Assicurazioni

La rivalsa


La rivalsa
Chiudi

Che cosa è la rivalsa assicurativa? In sostanza, è la facoltà della compagnia di chiedere al proprio assicurato il ristoro degli importi pagati a titolo di risarcimento quando si ravvisano colpe gravi o negligenze da parte del contraente della polizza. In altri termini: in caso di incidente con colpa, l’assicurazione del responsabile paga il danneggiato, ma poi può rivalersi sul primo nel caso in cui la condotta di questi abbia aumentato il rischio come, per esempio, in caso di guida in stato di ebbrezza.

Leggere le clausole. All’atto della stipula della polizza è sempre buona abitudine leggere per bene tutte le clausole e prendere atto dei casi in cui la compagnia esercita il diritto di rivalsa. I casi più comuni, quelli che vengono di solito contemplati dalla maggior parte dei contratti sulla Rc Auto, contemplano la guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, psicofarmaci o comunque medicine invalidanti, tasso di alcol nel sangue superiore al consentito oppure la condotta del veicolo da parte di un soggetto non previsto dalle condizioni di polizza, soprattutto quando si è ottenuto uno sconto per guida esclusiva. Tipica condizione di esercizio della rivalsa, inoltre, è il mancato pagamento (tutto o in parte) del premio assicurativo.

Attenzione a come guidate. Non solo: la rivalsa può scattare anche nel caso di una condotta di guida particolarmente esecrabile: per esempio, se l’incidente è avvenuto durante una competizione clandestina su strada, se si è alla guida di un veicolo modificato e non più in regola con il Codice della strada (o sottoposto a fermo amministrativo, o con la revisione scaduta) oppure se il danno è stato cagionato a causa dell’uso improprio dell’auto (per esempio, se la si è usata per trasporti di merci oltre il consentito, o con troppe persone a bordo).

Bloccare la rivalsa. Nei casi previsti dalle clausole contrattuali, la facoltà della compagnia di applicare la rivalsa può essere inibita chiedendolo espressamente a fronte del pagamento di una piccola maggiorazione premio. In alcuni casi le coperture anti-rivalsa possono essere oggetto di polizze supplementari da sottoscrivere a parte per tutti i casi, o solo per quelli più specifici. In conclusione: chi teme, per motivi personali, di finire nella tagliola dell’assicurazione, può chiedere di preservare il proprio patrimonio pagando un premio maggiorato.

Novità