

Dinamica fuori e hi-tech dentro, offre uno strepitoso equilibrio fra confort e agilità. Non è dichiaratamente...

QUATTRORUOTE Maggio 2020

La pandemia di coronavirus, la Fase 2, le limitazioni alla mobilità personale, la riapertura delle fabbriche e dei concessionari: sono i temi, ineluttabili, che dominano il dibattito generale e, più nello specifico, quello del mondo automotive. Il quale, ora, sta tornando #backontrack. Ed è proprio alla nostra campagna per la ripartenza del settore e al futuro della mobilità che si dedica il nuovo numero di Quattroruote, disponibile in Digital Edition e in edicola da venerdì 1 maggio. Senza dimenticare, ovviamente, le grandi novità di prodotto e la nostra vera ricchezza, i test del Centro Prove di Vairano. 

Nuova Audi A3. Evoluzione, più che una rivoluzione, per la quarta serie dell’Audi A3. La quale cambia totalmente look virando in maniera decisa verso la sportività, sia fuori sia dentro. Dentro troviamo una plancia moderna e futuristica, con nuovi comandi e infotainment di terza generazione, ma la razionalità è quella di sempre. Semmai, qualche piccolo dettaglio di finitura non è allo stesso livello della serie precedente. In netto miglioramento, invece, le performance stradali: la A3 è agile, efficace e, in caso di curve, sa divertire. Le soddisfazioni continuano quando c’è da fare carburante, cosa che avviene molto raramente. Il 2.0 TDI da 150 cavalli, ripulito a dovere con un doppio catalizzatore per gli Nox, assicura infatti consumi straordinariamente ridotti. Senza però sacrificare le prestazioni: gli spunti in accelerazione e ripresa sono più che soddisfacenti.

Ford Kuga. Un’evoluzione ragionata e furba allo stesso tempo, quella che porta in dote la Kuga di terza generazione. Perché se le dimensioni aumentano, grazie ad una nuova piattaforma, nel cofano arrivano cinque unità propulsive, che strizzano l’occhio al futuro: oltre ai classici turbobenzina e diesel, infatti, compaiono anche interessanti powertrain ibridi. Fra questi ultimi, abbiamo scelto di mettere a confronto i due estremi: la mild hybrid, elettrificata a 48 volt, e la plug-in.

Alfa Romeo Giulia. Da sempre, l'Alfa Romeo Giulia scatena accese discussioni tra gli appassionati. Da una parte c'è totale concordia nell'acclamare le doti stradali di questa vettura, che ne fanno il riferimento della categoria. Dall'altra l'impianto multimediale, i sistemi di assistenza alla guida, alcune finiture e la dotazione di accessori sono oggetto di critiche, ancor più giustificate visto il livello raggiunto dalle concorrenti in questi ambiti, sempre più determinanti per la scelta di un'auto. Con il Model Year 2020, la Casa si è attivata per ovviare a queste debolezze, senza intaccare il tesoretto di piacere di guida che fa la differenza fra la berlina del Biscione e tutte le altre auto: noi abbiamo provato la 2.2 TI e la 2.0 Veloce

McLaren 570S Spider. Tuta, casco, strumenti. E la sbarra dell'Handling che si alza. Da lì in avanti, cordoli, staccate e curvoni veloci ti convincono definitivamente: con la Spider non si perde nulla. Fino a quel momento, su percorsi normali (che di questi tempi per noi sono i chilometri e chilometri delle strade interne che uniscono i diversi tracciati della pista di Vairano) potevano essere al massimo ipotesi, sensazioni, suggestioni. Qualcosa in mezzo tra la seduzione verbale e la teoria ingegneristica: un mix che racconta come la McLaren 570S Spider, sulla carta, non perda nulla in termini di performance rispetto alla coupé.

Jeep Wrangler. Se siete degli irriducibili della benzina e sognate il V6 3.6 Pentastar, destinato soltanto alle Jeep Wrangler con passaporto americano, sappiate che un’alternativa valida c’è eccome: il 2.0 turbobenzina, derivato da quello che montano le Alfa Romeo Giulia e Stelvio, con i suoi 272 CV e una bella dose di coppia pronta subito che non fa rimpiangere il plurifrazionato d’oltre Oceano. E nemmeno il turbodiesel. Certo, i consumi rispetto all’unità a gasolio sono un po’ più elevati, ma non in maniera drammatica; un dazio che si paga di buon grado in cambio di una resa stradale assai più gratificante. Abbiamo messo alla prova il quattro cilindri con due Wrangler profondamente diverse fra loro: la Unlimited a passo lungo nella versione più estrema Rubicon e la più civilizzata Sahara con carrozzeria a tre porte.

