Testata motore


Testata motore
Chiudi
 

La testata - o testa che dir si voglia - è sostanzialmente l’elemento che chiude i cilindri nella parte superiore, fissato alla parte sottostante con viti e separato da essa da una specifica guarnizione. Realizzata di alluminio o, in passato, di ghisa, la testata ha una forma piuttosto semplice: in realtà, ciò che si vede è il coperchio della distribuzione, perché la testata vera e propria ha una struttura molto più elaborata. Restando nell’ambito dei motori a quattro tempi di larga diffusione, nella parte sovrastante ogni pistone la testata ospita il cielo della camera di combustione, la candela, le valvole di aspirazione e di scarico con i relativi condotti, le molle di richiamo e gli organi della distribuzione, compresi uno o due alberi a camme. Non mancano poi i passaggi per il liquido di raffreddamento.

Come funziona. La testata in sé è un organo del motore fisso, ma che svolge comunque un ruolo cruciale. Il disegno della camera di combustione, la disposizione e la forma dei condotti di aspirazione e di scarico contribuiscono a determinare infatti, tra le altre cose, le prestazioni del motore e il livello delle emissioni. La progettazione deve tenere conto delle sollecitazioni meccaniche e termiche cui è sottoposto il pezzo, che deve essere quindi dimensionato adeguatamente e con i condotti di raffreddamento efficaci. La testa è infatti il componente più sollecitato di tutto il motore.

A cosa serve. La conformazione della testa stabilisce il rapporto di compressione e permette di ottimizzare la combustione all’interno delle camere di scoppio, rendendola più veloce e completa. In altre parole, consente al motore di avere un miglior rendimento, con prestazioni più elevate e sfruttando al meglio l’energia del combustibile.

leggi tutto