L’Abs


L’Abs
Chiudi
 

Abs è una sigla che abbrevia la parola tedesca Antiblockiersystem. Con questo acronimo si identifica un importante dispositivo di sicurezza a controllo elettronico. Come si può già intuire dal nome, questo sistema evita che le ruote si blocchino nelle frenate più violente e in quelle su fondi a bassa aderenza. La sue prime, rudimentali applicazioni risalgono a oltre mezzo secolo fa, anche in ambito aeronautico. La prima auto ad adottarlo, nel 1978, fu la Mercedes Classe S W116: il dispositivo era stato messo a punto dalla Casa tedesca con la Bosch. Dal 2004 tutte le auto vendute sul nostro mercato devono adottare obbligatoriamente l’Abs.

Come Funziona. Per intervenire in modo tempestivo in caso di bloccaggio di una o di più ruote, l’Abs monitora costantemente la loro velocità. Ciò viene fatto attraverso un trasduttore e una ruota fonica, solidale con la ruota stessa e dotata di piccoli denti o finestrelle. Per ogni ruota un sensore di prossimità induttivo rileva il numero di dentini o di finestrelle che gli passano davanti in una precisa unità di tempo e invia questa informazione alla centralina dell’Abs. Quest’ultima incrocia i dati relativi a tutte le ruote e, quando emerge che una di esse si sta bloccando, la centralina stessa invia un impulso che riduce momentaneamente la pressione all’interno del circuito idraulico dell’impianto frenante, per evitare appunto che la sua azione sia troppo incisiva. Non appena la situazione torna normale, l’Abs consente che la frenata riprenda a piena potenza, pronto, nel caso, a una nuova parzializzazione. Nei sistemi più evoluti e raffinati l’azione può essere ripetuta e corretta più di dieci volte al secondo.

A cosa serve. Evitare che le ruote si blocchino in frenata assicura notevoli vantaggi in termini di sicurezza. Una ruota bloccata scivola infatti sul terreno, allungando nella maggior parte dei casi gli spazi di frenata, rendendo l’auto instabile e, cosa più importante, facendole perdere direzionalità. In assenza di rotolamento, le ruote anteriori non riescono infatti a rendere efficaci le manovre compiute dal pilota sullo sterzo. Grazie all’Abs, il guidatore può esercitare la massima pressione sul pedale del freno e contemporaneamente agire sul volante per curvare o scartare eventuali ostacoli. In caso di frenata su fondi differenziati, poi, come per esempio quando si hanno le ruote di destra su neve e quelle di sinistra su asfalto, l’Abs consente di mantenere più facilmente il controllo della vettura, evitando che vada in testacoda.

leggi tutto