Mini Cooper SE. La più chic delle compatte strizza l'occhio al futuro con la versione elettrica. E lo fa enfatizzando le sue doti storiche più famose: dinamismo, maneggevolezza e guidabilità, condite con quella consueta dose di snobismo che non manca mai. La vettura è ben fatta, costruita con cura e dotata di quello charme che da sempre fa parte del mondo Mini. Ma come va su strada? È una vera Cooper S, anche se elettrica? Per scoprirlo, non vi resta che leggere la prova su strada completa. 

L'ultima parola sui consumi. Oggi più che mai gli automobilisti hanno un’ampia possibilità di scelta tra auto a benzina, diesel, a Gpl o metano, ibride di vario genere e pure elettriche. Tante opzioni, però, complicano ancor più la decisione. Qual è la soluzione migliore? E con quali costi? Basarsi solo sul prezzo del combustibile o dell’energia è ovviamente sbagliato, perché conta quanto se ne consuma. Per questo, dal numero di aprile di Quattroruote abbiamo introdotto un nuovo dato nelle Prove su strada: il costo necessario per percorrere 100 km, basato sul consumo reale rilevato dai nostri test. Anche se si tratta solo di una delle numerose voci di spesa per il possesso di un’auto, conoscerla è utile per una scelta più consapevole. Per questo, sul numero di maggio abbiamo riunito i dati dei 291 modelli provati dal 2017 a oggi e tuttora a listino.

Impressioni di guida. A maggio, la sezione delle impressioni di guida è davvero all'insegna della sportività e dei cavalli: infatti, abbiamo guidato per voi l'Alpine A110S, l'Aston Martin DBS Superleggera Volante, la Volkswagen T-Roc R e la BMW M8.

QElectric. Lo spazio dedicato alle emissioni zero torna con news, anteprime, autonotizie e prove su strada di modelli a batteria. In questo numero, oltre al test della citata Mini Cooper SE, vi diciamo tutto sulla più piccola e abbordabile Volkswagen elettrica della famiglia ID, la ID.1. E a proposito di elettrico, sapevate che le emissioni dei veicoli a batteria non sono più uguali a zero? Forse sì, ma magari non sapete che se si tiene conto dell'energia impiegata nella produzione, di quella che serve per l'alimentazione e dello smaltimento finale, il loro impatto ambientale pareggia quello di un'auto endotermica dai 70 mila km nel caso di una batteria media, da 40 kWh. L'Unione europea vorrebbe usare questa metodologia, basata sull'intero ciclo di vita del prodotto, per misurare e certificare le emissioni di CO2 delle auto entro il 2023. Il che spariglierà il mercato, perché favorirà le elettriche con accumulatori piccoli, più efficienti e più adatte all'uso urbano, e penalizzerà le costose e ingombranti Suv. La BMW, risponde con l'idrogeno: per la X5 è quasi pronto un drivetrain a celle combustibili che, poi, nel 2023 finirà sulla iNext. Ve lo raccontiamo con dovizia di particolari.

Attualità/Inchieste e dossier coronavirus. Come anticipato, le pagine di attualità non potevano che essere dedicate ai temi legati all'emergenza globale e all’impatto che sta avendo sul mondo automotive. Da tutti i punti vista: dalle iniziative delle Case e di altre aziende per dare un contributo prezioso alla lotta contro la pandemia agli effetti che questo cataclisma sta avendo e avrà sul settore (sia a livello della produzione sia a quello del mondo della distribuzione, analizzato quest’ultimo con una ricerca degli analisti di Bain & Co); dalle incombenze pratiche e burocratiche che toccano ognuno di noi, per le quali diamo tutte le informazioni necessarie in tema di scadenze e rinvii, alle singole storie di persone che, con la loro attività, forniscono servizi indispensabili agli automobilisti (meccanici, carrozzieri, gestori di stazioni di servizio, concessionari). E ora, che cosa succederà? La pandemia lascia nel mondo dell’auto, che dà lavoro in Europa in maniera diretta o indiretta a oltre 10 milioni di persone, cumuli di macerie, sulle quali è urgente avviare la ricostruzione. Alle prospettive di questa ripartenza, auspicata e sostenuta anche dal nostro movimento #backontrack, è dedicato un ampio servizio che prende le mosse dall’analisi delle modalità con cui l’industria del settore ha reagito alla lunga fase di lockdown.

