Debimetro


Debimetro
Chiudi
 

Nei motori a iniezione è indispensabile rilevare la massa di aria che viene aspirata, in modo da determinare l’esatta quantità di benzina o di gasolio da iniettare. Per questo si usa il misuratore di massa aria, chiamato anche debimetro o flussometro. Posto a monte del corpo farfallato, in passato il debimetro era realizzato con uno sportellino contrastato da una molla il cui spostamento è proporzionale alla portata d’aria. Il movimento è rilevato da un potenziometro (resistenza variabile) collegato allo sportellino, che traduce lo spostamento in un segnale elettrico da inviare alla centralina.

C'è anche il sensore a filo caldo. Un altro tipo, oggi universalmente adottato perché più preciso, è il sensore a filo caldo nel condotto d’aspirazione, che utilizza un filamento elettrico che deve essere tenuto a temperatura costante: più aria lo investe, più il filamento tende a raffreddarsi e più corrente deve essergli somministrata per riportarlo alla temperatura impostata. Combinando il segnale del misuratore di portata aria con quello della temperatura si determina la quantità di aria aspirata dal motore.

leggi tutto