Anteprime e autonotizie. Per quanto riguarda le novità endotermiche, questo mese alziamo il sipario sulla MC20, la supersportiva che riporta il V6 in posizione centrale nei listini Maserati. Oltre a svelarvi l'aspetto definitivo della vettura, raccontiamo tutti i programmi del Tridente da qui al 2023: a cominciare dalla Ghibli restyling che sarà anche ibrida e Trofeo. In più, i motori sei cilindri sulle supersportive vivono una nuova giovinezza: oltre alla Maserati, ci lavorano l'Aston Martin, la McLaren e la Ferrari. Dal lusso al low cost: la Dacia Sandero è pronta a rinnovarsi: la prossima generazione, in calendario per la fine dell'anno, mantiene la formula convenienza, ma si dota di contenuti al passo coi tempi.

#riceviloacasa. A proposito di coronavirus e isolamento, ricordiamo le promozioni di Editoriale Domus, che fino al 10 maggio offre la possibilità di abbonarsi a tre numeri di Quattroruote al prezzo speciale di 9,90 euro (più 0,90 euro una tantum di spese di spedizione) anziché 15, ricevendo la rivista a domicilio. L'iniziativa include anche la Digital Edition del mensile sfogliabile, da scaricare sui device portatili. Per abbonarsi a Quattroruote è sufficiente seguire il link e, se non si possiede già un account, registrarsi all'e-store. Voi restate a casa, alle vostre letture preferite pensiamo noi. La promozione #riceviloacasa è valida anche per altre riviste dell'Editoriale Domus: Ruoteclassiche, Dueruote, Tuttotrasporti, Domus e Meridiani Montagne.

Come richiedere allegati e dossier. Chi è già abbonato a Quattroruote può richiedere gli allegati e i dossier inviando un'email a uf.vendite@edidomus.it, telefonando al numero 800-001199 (dal lunedì al venerdì dalle 8.45 alle 20, sabato dalle 8.45 alle 13) oppure inviando un fax allo 0292856110 o allo 02022111959.

STORIE D'AUTO

Guida autonoma Adelante con juicio

Scenari In Cina soltanto con la spina

Car economy Quel parco antidiluviano

Analisi Grandi città crescono

Ritratti Mille e una supercar

Statistiche E la station non c'è più

Adas Wi-fi batte 5G uno a zero

In edicola Citycar e compatte, istruzioni per l'uso

AUTODIFESA

Gettito Ipt Tesoretto a rischio per le Province

Posta prioritaria Riprendiamoci la scena

Sportello Quando nella Ztl anche l'ibrida paga

Lamentele Se il navigatore chiede troppo

DOSSIER CORONAVIRUS

La nostra spinta per ripartire #Backontrack

Solidarietà del settore Aziende in pista

Burocrazia e dintorni A tempo debito

L'Italia che non cede Mai arrendersi

Dopo la pandemia Ripartire come

Ricette & previsioni The day after

PROVE SU STRADA

Audi A3 Sportback

Ford Kuga

Alfa Romeo Giulia

McLaren 570S Spider

Jeep Wrangler

Confronto globale L'ultima parola sui consumi

IMPRESSIONI DI GUIDA

Alpine A110S

Aston Martin DBS Superleggera Volante

Volkswagen T-Roc R

BMW M8

ANTEPRIMA

Maserati Il Tridente esce dall'ombra

Dacia Sandero Convenienza modulare

AUTONOTIZIE

Motori L'importanza del numero sei

BMW Ecco la fuel cell targata Monaco

Q ELECTRIC

Storie d'auto

Autonotizie

Prove su strada

Impressioni di guida

Mercato

BUSINESS

Q-Index Effetto greggio sul calo-prezzi

Mercato/numeri Vendite a picco (-85%), cresce solo la Tesla

Mercato/focus Non è vero che siamo i peggiori d'Europa

Usato online Regge meglio del nuovo

Il giusto valore dei carburanti Sovrapprezzi top, stazioni a rischio

Fleet&Business Auto connesse, cyber tormenti

MERCATO

I listini del nuovo

Le quotazioni dell'usato

Le prove su strada da maggio 2010 ad aprile 2020

Ultima pagina

su questo numero